Settima meraviglia dell’Apu: Orzinuovi sconfitta al PalaCarnera

I bianconeri si impongono tra le mura amiche per 84-63. Mvp dell’incontro Cromer con 19 punti

di Barbara Castellini

Seconda affermazione consecutiva per l’Apu. Dopo il successo di sette giorni fa a San Severo, la formazione di coach Alessandro Ramagli ritrova i due punti sul parquet del PalaCarnera battendo Orzinuovi per 84-63. Nonostante le distanze in classifica – l’Agribertocchi è ultima nel girone Est di Serie A2 – per lunghi tratti la gara è stata più equilibrata del previsto. Solo dopo l’intervallo lungo, i bianconeri sono riusciti a trovare il ritmo e la concentrazione necessari per avere meglio sugli avversari. Avversari costretti a rinunciare per buona parte dell’incontro al loro “faro” Christian Mekowulu, gravato di tre falli nei primissimi minuti di gioco. Sul fronte opposto, Ramagli ha potuto contare sulla grande prestazione di Tj Cromer, ancora una volta Mvp con 19 punti, e sulla crescita costante di Agustin Fabi, sempre più uomo-squadra. “Ritrovati” anche i due playmaker Lorenzo Penna e Andrea Amato, reduci entrambi da problemi fisici. Con 14 punti, dunque, si chiude l’andata dei friulani che domenica inizieranno il girone di ritorno contro Roseto, ancora al Carnera (palla a due alle 16).

Con Amato non ancora al top per la distorsione alla caviglia dieci giorni fa, coach Ramagli schiera il quintetto formato da: Penna, Cromer, Fabi, Antonutti, Beverly. Il collega Corbani, invece, manda in campo dal primo minuto: Bossi, Smith, Negri, Carenza, Mekowulu. Dopo aver osservato un minuto di silenzio per la recente scomparsa di Paolo Rosada del Comitato regionale Fip (Commissione Arbitri), la partita inizia con i due liberi assegnati dal direttore di gara per fallo di Penna su Bossi, che mette a segno soltanto il secondo (0-1). I primi punti friulani arrivano dopo 56 secondi di gioco dalle mani di Cromer (2-1). Gravato di tre falli nei primi 4 minuti di gioco, Mekowulu viene richiamato in panchina da Corbani, sostituito da Galmarini. Nel frattempo, l’Old Wild West inizia a macinare punti e a metà periodo si trova sul +6 con i liberi trasformati da Fabi (12-6). Orzinuovi si avvicina a 3 minuti e 23 secondi dalla prima sirena con Negri (16-14), ma nel finale di periodo l’Apu, trascinata da Cromer e Penna, tocca il +10 a 47 secondi (27-17), distanza che rimarrà inalterata fino alla fine del primo quarto (29-19). Nel secondo periodo è Fabi a suonare la carica nelle file della formazione di casa. C’è, infatti, il suo “zampino” nel +12 dopo due minuti di gioco (33-21) e nel successivo 35-23 trenta secondi più tardi. Nella fase centrale della seconda frazione di gioco, però, gli uomini di Ramagli commettono qualche disattenzione di troppo: ne approfitta l’Agribertocchi che a metà periodo si porta sul -1, grazie alla tripla di Parrillo (37-36). Immediata la reazione dei friulani, che però vengono nuovamente raggiunti a un minuto e 13 secondi dall’intervallo lungo (42-42). I canestri di Beverly, Antonutti e Negri (sulla sirena) completano il secondo parziale (46-44).

In avvio di terzo periodo Bossi subito impatta (46-46), ma il team di Ramagli in pochi minuti ritrova la necessaria lucidità – e soprattutto le giocate di Amato – per riportarsi avanti di 10 lunghezze (60-50) a quattro minuti dalla fine del periodo. Centoventi secondi dopo i padroni di casa mettono a segno il +14 (65-51), ancora il play milanese. Il libero, su due concessi, trasformato da Gazzotti per fallo antisportivo di Galmarini fissa il finale di terzo quarto sul 66-53. Nell’ultimo periodo l’Old Wild West si ritrova ad amministrare con sufficiente tranquillità il vantaggio acquisito, sfiorando prima il +16 con Nobile (70-53) dopo due minuti e successivamente il +19 con Cromer (76-57), distanza che verrà difesa fino all’ultima sirena: 84-63 il finale al Carnera.

 

APU OLD WILD WEST UDINE – AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI 84-63

(29-19, 46-44, 66-53)

APU OLD WILD WEST UDINE: Cromer 19 punti, Gazzotti 1, Amato 8, Antonutti 9, Fabi 12, Zilli 7, Jerkovic ne, Ohenhen ne, Beverly 12, Nobile 7, Penna 9, Minisini ne. All. Alessandro Ramagli.

AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI: Smith 7 punti, Bossi 14, Siberna 6, Parrillo 6, Varaschin, Guerra ne, Galmarini 4, Negri 16, Carenza 7, Mekowulu 3. All. Fabio Corbani.

Uscito per cinque falli: nessuno.

Spettatori: 3mila circa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy