Batosta per Orzinuovi, la Fortitudo domina l’ultimo quarto e vince

Una buona Agribertocchi Walcor Orzinuovi crolla dopo tre quarti contro la favoritissima Fortitudo Bologna: 81-90 il risultato finale.

di Francesco Ravelli

Una buona Agribertocchi Walcor Orzinuovi crolla dopo tre quarti contro la favoritissima Fortitudo Bologna: 81-90 il risultato finale. Non bastano i 25 di Sollazzo e i 12 di un brillante Scanzi, gli ospiti sono tecnicamente dominanti e trascinati da uno straripante Rosselli da 26 punti e dall’infinito Mancinelli (23 con 5 rimbalzi) si aggiudicano i due punti in palio. Il primo acuto è dei padroni di casa che trovano la soluzione dalla lunga con Scanzi, a cui rispondono allo stesso modo Italiano e Gandini: 4-6 dopo 1\2 ai liberi di Sollazzo con 6’40” sul cronometro. Altra tripla, questa volta di Sollazzo, che prova a spingere i suoi avanti. Gli 1\2 e 2\2 dalla lunetta prima di Cinciarini e poi di Mancinelli permettono alla Fortitudo di impattare sul 9-9. Per 3′ la gara si mantiene in equilibrio: alle penetrazioni di Raffa e Ghersetti ribattono Rosselli e Mancinelli. Negli ultimi 120” di primo quarto la Effe prova la fuga ma la bomba di Ruggiero chiude la frazione sul 18-22. Inizio arrembante dell’Agribertocchi che, non turbata dal canestro da tre di Rosselli, infila un tremendo 10-0 con Scanzi protagonista che costringe coach Comuzzo al time-out; 30-27 dopo 4′. Il minuto di riflessione fa bene ai bolognesi che, con 5 punti in fila di capitan Mancinelli, interrotti solo da un appoggio di Ghersetti, trovano la parità. Dopo il piazzato di Fultz che rilancia avanti Bologna la panchina orceana decide per il time-out; 32-34 con 3′ restanti. Fultz trova un altro canestro ma Scanzi, in grande spolvero, non si fa attendere: la prima metà termina 34-36 e la gara è estremamente in bilico.

La ripresa si apre con uno strappo importante di Orzinuovi che trova subito il 36-36 con Raffa e poi l’allungo con la tripla di Strautins. La reazione degli emiliani non si fa tuttavia attendere: Pini e Italiano prendono in mano la squadra e fanno 48-42, obbligando al time-out coach Finelli con 5′ da giocare. Il rientro sul parquet della compagine bresciana è ottimo: una buona sessione di liberi di Sollazzo e Strautins consente loro di ridurre il gap fino al 47-48. Fultz da tre prova a sistemare le cose ma il 2\2 di Raffa e il canestro dal pitturato di Sollazzo rimettono la gara in perfetta parità: 51-51 dopo 8′. Rosselli e il solito Sollazzo si alternano dalla lunga, Raffa porta avanti l’Orzibasket ma Cinciarini e Amici non sono d’accordo; la terza frazione finisce 56-58. Ghersetti trova immediatamente il canestro del pareggio ma l’impatto sull’ultimo periodo della Consultinvest è terrificante: 9-0 di parziale con Rosselli, Cinciarini e Amici che si caricano gli emiliani sulle spalle e provano ad azzannare al collo l’incontro. Il resto del match vede Orzinuovi provare a diminuire il distacco, ma la lucidità e l’efficacia degli avversari è lampante e incolmabile: finisce 81-90 al “San Filippo”.

AGRIBERTOCCHI WALCOR ORZINUOVI 81 – 90 CONSULTINVEST BOLOGNA

AGRIBERTOCCHI WALCOR ORZINUOVI: Strautins 19, Raffa 11, Zanardi ne, Valenti ne, Antelli ne, Iannilli, Ghersetti 11, Zambon, Scanzi 12, Yabrè ne, Ruggiero 3, Sollazzo 25
All. Finelli

CONSULTINVEST BOLOGNA: Boniciolli ne, Cinciarini 7, Mancinelli 23 Fultz 9, Montanari ne, Chillo 2, Gandini 5, Amici 7, Rosselli 26, Pini 2, Italiano 9, McCamey ne
All. Comuzzo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy