Altra prova da big per Ravenna. Espugnata Ferrara

I tifosi giallorossi possono iniziare a sognare perchè quella vista oggi all’Mf Palace è una grande squadra, la prima capace di vincere a Ferrara

di Andrea Mainardi

I tifosi giallorossi possono iniziare a sognare perchè quella vista oggi all’Mf Palace è una grande squadra, la prima capace di vincere a Ferrara e facendolo con pieno merito nonostante la prematura espulsione di coach Cancellieri dalla partita. Aldilà dei valori notevolissimi di Potts e Thomas, è tutta l’Orasì a giocare con un’energia ed una voglia davvero ammirevole, cosa che le permette di fatto di controllare la partita per tre quarti. I primi dieci minuti avevano lasciato ben sperare una Feli Pharma scioltasi però come neve al sole alla lunga distanza, facendo vedere anche cose non proprio edificanti dal punto di vista del ‘body language’. Chiusura di 2019 amara dunque per Ferrara, alla quale ancora una volta manca quella costanza nel mostrare di poter recitare un ruolo più importante di quella della comprimaria in questo campionato.

PRIMO QUARTO: E’ di Sergio dalla media il primo canestro dell’incontro. Ferrara dal canto suo dimostra subito un buon feeling col canestro colpendo dall’arco con Ebeling e Baldassarre, anche se coach Leka rinuncia a Fantoni per due falli prematuri (8-2 al 4′). Dall’altra parte anche Cancellieri è costretto a far fronte ai due falli di Thomas, il quale resta in campo e segna il suo primo canestro della serata da sotto. I falli sono davvero tanti da ambo le parti ed anche Beretta patisce l’esperienza di Chiumenti, il quale capitalizza poi dalla lunetta per il -3. Tocca il parquet anche Campbell che segna subito due liberi mentre sul possesso seguente Marino da tre spara e segna il 12 pari. Ravenna per ora vince la battaglia a rimbalzo guadagnando preziosi secondi possessi: dall’arco segna anche Potts e Ferrara risponde con Wiggs bravo nell’appoggiare a tabellone (15-17 all’ 8′). Poco prima del termine del primo quarto le vigorose proteste di coach Cancellieri portano addirittura all’espulsione dell’allenatore giallorosso e Ferrara non si fa pregare segnando i liberi con Panni e la bomba finale ad opera di Wiggs per il 25-21.

SECONDO QUARTO: La difesa mani addosso dell’ Orasì non paga dividendi: il bonus è raggiunto nei primi due minuti e la tripla di Panni manda la Feli Pharma sul +9 battendo la zona avversaria piuttosto agilmente. Ravenna allora rimanda in campo Thomas che risponde con due canestri dalla media nonostante l’ottima difesa di Ebeling. Ancora gli ospiti accorciano con Venuto da tre mettendo a segno un grande parziale di 0-14 con la tripla di Marino ed il canestro con fallo di Thomas. Ferrara non riesce più a trovare la via del canestro per lunghi minuti, sbloccando il tabellone con Vencato al 27′ per il 32-34. Le squadre riprendono a segnare da una parte e dall’altra con Venuto e Wiggs mentre Thomas commette il suo terzo fallo. Paradossalmente senza l’ala americana Ravenna torna a catturare rimbalzi offensivi. Ne approfitta Potts dall’arco per siglare il +6 Orasì prima ed il +8 poi. I liberi di Panni riportano a due possessi di distanza le squadre ma ancora clamorosamente Potts allo scadere fissa il punteggio sul 38-47.

TERZO QUARTO: Thomas e Fantoni aprono le danze alla ripresa, segna anche Campbell da tre e Ferrara cerca di riprendere inerzia (45-51 al 23′). Ravenna non molla andando a segno ancora con Thomas mentre la Feli Pharma vede ancora Campbell protagonista dall’arco, facendo spendere a Thomas il proprio quarto fallo. Per l’Orasì però cambia poco perchè i giallorossi continuano a giocare con grandissima intensità affidandosi a Potts il quale segna ancora con fallo per il nuovo +8. La risposta estense è celere con Wiggs e Baldassarre che trovano canestri di pura voglia e rabbia agonistica (52-58 al 27′) anche se la zampata per riaprire la partita definitivamente non arriva, dato che Treier dall’angolo segna il +9. Anzi, Ravenna fa tesoro delle perse ferraresi e con Jurkatamm e Potts raggiunge il +13 mettendo a segno il nuovo parziale, decisivo ai fini del risultato finale. Il quarto infine vede gli ospiti avanti 54-65 ma il distacco sarebbe potuto essere maggiore, visti i bruttissimi segnali che arrivano dalla sponda ferrarese con i giocatori di coach Leka che giocano con nemmeno la metà l’energia degli avversari.

ULTIMO QUARTO: L’inerzia non cambia e Ravenna resta avanti con cinque punti di Treier lasciato liberissimo al tiro. Ferrara torna a segnare con Campbell (58-70 al 32′) ma Potts in isolamento va a bersaglio da tre ed anche Potts continua il suo personalissimo show permettendo all’Orasì di chiudere la partita sul +17 a cinque minuti dal termine. I restanti scampoli di partita vedono ancora i giallorossi legittimare la meritata vittoria chiudendo l’incontro sul 69-88.

Feli Pharma Ferrara – OraSì Ravenna 69-88 (25-21, 13-26, 16-18, 15-23)
Feli Pharma Ferrara: Sekou Wiggs 20 (5/7, 1/4), Folarin Campbell 13 (1/6, 3/7), Alessandro Panni 10 (0/1, 2/3), Patrick Baldassarre 9 (3/4, 1/4), Michele Ebeling 6 (1/2, 1/2), Luca Vencato 4 (1/1, 0/2), Eugenio Beretta 3 (1/3, 0/0), Tommaso Fantoni 2 (1/4, 0/0), Alessandro Buffo 2 (1/1, 0/1), Giovanni Ianelli 0 (0/0, 0/0), Carlo Balducci 0 (0/0, 0/0), Matteo Ramazziotti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 17 / 28 – Rimbalzi: 30 10 + 20 (Sekou Wiggs 7) – Assist: 15 (Folarin Campbell 4).
OraSì Ravenna: Giddy Potts 25 (5/7, 4/9), Charles Thomas 21 (10/14, 0/0), Kaspar Treier 14 (4/6, 2/4), Tommaso Marino 10 (2/2, 2/6), Marco Venuto 9 (0/0, 2/8), Luigi Sergio 4 (2/4, 0/1), Alberto Chiumenti 3 (1/1, 0/1), Mikk Jurkatamm 2 (1/2, 0/2), Fadilou Seck 0 (0/1, 0/0), Elia Bravi 0 (0/0, 0/0), Simone Farina 0 (0/0, 0/0), Matteo Zanetti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 8 / 10 – Rimbalzi: 31 9 + 22 (Giddy Potts, Alberto Chiumenti 5) – Assist: 21 (Tommaso Marino 7).
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy