Che finale al PalaRossini! Jesi passa spinta dai due americani

0

Ha rischiato di buttare tutto all’aria nel finale l’Aurora, che ha visto Recanati risalire di 15 punti in neanche 10 minuti, col contribuito dei cecchini Bader e Loschi. A smuovere gli equilibri è stato un canestro in penetrazione di Bowers (che ha timbrato una prova da 23 punti, 7 rimbalzi e 4 assist), che è valso il +2, seguito poi dai decisivi errori di Recanati. I padroni di casa hanno infatti fallito a pochi istanti dalla sirena la tripla del pareggio con Bader, comunque autore di una spettacolare prova da 30 punti a referto, lasciando così il successo nel derby ai rivali.

Basket Recanati 80 – Aurora Jesi 86

(23-18, 12-23, 19-23, 27-22)

Recanati: Reynolds 20, Bader 30, Marini, Armento, Loschi 16, Bolpin 5, Sorrentino, Fossati, Maspero 8, Breccia, Spizzichini 2, Renna. All. Sacco

Jesi: Alessandri 7,Mentonelli, Battisti 2, Scali, Maganza 10, Moretti, Janelidze 5, Bowers 23, Vita Sadi, Davis 26, Benevelli 13, Picarelli.All. Cagnazzo

Arbitri: Tirozzi di Bologna, Terranova di Ferrara, Azami di Bologna

LA CRONACA (Di Fabrizio Carbonetti)

A Recanati non bastano i 30 punti di Bader ed il 29 di valutazione finale di Reynolds. Il derby va a Jesi che oppone un prolifico terzetto Bowers, Davis, Benevelli che vanno a retina nei momenti anche di maggiore sofferenza quando Recanati aveva iniziato a crederci nel recuperare una gara che gli era sfuggita. E’ un Basket Recanati rigenerato quello che affronta nel derby delle Marche un’Aurora Jesi che deve digerire la sconfitta interna sul filo di lana contro Mantova, un pò il copione, ma all’inverso, della formazione leopardiana a Imola.
Recanati è carica, ha ritrovato fiducia nei propri mezzi e vuole continuare a sorprendere, derbyssimo in primis. Jesi viene comunque da un buon girone di andata e punta non solo a ripetersi ma ad alzare anche l’asticella. Jesi dotata di buone bocche da fuoco, dal ritorno di Sacco però Recanati subisce meno punti e la squadra sta assumendo una precisa identità.

Starting five Recanati: Reynolds, Bader, Loschi, Sorrentino, Maspero. Jesi risponde con Battisti, Maganza, Bowers, Davis, Benevelli.
L’atmosfera sugli spalti è da derby con una buona cornice di pubblico. Avvio contratto delle due squadre. Ci vogliono 2′ per vedere il primo canestro (Bader). A metà periodo tabellone sul 9-9. Un gioco da 5 di Reynolds porta Recanati avanti di 6. Ma Jesi rimane in scia. Reynolds e Bowers protagonisti di pregevoli acuti. Ma è Bader (11 di valutazione al primo stop) dalla distanza a fare male subito imitato da Davis. È la coppia Davis/Bowers a dare una scossa a jesi che, pagando anche di imprecisione, arriva a -1 in tre minuti. Arriva il sorpasso ma è Bader a rimettere avanti Recanati. Vantaggio che Reynolds incrementa. Vantaggio di tre a metà frazione. Ma Benevelli riporta avanti Jesi complice una difesa che ancora non ha preso bene le misure. Spizzichini firma il nuovo pari 33-33 con 4′ al riposo lungo. Rompe l’equilibrio Davis e Recanati si trova con Mapero gravato di tre falli. Da un’azione che Recanati non riesce a chiudere Jesi parte in contropiede e l’antisportivo di Sorrentino porta Jesi +4. Ospiti che possono andare alla lunetta e spendere ancora due falli. Arriva il terzo fallo di Janelidze. Ne spende un altro Davis ma Recanati non riesce a chuudere. Con 5″ alla seconda sirena Jesi avanti di sei e con 13 punti in 20′ frutto del contropiede contro gli appena tre di Recanati.

L’avvio di terza frazione non è esacltante con molti errori ma Recanati fa un mini break di 4-0 (Bader/Reylolds) vanificato da Maganza. Davis colpisce da tre e Jesi vola via con Reyolds che prova a fenare l’allungo. Jesi va avanti di 11 a meta periodo con Recanati senza poter piu spendere falli che porterebbero gli ospiti alla lunetta e ancora lontanissimi dal bonus. Jesi ha in mano le redini della gara, Recanati appare smarrita i soli Bader e Reynolds non bastano a contrastare Bowers e Davis, Battisti e Benevelli. La formazione di Cagnazzo allunga a +13 con meno di tre minuti al terzo stop. Sacco chiama time out per spezzare la corsa jesina e riassestare la squadra.
Jesi fa subito la voce grossa, Recanati prova a rintuzzare con due triple firmate Maspero e Loschi, ma c’e Benevelli a mettere un sigillo per tenere a -8 Recanati che rosicchia e al mezzo giro di lancette inizia a crederci e con due triple di Bader il palas sponda leopardiana torna a farsi sentire. Doppio errore dalla lunetta di Maganza, Recanati non viene premiata dal controoiede, sotto le plance colpi sempre piu duri. E la tripla azzurra di Bolpin lancia Recanati verso l’inseguimento. 76-76 sulla tripla di Loschii con 2′ 56″ alla sirena finale. La tripla di Benevelli rompe la spinta di Recanati che rientra con Loschi. E’ testa a testa: 81-81 e 35″ con Maganza che dalla lunetta non sbaglia stavolta per quel minimo vantaggio che Jesi potrà gestire in 7″ palpitanti finali. 81-84 e palla in mano a Recanati per il gioco della disperazione che potrebbe portare all’overtime, Recanati prova a contendere una palla che diventa però tiro dalla lunetta oer Jesi che chuude una gara che sul finale Recanati aveva orgogliosamente riaperto. Per Recanati ancora una partita persa nel rush finale dove sarebbe servita maggiore lucidità e cinismo, non ultima anche un poco di fortuna.

Fotogallery a cura di Alfonso Alfonsi