Verona in Serie A, l’ex patron Vicenzi: “Darò una mano ma serve il credito d’imposta”

Verona in Serie A, l’ex patron Vicenzi: “Darò una mano ma serve il credito d’imposta”

La misura al vaglio del Governo e una squadra forte: queste le condizioni perché l’ex patron della Scaligera dia una mano all’operazione Serie A.

di La Redazione

Conferma i contatti per riportare Verona in A, lo storico patron della Scaligera Giuseppe Vicenzi. Lo fa dalle colonne del Corriere di Verona, sottolineando il peso di un lavoro che si fa intensissimo. Complici la proposta ufficiale arrivata ieri dalla Lega Basket e una scadenza strettissima (iscrizione entro il 25 giugno), bisogna trovare almeno 3,5 milioni di euro di budget. Eppure “a certe condizioni potrebbe esserci l’interesse a partecipare alla sfida – dice Vincenzi – la cosa importante è che per fare un’A1 seria occorrono diversi milioni altrimenti si va incontro a un campionato a rischio”. Arriva così al dunque, l’industriale, ponendo la condizione con la C maiuscola per dare la sua mano, insieme ad altre stampelle fondamentali, dal Banco Bpm al main sponsor Tezenis-Calzedonia (previsto un incontro con la società mercoledì): “Il senso è: ingaggiare quella sfida per essere competitivi. E per ingaggiarla, è fermo sul tavolo del governo un buon aiuto, quel credito d’imposta al 50 per cento sulle sponsorizzazioni che salvaguarderebbe tutti gli sport”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy