Candussi ispira Verona: Bergamo lotta ma soccombe

0

Tezenis Verona-With U Bergamo 84-78 (25-14; 48-35; 66-53)

La With U Bergamo combatte con ardore fino alla sirena finale, ma non riesce a contenere Francesco Candussi: il lungo gialloblu chiude la gara con 24 punti e un super 11/12 al tiro. La Tezenis Verona conquista così la quarta vittoria consecutiva, si porta al 50% di vittorie (11-11) e sale in classifica.

L’asse Zugno-Andre Jones apre la gara per Bergamo ma Candussi inizia a colpire con regolarità dalla media distanza e da sotto segnando i primi 8 punti gialloblu. Gli ospiti propongono la velocità e la faccia tosta di Da Campo e la precisione di Andre Jones. La Tezenis compila però un break di 8-0 con Jones e Severini e sale sul 14-9. Rosselli comincia a disegnare basket, Pini è il suo bersaglio preferito e Verona vola a +11 (24-13) dopo i canestri di Bobby Jones e del rientrante Caroti. Easley regala presenza e atletismo a Bergamo, ma Verona è superiore: 25-14 dopo i primi 10′.

Sale a + 12 (30-18) la Tezenis a inizio secondo periodo grazie alla tripla di Rosselli. La With U si sblocca in attacco, colpisce con regolarità nei primi 3′ appoggiandosi ad Andre Jones ma non riesce a contenere l’attacco equilibrato veronese. Il primo canestro di Greene dall’arco si accoppia all’ispirato Candussi da sotto per il + 15 (39-24). Qui Bergamo reagisce: il contro break di 11-2 è ispirato da Zugno e Pullazi e la fa tornare a -6 (35-41). Verona tuttavia si riprende e risponde con i primi punti di Tomassini: contro parziale di 7-0 e primo tempo che si chiude sul +13 (48-35) per la Tezenis.

Parte bene Bergamo alla ripresa delle operazioni grazie all’ottimo impatto fisico di Easley (6 punti di fila). Ma la squadra di Calvani fatica a contenere Candussi, Bobby Jones e Tomassini e non riesce a rosicchiare punti. Così Verona, grazie alla tripla di un infallibile Candussi, sale a +14 (57-43) a metà terzo quarto. L’intraprendenza di Zugno è frustrata dalla varietà di soluzioni veronese. Severini colpisce dall’arco, ma la With U non molla mai: Easley e Da Campo propiziano la mini rimonta per il nuovo -9 (52-61), ma Caroti accelera nel finale e la Tezenis chiude il terzo quarto ancora a +13 (66-53).

Altro buon impatto difensivo di Bergamo all’alba del quarto periodo: break di 4-0 con Vecerina e Da Campo che impongono la loro vivacità. Dall’altra parte però Caroti ha la risposta pronta dall’arco e ispira anche la penetrazione di Bobby Jones. La With U mantiene alta l’intensità, ma la Tezenis si assesta a +15 (74-59) dopo i falli tecnici fischiati a Vecerina e coach Calvani. Gli sforzi di Andre Jones e Pullazi regalano a Bergamo il -6 (69-75) e un finale ad alta concetrazione. Verona non si fa prendere dal panico, aziona il solito Candussi e si affida all’esperienza di Tomassini. Masciadri e Pullazi lottano, la Tezenis sbaglia un paio di rimesse e, pur con qualche sbuffo di troppo, porta a compimento la missione con i liberi di Severini.

Tabellini:

Verona: Tomassini 9, Greene 3, Severini 7, B.Jones 12, Candussi 24, Caroti 13, Rosselli 9, Pini 4, Janelidze 2. All.: Ramagli.

Bergamo: Zugno 7, Da Campo 8, A.Jones 14, Pullazi 18, Easley 17, Vecerina 7, Masciadri 6, Bedini. All. Calvani.