Verona, la Serie A è troppo lontana. Pedrollo: “Ad oggi non ci sono i soldi”

Verona, la Serie A è troppo lontana. Pedrollo: “Ad oggi non ci sono i soldi”

Il giorno X è fissato per domani, ma pare che già ieri si sia chiuso l’ultimo spiraglio per il ritorno di Verona in Serie A.

di La Redazione

Il giorno X è fissato per domani, ma pare che già ieri si sia chiuso l’ultimo spiraglio per il ritorno di Verona in Serie A. Lapidario e definitivo Gianluigi Pedrollo, sulle colonne della stampa veronese: “Non ci sono i soldi”, così sintetizza da un lato l’assenza di una vera trattativa con Banco BPM, dall’altra una sinergia sì possibile con l’ex patron Vicenzi, ma solo se arrivasse la norma sul credito d’imposta per le sponsorizzazioni. La politica però è troppo lenta rispetto alle scadenze strettissime imposte dalla Lega Basket, ed entro cui bisogna “racimolare” tra i quattro e i quattro milioni e mezzo di euro. Così bisogna “essere realisti” dice Pedrollo, che pure stasera ha in un programma un incontro con Sandro Veronesi di Calzedonia (proprietaria del main sponsor Tezenis), anche se nulla che possa riaprire una concreta speranza di massima serie .”C’abbiamo provato – dice alla stampa scaligera , ma non siamo mai arrivati a poter concretizzare una situazione interessante. Quindi, ne prendiamo atto e andiamo avanti. Nel nostro piccolo vogliamo continuare a garantire la pallacanestro di qualità a Verona. Vorrà dire che la promozione proveremo ancora una volta a prendercela sul campo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy