Adecco Silver, Semifinali Gara1 – Mantova schiacciasassi nell’ultimo quarto, Ferrara perde dal perimetro

0

La Dinamica Mantova si aggiudica gara 1 contro Ferrara, in un match dove gli estensi sono crollati nel finale, e Mantova approfittando della miglior condizione fisica ha dilagato. Partono subito bene gli Stings trascinati dal trio bolognese Losi-Ranuzzi-Pignatti. Ferrara non si d’animo e arriva al -1 senza però riuscire ad effettuare il sorpasso. Nel terzo quarto gli Stings iniziano ad aumentare il ritmo, mentre Ferrara inizia a sentire le molte gare disputate. L”ultimo quarto è tutto degli Stings, con Ferrara che sparacchia ripetutamente da 3 senza successo. Giusta la vittoria per Mantova, che ha comandato il match dal primo minuto alla fine, ma non c’è tempo per festeggiare, perché fra meno di 48 ore sarà già gara 2.

DINAMICA MANTOVA – MOBYT FERRARA 78-53

PARZIALI: 21-14; 38-32; 60-46;

MANTOVA: Jefferson 9, Ranuzzi 13, Nardi 18, Pignatti 18, Losi 11, Vecchio ne, Lamma 2, Clemente ne, Alibegovic 5, Allodi 2. All. Morea.

FERRARA: Spizzichini 10, Amici 11, Ferri 10, Jennings 11, Mays 6, Bottioni 2, Casadei 3, Andreaus, Pipitone, Ghirelli ne. All. Furlani.

Il match si dimostra fin da subito molto sentito per le tifoserie, i circa 200 ferraresi arrivati al Palabam iniziano ad inneggiare i propri giocatori, mentre quelli mantovani mettono in atto una coreografia tutta biancorossa. Parte subito forte Mantova, inutile dirlo con una tripla del capitano Jordan Losi. Ferrara fatica a segnare, e dopo sette minuti il risultato è un eloquente 18 a 6, con gli estensi che hanno trovato solamente due canestri dalla distanza con Ferri e Mays. Dall’altra parte gli Stings sono scatenati, Ranuzzi trova la tripla del +15 servito da Pignatti. Nel momento di massima difficoltà la Mobyt reagisce, e impone un parziale di 8 a 0 che tiene aperti i giochi (21-14).

La seconda frazione si apre con Mantova che ricomincia a martellare il canestro avversario, Pignatti e sopratutto Nardi creano non pochi grattacapi alla difesa estense, che vede nuovamente gli avversari scappare oltre la doppia cifra di vantaggio. Dall’altra parte a sopperire alla scarsa vena realizzativa di Mays ci pensano Jennings e Amici, che con 9 punti complessivi danno il via alla rimonta che riporta Ferrara a sole tre lunghezze di svantaggio. Ci pensa il lungo mantovano Jefferson a fissare il punteggio, con 3 punti che sanciscono il 38-32 di fine secondo quarto.

Le squadre rientrano in campo, Ferrara sembra aver riordinato le idee e spaventa i padroni di casa arrivando al -1 con l’accoppiata Jennings-Amici. Jefferson offre una giocata spettacolare andando a schiacciare in volo dopo un tiro finito sul ferro, ma nuovamente Amici riporta gli ospiti a -1. Nuova fiammata dei virgiliani che trascinati da un immenso Pignatti e dalle triple di Losi in un batter d’occhio tornano alla doppia cifra di vantaggio (51-41 al 25′). Lamma allarga ulteriormente la forbice, Jennings dalla distanza e Spizzichini da due provano a ricucire lo strappo, ma ora le energie dei ferraresi iniziano a venir meno, e sull’ultimo possesso Nardi scarica intelligentemente su Ranuzzi che trova la bomba del +14.

Gli ultimi 10 minuti di gioco, come successo con Chieti, sono per Mantova puramente accademici; Nardi e Pignatti firmano un nuovo parziale per gli Stings, Ferrara trova il primo canestro dopo ben 7 minuti di gioco, anche perché ormai gli schemi in casa estense sono saltati e le conclusioni sono spesso infruttuose soluzioni da 3. Nardi sancisce la fine del match con la tripla del +25.

Un match che ha visto sempre Mantova avanti, Ferrara ci ha provato ma alla fine le poche energie rimaste hanno permesso ai virgiliani di concludere in scioltezza. In evidenza sopratutto il trio bolognese per i padroni di casa, con Pignatti MVP del match (18 punti, 14 rimbalzi e 2 assist) a cui si aggiunge ovviamente Nardi autore di 18 punti, 4 rimbalzi e 4 assist. Niente festeggiamenti però, lunedì alle 20 e 30 sarà già tempo di gara 2 al Palabam, e sicuramente Ferrara avrà dalla sua la voglia di rivalsa per il pesante parziale subito.

Fotogallery a cura di Luca Sacchi