Chieti a caccia dei due punti contro la corazzata Ravenna

di Gianfilippo Monti

Dopo la cocente sconfitta di Recanati, la Proger Chieti torna al PalaLeombroni domenica 9 novembre alle ore 18 per sfidare Ravenna, al momento seconda in classifica. Situazione delicata in casa Chieti, chiamata al ritorno alla vittoria che manca da quasi un mese. L’ultima vittoria, infatti, risale al 15 ottobre, quando la squadra di coach Galli vinse contro Latina. Di lì in poi, tre sconfitte di fila: Omegna, Treviso e l’ultima di Recanati. La classifica rimane comunque buona, ma una vittoria sicuramente alzerebbe il morale dei biancorossi. Da rivedere, le amnesie difensive e la poca lucidità in fase offensiva che hanno caratterizzato la partita di domenica scorsa a Recanati, specie nel terzo quarto, quando i marchigiani hanno sfoderato un parziale di 17-0, mandando in bambola i biancorossi. C’è anche da dire che nell’ultimo quarto, i teatini hanno tirato fuori tutto l’orgoglio e la rabbia possibile, arrivando da -18 a -1 (74-73), che faceva presagire una rimonta pazzesca, poi vanificata da Sykes e compagni.
Ci si aspetta molto anche dai due americani, un po’ in ombra in queste ultime partite. In primis da Saffold: il ragazzo di Chicago non è stato brillantissimo come l’inizio di stagione, e ciò ha fatto sprofondare la media punti da 13.4 a 12.5; da Adam Sollazzo, l’anno scorso terzo miglior realizzatore della Serie A2 Silver proprio con la casacca dell’Acmar Ravenna, al momento miglior realizzatore della Proger con 17.3 punti. Da ripartire anche dalle buone prestazioni fornite dal play Monaldi, uscito malconcio per uno stiramento al polpaccio a Recanati ma disponibile per il match di domenica, secondo miglior realizzatore delle “Furie” con 13 punti e 2.8 palle recuperate a partita (il migliore del torneo finora) , capitan Cardillo (7.8) e il centro Andrea Ancellotti, 11.8 punti di media e con il 54 % dai tiri da due, chirugico e fermo anche dalla lunetta (86 %).
Di fronte, Chieti trova un Ravenna con il morale alle stelle: la squadra di coach Antimo Martino è seconda in classifica, con una sola sconfitta sul groppone (nella seconda giornata contro Latina), viaggiando con 76.2 punti di media, di pari passo proprio con la Proger. Squadra che ha confermato buona parte del roster dell’anno scorso: l’americano Singletary, miglior realizzatore dell’Acmar con 17 punti di media, il play Eugenio Rivali (11), il giovanissimo centro Cicognani (7) e l’esterno Amoni (10.3), 50% dei tiri da 3. In estate sono arrivati la guardia americana Emmanuel Holloway (11.8), secondo miglior realizzatore dell’Acmar che sostituisce proprio il partente Sollazzo e l’altro attesissimo ex di turno Andrea “il professore” Raschi (8), per tre stagioni a Chieti, l’anno scorso vice capitano delle “Furie”. Completano il roster il 39enne centro Francesco Foiera (6.5), il play classe ‘94 Matteo Tambone (5.5) e la guardia classe ’95 Jacopo Grassi (2.2). Una squadra quindi piena di giovani, ma che non pecca sicuramente per l’esperienza!
Sarà quindi una partita dai due volti: Chieti per tornare alla vittoria e per tornare ad esprimere quel bel gioco frizzante e veloce, quella cattiveria delle prime partite, Ravenna per confermarsi e per non perdere la scia delle De’ Longhi Treviso, al momento capolista delle Serie A2 Silver a punteggio pieno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy