Al Forum di Biella passa anche Pistoia

0

Niente da fare anche l’ottava partita non porta bene a Biella che continua nella sua crescita in personalità ma manca la vittoria nei minuti finali contro una grande squadra come Pistoia che ha potuto contare non solo su un collettivo forte ma anche grazie ai due ex come Saccaggi e Wheatle decisivi nei giochi e nel creare l’allungo definitivo.

Cronaca

Altra corrazzata contro Biella con tanti ex come è ormai abitudine in questo campionato Zanchi viaggia con il suo quintetto iniziale consolidato Soviero, Hasbrouck, Davis, Morgillo, Pollone, mentre Brienza risponde con Johnson, Utom, Magro, Saccaggi e Wheatle. Nemmeno pochi secondi dall’inizio e Pistoia fa già capire come sarà la serata con una tripla perfetta di Johnson che poi si francobolla a Soviero. La tattica di Pistoia è questa pressing asfissiante e tiro da tre, e su quest’ultima caratteristica è proprio Utom l’alfiere perfetto con un 3/3 dal campo devastante, ma alla fiera dai 6,75 si iscrive presto anche Riisma mandato in campo al posto di Johnson già gravato da due falli. Biella fa un po’ fatica e fino a metà tempo grazie alle invenzioni di Hasbrouck tiene il vantaggio con i punti di Morgillo, poi  Pistoia mette la testa avanti e chiude con cinque di vantaggio. Non cambia la musica dopo il primo stop con Divac che si permette il lusso di due falli in venti secondi e poi si inventa una tripla che indirizza il quarto. I toscani giocano in scioltezza con una difesa alta, e con la solita concretezza dalla linea dell’arco, gruppo esclusivo a cui si iscrive anche Dellarosa. Biella tenata di ricucire ma fa fatica a tenere la grinta degli ospiti che va sui 16 punti di vantaggio sul 24 a 40. C’è il ritorno di Biella che con caparbietà sporca alcuni palloni e proprio a fil di sirena si inventa un gioco da quattro, grazie a un tecnico fischiato a Brienza che si arrabbia per il fallo fischiato a Riisma sul tiro da tre di Pollone. I quattro liberi chiudono sul 33 a 45 all’intervallo lungo. Biella cambia registro al ritorno in campo una difesa molto aggressiva che manda in confusione Pistoia, il vantaggio si assottiglia grazie a Bianchi, Hasbrouck e soprattutto Morgillo. C’è tanta frenesia ma quando Hasbrouck mette la tripla del meno sei c’è fiducia, Morgillo fa il sorpasso e i toscani fanno fatica a restare in scia anche se alla sirena si arriva sulla parità. Biella è in fiducia anche all’inizio dell’ultimo periodo va anche in vantaggio di tre punti, ma poi cominciano a scarseggiare le energie il 63 a 62 è l’ultimo vantaggio laniero. Poi Wheatle in difesa scava il solco che viene sigillato da Saccaggi. I tredici punti finali sono forse troppi per quello che si è visto in campo ma ormai questo è un film che continua a imperversare contro l’Edilnol. Eppure per quello che si è visto in campo non è distante il momento in cui può cambiare la storia di questa stagione.     

Edilnol Biella vs Giorgio Tesi Group Pistoia 69 – 82 (17 – 22; 33 – 45 ; 56 – 56)

Edilnol Biella

Soviero 2, Bertetti 0, Infante 0, Porfilio 2, Bianchi 6, Vincini 4, Pollone 10, Pietra n.e., Loro n.e., Morgillo 23, Hasbrouck 18 , Davis 4. All Zanchi

Giorgio Tesi Group Pistoia

Della Rosa 7, Utom 26 , Divac 3, Saccaggi 12, Del Chiaro 4, Magro 7, Allinei, Johnson 12, Wheatle 8, Rismaa 3 All. Brienza

Tiri lIberi Biella 10/14  Pistoia 16/19 Rimbalzi Biella 31 Pistoia 32 Assist Biella 9  Pistoia 8

Fotogallery a cura di Matteo Cerreia Vioglio:

Zanchi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here