Biella va in confusione e Piacenza ne approfitta

0

I giovani di Biella pagano dazio di fronte al pubblico in questa ripartenza al Forum, troppo imballati, timori  più psicologici che non fisici e alla fine perdi il controllo e anche la partita. Insomma una tassa all’esperienza che l’Edilnol ha pagato caro questa sera. Hasbrouck ha dimostrato di possedere numeri giusti ma deve ancora affinare l’intesa con i compagni. Soviero spento e Infante non al meglio. Molti giocatori a corrente alternata e nel disastro del primo tempo non è dispiaciuto Tommaso Bianchi alla fine in doppia cifra anche se non con grande minutaggio. Guariglia, Pascolo, Devoe e Cesana invece la spina dorsale di una squadra quella di Piacenza quanto mai determinata questa sera  

Prima in casa di una nuova stagione le tribune si riempiono di tifosi ed è questa la novità più bella di questa stagione, il ritorno alla normalità. Biella presenta il suo nuovo giocatore Hasbrouck e il riscaldamento è un inno alle possibilità che questa squadra cresca e bene. Dall’altra parte Salieri sa di avere gli uomini contati ma quelli in campo sono uomini di grande esperienza come Pascolo e Cesana. Si parte con Davis, Pollone, Hasbrouck, Soviero e Morgillo per Biella mentre Piacenza risponde con Sabatini, Guariglia, Pascolo, Devoe III Cesana. Il primo acuto è di Soviero e poi Morgillo raddoppia, Cesana tiene in partita i suoi e sarà un incubo per Biella in questo primo tempo con quattro triple. Biella va avanti sul 7 a 6 e poi si spegne improvvisamente la luce. Zanchi ruota i suoi mentre Salieri tiene il suo quintetto base fino alla prima sirena il risultato è devastante un 16 a 4 che non ammette repliche. Biella sembra in credito di fiducia e non ne azzecca una. La ripresa inizia nello stesso modo con Vincini stoppato da Pascolo e Hansbrouck che tenta inutilmente di scuotere i suoi, la palla scotta e pochi si prendono la responsabilità del tiro. Cin pensa Bianchi con un paio di triple a portare in carreggiata Biella sul meno dieci ma poi è un altro black out quando Galmarini mette la tripla del più venti. Troppe palle perse, pochi rimbalzi e pochi tiri Biella non può essere questa   

Si ricomincia con più grinta nel terzo quarto con Pollone che ruba palla e subisce antisportivo ma i due liberi successivi non vanno (stasera troppi errori dalla linea della carità) ma ogni volta che Biella piazza anche un mini parziale Piacenza riesce a controbattere. Nel finale del quarto però c’è un sussulto di orgoglio per i padroni di casa che riescono a piazzare un parziale di 12 a 2 che li riporta a contatto anche se ancora sulla doppia cifra di svantaggio. E l’abbrivio è giusto con una tripla “ignorante” di Bertetti che quasi da centrocampo sigla il meno sei a inizio ultimo quarto. Ci vuole tutta l’esperienza di Pascolo e di Devoe che partita la sua (25 punti alla fine) per ricacciare Biella. Pollone e compagni tentano la carta del tiro dalla lunga distanza ma le polveri questa sera sono bagnate mentre Guariglia a un paio di minuti dalla fine mette la sua terza tripla che gli garantisce il titolo di MVP con una doppia doppia (17 punti e 17 rimbalzi) e sigilla il match. Biella troppo brutta per essere vera nel primo tempo, più esperta Piacenza che ha saputo sfruttare le debolezze della squadra di casa.

Edilnol Biella vs Ucc Assigeco 63 – 76 (11 – 22; 23 – 43; 45 – 56)

Edilnol: Soviero 5, Bertetti 3, Infante 0, Porfilio 4, Bianchi 11, Vincini 6, Pollone 11, Aimone n.e., Loro n.e., Morgillo 8, Hasbrouk 6, Davis. All. Zanchi

Assigeco Piacenza: Seck 2, Devoe III 25, Galmarini 3, Gaijc 2, Pascolo 10, Guariglia 17, Querci 0, Gherardini n.e., Sabatini 1, Cesana 16. All Salieri

Tiri Liberi Biella 4/13 Piacenza 7/14 Rimbalzi Biella 34 Piacenza 46  Assist Biella 11 Piacenza 15 Palle Perse Biella 17 , Piacenza 20

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here