Cantù nel segno di Young: domata una Juvi Cremona mai doma

0

Acqua S.Bernardo Cantù – Ferraroni Juvi Cremona 96-92 (23-18, 31-29, 13-16, 29-29)

Acqua S.Bernardo Cantù: Solomon Young 28 (6/6, 2/6), Christian Burns 17 (5/9, 1/4), Anthony Hickey 16 (6/11, 1/4), Nicola Berdini 14 (3/3, 2/5), Stefan Nikolic 13 (3/4, 2/4), Lorenzo Bucarelli 6 (3/5, 0/2), Gabriele Tarallo 2 (1/4, 0/0), Curtis Nwohuocha 0 (0/3, 0/0), Gregorio Meroni 0 (0/0, 0/0), Filippo Clerici 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 18 / 18 – Rimbalzi: 31 9 + 22 (Christian Burns 7) – Assist: 28 (Anthony Hickey 11)

Ferraroni Juvi Cremona: Tekele Cotton 20 (3/4, 3/5), Bernardo Musso 16 (0/0, 5/5), Lester Medford 13 (2/4, 1/5), Lorenzo Tortu 11 (2/5, 2/5), Gabriele Benetti 9 (3/5, 0/1), Daniele Magro 8 (3/3, 0/0), Luca Vincini 6 (2/2, 0/0), Antonino Sabatino 5 (2/3, 0/1), Cosimo Costi 2 (1/2, 0/2), Marco Timperi 2 (1/2, 0/1), Francesco Grassi 0 (0/0, 0/0), Mattia Boni 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 21 / 25 – Rimbalzi: 29 4 + 25 (Lorenzo Tortu 7) – Assist: 21 (Lester Medford 7)

L’Acqua S.Bernardo torna alla vittoria e trova due punti pesantissimi piegando la JuVi Cremona al PalaFitLine 96-92. Il successo garantisce a Cantù il ritorno al secondo posto solitario in classifica.

LA CRONACA
Due triple consecutive di Hickey spezzano l’equilibrio iniziale di un primo quarto che per tanti minuti prosegue con un punteggio basso, con Cantù che da una parte riesce a recuperare diversi palloni, ma capitalizza poco nella metà campo offensiva. Il tap-in vincente di Tarallo sembra poter spingere Cantù alla fuga, ma negli ultimi 2’ la Juvi si rifà sotto e torna a un solo possesso di distanza. Nell’ultimo possesso Berdini brucia la sirena con la tripla che sancisce il 23-18 per Cantù.

L’Acqua S.Bernardo prova a spingere sull’acceleratore in avvio di secondo quarto e grazie ai canestri di Young e Burns trova il primo vantaggio in doppia cifra della partita. Dopo un time-out di coach Bechi Cremona reagisce e, trascinata da un Cotton da 15 punti all’intervallo, confeziona un contro-break che le consente di tornare fino a -1. Nel momento di difficoltà, i due americani di Cantù salgono di colpi e insieme a Nikolic rimettono prontamente l’Acqua S.Bernardo al comando della partita. Le due squadra vanno al riposo con Cantù avanti 54-47.

Dopo un inizio di secondo tempo in cui si segna poco, la Juvi riesce a costruire un altro parziale che consente agli ospiti di tornare nuovamente a un solo possesso di distanza. L’Acqua S.Bernardo ritrova la via del canestro affidandosi alle conclusioni da lontano, con Burns e Berdini che colpiscono con i piedi oltre l’arco. Prima del canestro finale di Sabatino che fissa il punteggio sul 67-63.

L’inizio dell’ultimo quarto è un festival di triple, con protagonisti da una parte triple di Young e Berdini e dall’altra Musso e Tortu. Ad allungare è però Cantù che con un 6-0 di Nikolic e Hickey ritocca il massimo vantaggio a +13. La Juvi ancora una volta non molla e grazie a Cotton e Tortu si riavvicina pericolosamente a Cantù. Vincini impatta la partita a 40” dalla fine. Young dalla lunetta è glaciale, Medford sbaglia e Hickey lanciato in contropiede chiude la partita: l’Acqua S.Bernardo vince 96-92.

UFF.STAMPA PALL.CANTU’