Chieti prova l’assalto a Scafati per tornare a vincere

di Gianfilippo Monti

Dopo due partite disputate fuori le mura amiche, la Proger Chieti torna al PalaLeombroni domenica 30 novembre per affrontare la prima delle due partite casalinghe. Situazioni non delle migliori in casa biancorossa: da Legnano e Piacenza sono arrivate due sconfitte pesanti che hanno fatto precipitare i teatini in nona posizione, a soli due punti dalla zona calda della classifica. Trasferte che hanno evidenziato il solito “fatal quarto” della Proger: cali di concentrazione dal punto di vista offensivo e difensivo, hanno permesso agli avversari di creare passivi pesanti, con Chieti costretto sempre a rincorrere. Insomma, le stesse amnesie mostrate anche ad Omegna e Recanati. Come se non bastasse, in settimana la squadra non si è allenata al completo per via di numerosi infortuni: la play-guardia Matteo Palermo, risultato uno dei migliori sia a Legnano che a Piacenza mettendo a referto rispettivamente 13 e 10 punti, ha riportato uno stiramento al polpaccio; il centro Andrea Ancellotti, terzo miglior marcatore delle Furie con 11.3 punti, ha subito un trauma contusivo alla spalla sinistra ed è in forte dubbio per la partita di domenica; il giovanissimo centro Emanuele Di Giacomo ha riportato un fastidio alla mano dopo uno scontro in allenamento; anche Saffold, ultimamente troppo sottotono a livello di prestazioni con la media punti scesa vertiginosamente da 13.4 e 10.3, è in forse, in quanto convive con il solito fastidio al ginocchio. Per preparare al meglio la sfida di domenica, la truppa di coach Galli ieri ha sfidato Giulianova, squadra militante in DNB, vincendo per 76-66, con Cardillo, Di Emidio e Paesano in doppia cifra.

La Giovova Scafati si presenta a Chieti con gli stessi punti (8) dei padroni di casa. Squadra neo promossa dalla DNB, i campani si mostrano a ranghi completi e  con un roster di tutto rispetto:  particolare attenzione ai due migliori realizzatori del torneo dai tiri da 3 ovvero l’ala Andrea Ghiacci con il 61% (11/18) e il play Antonio Ruggiero con il 49 % (23/49). Lo stesso Ruggiero è anche il secondo miglior realizzatore dai tiri liberi, con il 92 % (23/25). Per quanto concerne gli americani, occhio all’ala grande Jeremy Simmons, miglior realizzatore dei gialloblù con 15.6 punti di media, e al 25enne play Reginald Hamilton, 11.2 punti e con il 45% dei tiri da due. Sotto le plance, agiranno il veterano Luca Bisconti (6) e il giovanissimo classe 1995 Ferdinando Matrone (2.2).

Appuntamento dunque per domenica 30 novembre, presso il PalaLeombroni, palla a due alle ore 18.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy