Caserta trova il riscatto all’overtime, fermata Orzinuovi

0

Finalmente Caserta interrompe la striscia di sei sconfitte consecutive battendo Orzinuovi in casa in un fondamentale scontro diretto.

LA CRONACA – L’avvio di partita è davvero brutto per via dei tanti errori da una parte e dall’altra ma, se Caserta macina praticamente solo palle perse e falli, Orzinuovi riesce in una maniera o nell’altra a procacciarsi un seppur minimo margine di vantaggio. Il punteggio alla fine della prima frazione di gioco è di 18-14 in favore degli ospiti a dimostrazione del livello del match.

Nel corso dell’avvio di secondo quarto la partita non sale certamente di tono ma Orzinuovi trova comunque la forza di punire le incertezze avversarie fino a sfiorare in più occasioni la doppia cifra di vantaggio. L’inerzia favorevole agli ospiti sembra interrompersi quando, dopo un paio di richiami, coach Corbani si fa espellere e Carlson, sfruttando il momentaneo momento positivo, riporta i suoi a -1 sul 34-33. Alla fine del secondo quarto Orzinuovi conduce per 36-33, punteggio decisamente basso per una partita di Serie A2.

Al rientro dagli spogliatoi Orzinuovi piazza un veloce parziale di 4-0 che porta il punteggio sul 43-33 in suo favore. Coach Gentile prova a parlare con i suoi per provare a rianimare la squadra, ma appena rimesso piede sul parquet la Juve subisce la tripla di Carenza che allunga il parziale. Caserta riesce a evitare che gli avversari prendano definitivamente il largo ma non sembra assolutamente avere la forza di riaprire la partita mentre il pubblico del PalaMaggiò inizia a mormorare. Alla fine del terzo periodo il punteggio è di 61-50 in favore dell’Agribertocchi.

La Juve prova a giocarsi il tutto per tutto in avvio di quarta frazione quando, con Allen sugli sucdi riesce a riportarsi in tempi brevi fino al -4 sul 62-58. Dopo il timeout della panchina ospite, Caserta accorcia ancora di più le distanze ma spreca troppe occasioni per agganciare definitivamente gli avversari che continuano a difendere il loro risicatissimo margine nonostante siano in totale difficoltà. Il tanto agognato sorpasso bianconero arriva con il canestri di Carlson che porta il punteggio sul 67-66 in favore dei padroni di casa. Nell’ultimo minuto Parrillo sbaglia il primo libero ma conquista il rimbalzo in maniera sospetta e manda a referto i due punti del sorpasso sul 70-69 a 30’’ dalla sirena. Dall’altra parte l’azione della Juve non è brillantissima ma finisce con una tripla di tabella di Carlson che a 9’’ dalla fine trova il nuovo sorpasso sul 72-70. Dopo il timeout di Orzinuovi Miles si butta dentro e realizza il canestro dell’overtime.

L’overtime si apre con un 5-0 di parziale Orzinuovi che rappresenta un colpo per la Juve, colpo a cui i padroni di casa rispondono con Allen e Bianchi rimettendo il punteggio in parità. Nell’ultimo minuto di gioco si entra con gli ospiti avanti di due lunghezze sull’83-81 ma Allen dalla lunetta riesce a pareggiare i conti. Orizinuovi sbaglia in attacco e manda ingenuamente in lunetta Bianchi che fa 2/ e riporta i suoi avanti a 8’’ dalla fine. Mekowulu sbaglia da sotto e la Juve vince per 85-83.