Trofeo Andrea Costa ad Imola, Tezenis Verona non pervenuta

Trofeo Andrea Costa ad Imola, Tezenis Verona non pervenuta

Primo tempo dominato dalla squadra di casa griffata col nuovo sponsor Le Naturelle by Eurovo. Secondo tempo più equilibrato ma segnato dal trentello di divario all’intervallo. Bene tutta la squadra, che ha potuto fare a meno di Crow e Prato.

di Alberto Dalmonte

Le Naturelle Imola Basket – Tezenis Scaligera Basket Verona 91 – 56
(16-8; 42-17; 69-37 )

IMOLA: Ndaw 2, Montanari 3, Crow ne, Wiltshire 2, Fultz 11, Calabrese 3, Prato ne, Bowers 11, Rossi 14, Simioni 16, Raymond 17, Magrini 12. All. Di Paolantonio

VERONA: Dieng 7, Ferguson, Amato 7, Oboe, Candussi 10, Henderson 13, Udom 14, Quarisa, Severini 3, Ikangi 2. All. Dalmonte

Quintetti iniziali: Dieng Amato Henderson Candussi Ikangi da una parte, Raymond Magrini Fultz Rossi e Bowers dall’altra. Dopo la tripla di Raymond, una sentenza da quella mattonella, arrivano i primi punti di Verona con 2 liberi su 3 di Udom e la tripla di Amato, 3-5. Pareggia Rossi, ben servito in mezzo all’area, e un attimo dopo Candussi deve uscire con già due falli spesi. Vantaggio Le Naturelle ancora con Rossi, che batte Quarisa, e ci mette il punto Fultz con tripla dall’angolo, 10-5. Sembra allungare Imola, con Bowers che si unisce alla compagnia cantante, fino al doppiaggio, firmato Lele Rossi, 16-8. Turna tutti i suoi coach Dalmonte senior, prova anche con un time out all’ultimo minuto, ma i suoi non trovano il canestro e si chiude sul 16-8 per l’Andrea Costa, con 8 punti di Rossi, 16 rimbalzi a 9 per Imola.

2° quarto: ancora un’ azione veronese sventata dalla difesa imolese oltre i 24” – la terza – e 8-0 firmato Simioni e Raymond. Buio pesto in casa Tezenis, spezzato da Ikangi e Dieng dopo 3′. Time out Imola sul 24-12. Prova la zona Verona ma Bowers la taglia come il burro, poi Magrini sigilla con una tripla d’angolo il nuovo massimo vantaggio, 29-12, che diventa 32-12 con una bomba di Bowers. Nuovo time out Verona, che ha segnato 12 punti in 15′. Altro tentativo dalla punta di Raymond, altro goal, 35-12, ma il canestro più incredibile arriva da Mattia Magrini, al termine di un’azione quasi persa dai biancorossi, con Fultz che salva fortunosamente da un’infrazione di campo per il numero 99, che a sua volta, coi piedi quasi sulla riga di metà e quasi di schiena, lancia una parabola che infila solo rete per il 38-12. A Imola riesce tutto, subito dopo un’altra tripla di Magrini in gran fiducia, mentre Verona trova solo palle perse, ferri ammaccati e falli spesi. E’ Udom a sbloccare, da 3, ma BJ Raymond risponde a tono, 46-15, poi ancora Udom, quando le Naturelle si permettono un quintetto con Wiltshire, Ndaw e Calabrese. Sul 46-17 si va all’intervallo, con numeri che ha poco senso riportare, basti quello della valutazione complessiva: 47-1.

Un’avvio di secondo tempo di marca ospite fa pensare ad una gara più combattuta, 4 a 0 di Henderson e Candussi, ma poi arrivano 8 punti firmati Fultz e Magrini a rimettere coach Dalmonte nei pensieri. E parole, nell’immediato time out. Scontro a quote altissime tra Candussi e Rossi, che ha la peggio e deve uscire con un taglio sopra la nuca. L’Andrea Costa torna a macinare gioco e doppia nuovamente Verona, 63-32, con Fultz in evidenza. Dall’altra parte Candussi ed Henderson trovano finalmente punti. Terzo quarto più equilibrato, con difese allegre, e tabellone che segna 69-37.

4° quarto. Rientra Rossi, guida un’attenta difesa oltre i 24”, poi segna e fa segnare Simioni con l’and one, che manda sul 76-37 i romagnoli. Udom raccoglie e trasforma un tiro corto di Candussi, ma subito dopo Montanari sblocca il suo score con una tripla da lontano, e Wiltshire passa gli 80 col suo primo canestro: 81-39. Ancora il quintetto tutto panca per coach Di Paolantonio, con Montanari Calabrese Wiltshire e Simioni, ma i ragazzini hanno mano sicura e continuano a macinare punti. Dall’altra parte è Amato a non arrendersi, Severini trova finalmente i primi punti, Henderson e Dieng qualche varco in più, e portano la Tezenis a 54. Candussi segna l’ultimo e la gara termina sul 91-56. Bella prova di squadra per l’Andrea Costa Le Naturelle, con Raymond, Simioni, Rossi e Bowers in doppia cifra, ma tutti gli undici giocatori a referto. Prova indecifrabile per la Tezenis, che ha ‘bucato’ completamente la gara, trovando solo a sprazzi qualche lampo da Udom, Candussi ed Henderson.

Trofeo Andrea Costa alla squadra di casa, Le Naturelle Imola, e Simioni premiato quale miglior under della gara.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy