Chieti: La Proger fa suo il derby d’Abruzzo per la seconda volta, Modus battuta

0

Venticinquesima giornata di Adecco Silver che vede la Proger Chieti aggiudicarsi per la seconda volta consecutiva il Derby abruzzese su Roseto per 80 a 73, dopo una gara entusiasmante e ricca di emozioni da entrambe le parti. Match caldissimo sia sul parquet che sugli spalti, oggi al PalaLeombroni si sono registrate ben 2500 presenze, record stagionale. La squadra di casa e Coach Maurizio Bartocci mettono in campo il quintetto base composto da Passera, Deloach, Soloperto, Shaw e Raschi. La Modus e Coach Tony Trullo rispondono con Alex Legion, Bisconti, Marini, Leo e Stanic. La palla a due vede uno contro l’altro Matthew Shaw per la Proger e Luca Bisconti per la squadra ospite. Contesa vinta dal lungo di origini americane e primo possesso Chieti. Il match si apre con entrambi i team che non riescono a trovare i 2 punti per i primi 2:30 di gioco. Il punteggio riesce a smuoversi grazie al play maker Marco Passera che segna un 1 su 2 dalla lunetta aprendo cosi le marcature dopo il fallo di Stanic. Dall’altro lato risponde Pierpaolo Marini con un’ottima penetrazione e appoggia a canestro facile. I primi due canestri segnano l’inizio del vero match con entrambi gli attacchi che cominciano a dare il meglio di sé e riescono ad arrivare a canestro bucando le difese avversarie. Chieti si porta subito avanti grazie alle prime giocate di Soloperto, che poi però viene sostituito da Coach Bartocci per causa falli (2 a soli 5’ dall’inizio). Comincia a scaldarsi anche Michael Deloach, che prima segna un canestro in penetrazione, poi realizza un terzo tempo partendo dall’arco dei 3 punti e conclude con una tripla che fa letteralmente esplodere il PalaLeombroni. La squadra rosetana cerca di rispondere grazie alle giocate di Legion, anche se nel primo quarto realizza solamente 4 punti, l’attacco ruota sempre attorno a lui. Gli altri giocatori che vanno a segno per la squadra ospite sono Bisconti da sotto, Zaharie con il piazzato e Marini in penetrazione. Il primo quarto termina 18 a 13 Chieti. Il secondo periodo di gioco si apre con palla alla Modus Roseto e Alex Legion comincia a far vedere perché è uno dei migliori giocatori del campionato, realizza un punto dopo l’altro, in penetrazione, da 2 punti, dalla lunga distanza, è inarrestabile, riesce a realizzare ben 10 punti solo in questa frazione di gioco. Chieti però non si lascia sorprendere e risponde a gran voce con le giocate di Passera (il play è scatenato in velocità buca la difesa rosetana e segna 6 punti), Cardillo (appena entra fa subito la differenza con la sua grinta e voglia di vincere, recupera un pallone dopo l’altro, prende sfondamenti e realizza 4 punti), Raschi e Gialloreto che piazzano ben 3 bombe in due e Deloach che segna altri 2 punti in penetrazione. Il primo tempo si conclude con Genovese che realizza 5 punti consecutivi (tripla e piazzato da 2). Le squadre vanno a riposo con il punteggio che premia Chieti per 46 a 34. Il terzo periodo si apre proprio come è iniziato il match, ovvero con entrambi i team che non riescono a trovare il canestro, passano altri 3 minuti prima che Raschi questa volta, mette il piazzato da 2 punti. Per la Modus risponde il play Stanic in penetrazione e appoggia facile a tabellone. Gli attacchi però non si scatenano come nella prima frazione e il punteggio non decolla. Per la squadra di casa vanno a canestro Soloperto da sotto, Comignani che con un’altra bomba fa esplodere il Palazzetto e Passera che chiude con altri 2 punti messi a referto. La Modus risponde con il solito Legion che, come da pronostico, è il pericolo numero uno per la difesa avversaria, Genovese, il quale realizza altri 5 punti consecutivi, sempre con una tripla più piazzato ravvicinato e Bisconti, il lungo rosetano segna prima 1 su 2 dalla lunetta e poi schiaccia a canestro. Il terzo periodo si chiude 54 a 48 Proger. L’ultimo quarto si apre con la squadra di casa che vuole allungare il suo vantaggio e Roseto che vuole riaprire il match. Chieti parte bene, segnando prima da 2 con Passera e poi dalla lunga distanza con il capitano, Fabrizio Gialloreto. La Modus risponde con Metreveli, Legion e Genovese che piazza un’altra bomba. Ad un certo punto Roseto riesce anche a riportarsi a -4, ma le speranze durano poco perché Passera, il solito Cardillo, Raschi e Deloach continuano a segnare e a mantenere il vantaggio aumentandolo anche. Roseto, nonostante fosse senza Legion e Bisconti, fuori per 5 falli da metà quarto periodo non ne vuole sapere di arrendersi e dimostra di avere carattere segnando 4 triple (due di Stanic, una di Genovese e una di Metreveli) alla fine della partita. Il derby d’Abruzzo si conclude per la seconda volta nelle mani della Proger Chieti, che si dimostra essere forte nelle occasioni che contano, strappando il successo per 80 a 73. A fine match da segnalare atteggiamenti da parte dei tifosi rosetani che non hanno nulla a che vedere con lo sport purtroppo. Questa sera la Proger si è dimostrata una grande squadra che gioca da “vera squadra”, infatti non ci sono state assolutamente note negative per nessuno, è difficile anche scegliere un migliore in campo, ma se si volesse premiare un singolo questo è sicuramente Cardillo (grandissima grinta, non si arrende mai, incita i propri tifosi a sostenere la squadra, realizza 8 punti, recupera 6 palle, subisce 7 falli, di cui 4 sfondamenti, dal punto di vista psicologico è stato il peso che ha inclinato l’ago della bilancia verso la Proger). Chieti ha tirato con il 40% dai 2 punti ed il 47% dalla lunga distanza per un totale del 42% dal campo. Per la Modus migliore in campo Alex Legion (è sempre il pericolo numero 1 per la difesa avversaria, dotato di grandissime doti tecniche e agonistiche, realizza 22 punti, subisce 4 falli, serve 2 assist e strappa 10 rimbalzi, l’attacco rosetano delle volte sembra perso senza di lui in campo). La Modus ha tirato con il 58% dai 2 punti ed il 32% dalla lunga distanza per un totale del 46% dal campo. CHIETI 80-ROSETO 73 Parziali: 18-12; 28-22 (46-34); 8-14 (54-48); 26-25 (80-73). CHIETI: Bini n.e., Gialloreto 6, Comignani 7, Raschi 11, Di Emidio , Passera 19, Cardillo 8, Deloach 12, Soloperto 8, Shaw 9. Coach: Bartocci. ROSETO: Sowell, Legion 22, Zaharie 2, Stanic 10, Leo, Genovese 15, Marini 4, Ricci 2, Bisconti 7, Metreveli 11. Coach: Trullo. Arbitri: Eduardo Ciano, Michele Gasparri, Gianluca Capotorto. Usciti per 5 falli: Soloperto del Chieti, Legion e Bisconti del Roseto. Spettatori: 2.450.

Fotogallery a cura di Mimmo Cusano & Giampaolo Rosati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here