Supercoppa A2 – Chieti vince e convince contro Nardò

0

La Lux Chieti vince la prima partita ufficiale in stagione contro Nardò per 73-69. Dopo la sconfitta maturata dalla Lux Chieti in terra marchigiana contro Fabriano, i ragazzi di coach Maffezzoli, dopo un match combattuto ed equilibrato fino a due minuti dalla sirena finale, si impongono contro la neo promossa Nardò che ha sicuramente onorato la maglia questa sera al PalaLeombroni. Buona prestazione per Chieti che porta ben quattro giocatori in doppia cifra (Meluzzi, Ancrum, Jackson, Dincic), capace di dominare sotto le plance. Onore ed applausi per Nardò, in partita per tutto l’incontro con un sontuoso Thomas, best scorer dell’incontro con 25 punti.

Degna di nota, la presenza di un nutrito pubblico dopo un anno e mezza di astinenza per le restrizioni Covid e uno striscione esposto su entrambe le curve con scritto “No To Racism” dalla Curva Felix, alla luce del referto della Procura Federale, pubblicato nella giornata odierna dalla società Lux Chieti. Chieti, ora, sarà impegnata in trasferta a San Severo per il proseguo dei gironi della Supercoppa.

I QUARTO

Al primo vero match della stagione, la Lux Chieti scende in campo con Meluzzi in cabina di regia, Ancrum e Woldtensae sugli esterni, Dincic e Jackson sotto le plance; risponde Nardò con Ferguson ad impostare, Fallucca e Thomas esterni, La Torre e Thomas ad attaccare il ferro. Partenza che vede protagonisti gli americani di entrambe le squadre, complice anche un inizio molle da entrambe le difese. Bene Chieti a rimbalzo che permette agli uomini di coach Maffezzoli di giocare seconde opportunità spesso producenti. Gli attacchi sortiti da Meluzzi e compagni permettono di giungere ad un vantaggio di 15-7 che costringe al timeout coach Gandini. Alla ripresa delle ostilità, Nardò limita Chieti con una difesa aggressiva, e questo permette agli ospiti di accorciare le distanze e di terminare al decimo minuto sul 17-16.

II QUARTO

Alla ripresa delle ostilità, Maffezzoli disegna una difesa che limita le bocche di fuoco degli ospiti ma sul fronte offensivo, la Lux è sterile. Nardò passa in vantaggio per la prima volta con una tripla ben disegnata da Ferguson (17-19) ma Chieti è brava a pareggiare subito con capitan Meluzzi (19-19). I padroni di casa realizzano un timido break di 5-0 (24-19) grazie alla rapidità offensiva, sebbene Nardò comunque è capace di eludere i punti di riferimento biancorossi. Nardò si scuote, Thomas suona la carica (13 punti a -4′ dal termine) e vede sorridere il punteggio a 3 minuti dal termine (24-26). Come dal principio del quarto, gli errori da ambo le parti fanno da padrone, ed all’intervallo lungo è Nardò a mettere la freccia e andare sul +4 (30-34). All’intervallo lungo, Ancrum è il best scorer per Chieti con 7 punti all’attivo, mentre per Nardò è il già citato Thomas (13).

III QUARTO

Il terzo quarto si apre con una tripla di Dincic che porta Chieti subito sul -1 (33-34). I padroni di casa si mostrano subito aggressivi su entrambe i fronti e questo crea qualche grattacapo alla squadra di Gandini. Una tripla di Jackson riporta Chieti in vantaggio (37-34) creando entusiasmo sugli spalti e in campo. Ferguson mantiene Nardò a galla con una tripla poderosa (38-37) ma questo non scompone Chieti che continua a macinare gioco e a difendere in maniera più ragionata con un pressing asfissiante. Gandini chiama timeout dopo una tripla di Ancrum, permettendo di recuperare idee ed energia agli ospiti in maglia blu. Nardò, alla ripresa, è più determinata di Chieti e aggancia nuovamente il para con un Thomas in grandissimo spolvero (43-43). Il pareggio maturato replica quanto visto nei primi due quarti, dove l’equilibrio è a far da padrone. Poletti ha tra le mani tre tiri liberi dopo un ingenuo fallo di Tsetserukov, ma il lungo milanese sbaglia clamorosamente tutti i tiri a disposizione. Alla fine del terzo quarto, comunque, è Nardò avanti: 49-50.

IV QUARTO

L’ultimo quarto parte in forma blanda, con entrambe le squadre che si studiano per tentare la giocata decisiva. Maffezzoli alza i centimetri inserendo tutti i suoi lunghi e la tattica si dimostra vincente: Chieti domina sui rimbalzi offensivi e difensivi e piazza il break decisivo a 5 minuti alla fine (63-55). Ferguson si fa male e chiede il cambio, Nardò stringe i denti poggiandosi sulla fisicità di Poletti e Thomas ma con il passare dei minuti, la stanchezza fa padrona ad ambo le parti. Thomas spaventa Chieti (66-61) ma Amici è sublime dall’arco e realizza la sterzata definitiva per i ragazzi in maglia gialla (69-61). Gli ospiti mollano la presa, alla fine è 73-69 per i teatini.

LUX CHIETI – FRATA NARDO’ (17-16, 30-34, 49-50, 73-69)

LUX CHIETI: Woldetensa 8, Graziani, Meluzzi 12, Ancrum 14, Jackson 11,Dincic 11, Aromando 2, Bartoli ne, Tsetserukuov 9, Amici 6. Coach: Maffezzoli

NARDO’: Poletti 19, Fallucca 0, Cappelluti ne, Cavalera ne, Fergouson 14, Burini ne, La Torre 6, Fracasso ne, Jerkovic 5, Thomas 25. Coach: Gandini.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here