Chieti torna a sorridere: battuta Scafati 71-61

di Gianfilippo Monti

Il Chieti torna a vincere dopo le due sconfitte patite a Legnano e Piacenza. Due punti che pesano come un macigno per la squadra di Coach Galli, vincendo contro una direttaconcorrente per la permanenza nella seconda serie. Da evidenziare la prestazione maiuscola di Jeremy Saffold, tornato ad essere una “mina vagante” nell’area avversaria come l’inizio di stagione e smentendo chi lo voleva fuori dai giochi. Continua, invece, il mal di trasferta degli uomini di coach Giovanni Putignano (0 punti conquistati finora fuori le mura amiche) che comunque fino al secondo quarto ha dato del filo da torcere ai padroni di casa, rendendo la partita equilibrata punto a punto. Nel Chieti, out il giovane centro Emanuele Di Giacomo per un infortunio alla mano destra, per Scafati non ce la fa il “cecchino” Ghiacci ma può usufruire dell’esperienza dell’ala Federico Lestini, arrivato da poco.

PRIMO QUARTO– Chieti che scende in campo con Monaldi a impostare, Saffold e Sollazzo sulle ali, Cardillo e Paesano sotto canestro;  Scafati si presenta con Hamilton in cabina di regia, Simmons e Ruggiero sulle ali, Zaccariello e Bisconti sotto le plance. Primo quarto che si mostra equilibratissimo, con Chieti aggressiva in fase difensiva e cinica nell’area avversaria,  ma Scafati tiene bene e risponde al colpo con Bisconti e Simmons migliori interpreti. A rompere l’equilibrio “punto a punto”, ci pensa Hamilton che  rifila due triple consecutive a 3 minuti alla fine del quarto,  portando Scafati sul +6 (12-18). Coach Galli chiama timeout, Chieti si sistema difensivamente (bella stoppata di Ancellotti su Simmons) ma il parziale vede sempre avanti Scafati 15-18, dopo una tripla di Palermo.

SECONDO QUARTO– Il secondo quarto si apre con due tiri liberi piazzati da Ferdinando Matrone dopo un fallo di Ancellotti (15-20). Ruggiero piazza un tiro tentando l’allungo ma Palermo da tre e Sollazzo con tiro più fallo, vanificano l’allungo campano (21-22). Quindi, il nuovo vantaggio dei biancorossi si materializza con Ancellotti (23-22); Hamilton e Bisconti allungano nuovamente (23-27), Saffold prima piazza una tripla (26-27) poi Alessandro Paesano realizza il nuovo allungo dei biancorossi (28-27). Dopo due liberi piazzati da Bisconti, è Saffold-show: prima realizza un tiro impossibile, poi da 3 manda in visibilio il pubblico del PalaLeombrini, portando Chieti sul +6 e dissipando tutte le critiche subite per le ultime prestazioni. Chieti è in giornata dai 6.75 e dunque Matteo Palermo fa 38-31. Il secondo quarto si chiude sul 40-31, grazie ad un tiro sul finire di capitan Cardillo.

TERZO QUARTO– Il terzo quarto riprende con gli stessi quintetti di partenza sul parquet del PalaLeombroni. Hamilton gela il pubblico di casa con una tripla ma Cardillo e Paesano allungano il passivo (44-38). Cardillo è immenso nel terzo quarto: prima subisce un fallo difensivo da Simmons, poi realizza una tripla allo scadere dei ventiquattro secondi, portando Chieti sul +9 (47-38). Zaccariello non ci sta e risponde nell’azione successiva (47-40). Chieti rimane comunque attenta sotto il profilo difensivo e ne approfitta degli svarioni difensivi avversari con  Paesano e Monaldi (due triple di fila) i quali portano Chieti sul +15 (55-40). Zaccariello e Ruggiero suonano la carica gialloblù, facendo un parziale di 4-0 (55-44), ma Di Emidio chiude i battenti del terzo quarto sul 57-44.

QUARTO QUARTO– Nel quarto quarto, la trama è semplice:   Chieti deve gestire il nutrito vantaggio, Scafati costretta a rincorrere per tentare il colpaccio. Sollazzo tutto solo realizza l’undicesimo punto personale (59-44), Simmons accorcia con tiro più fallo (59-46). Lestini realizza i primi due punti  della partita, Ancellotti ribalta la situazione, portando
Chieti sul +13 (61-48). Scafati tenta il recupero puntando sulle giocate Simmons, ma Chieti difende bene e il più delle volte porta gli ospiti ad oltrepassare il limite dei 24 secondi. E i teatini ne approfittano: Ancellotti realizza il 63esimo punto delle “Furie” (63-50), il solito Simmons accorcia (63-52) ma Sollazzo in schiacciata e Saffold da tre, proiettano Chieti verso i due punti di giornata. Alla fine dell’incontro, Chieti batte Scafati per 71-61

PROGER CHIETI – GIVOVA SCAFATI  71 – 61

PROGER CHIETI: Cardillo 7, Palermo 11, Di Emidio 2, Marchetti , Paesano 10, De Angeliis ne, Ancellotti, Monaldi, Saffold 13, Sollazzo 13.
GIVOVA SCAFATI: Di Capua ne, Izzo, Zaccariello 4, Lestini 5, Sciutto, Ruggiero 10, Simmons 12, Hamilton 17, Matrone 4, Bisconti 7.

Fotogallery a cura di Giampaolo Rosati

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy