Ennesimo KO per Matera, Latina bissa al PalaSassi

0

Doveva essere la partita del riscatto, la partita del tutto per tutto, del dentro o fuori per un’OIimpia che, si pensava, piu’ in basso di cosi non poteva cadere. Invece basta guardare anche solo la classifica adesso per smentire i pochi fiduciosi alla vigilia del match. Smentite tutte le aspettative, e di certo non quelle in merito al gioco e alla qualità del roster che ormai lascia pochi dubbi e mette d’accordo tutti sulle scelte errate della società nel mercato, le speranze erano riposte soprattutto sul piano caratteriale e sulla voglia di riscatto degli uomini di Bianchi, impegnatI in un match decisivo contro una diretta concorrente per la salvezza, che in partite come queste puo’ contare piu’ di ogni altra cosa. Nulla di tutto questo: la Bawer Matera resta in partita solo nel primo quarto, poi al primo affondo Latina prende il largo e impone al PalaSassi la settima sconfitta consecutiva, la decima stagionale nel campionato di Lega Due Silver, un campionato in cui non c’e’ posto per squadre cosi’ facilmente vulnerabili e incapaci di reagire ed esprimere anche un accenno di gioco. Nulla si improvvisa, e nulla puo’ essere raggiunto se i presupposti sono questi, per una squadra che oggettivamente merita la posizione in classifica in cui staziona adesso, la penultima a -2 da Piacenza che sul campo avrebbe gli stessi punti di Matera, non foss’altro per la sconfitta a tavolino con Tortona.
E cio’ che ha riservato il pubblico a fine partita ai propri giocatori è un messaggio da brividi che mai si era visto al Palasassi. Nessun fischio, nessuna contestazione, ma un silenzio tombale e una totale indifferenza che risuonava piu’ forte di ogni altra cosa, chiaro messaggio di disinnamoramento, e per una piazza come Matera, coriacea, passionale e amante della palla a spicchi, tutto questo è un incubo immeritato.
Nel primo quarto è Reed a rompere il ghiaccio per gli ospiti, Matera pero’ reagisce alla grande e piazza il primo break di 6-0 con Giarelli, Richard e Greene. Ad accorciare le distanze ci pensa Nardi con la prima tripla del match (6-5), ma Matera scappa ancora con il secondo canestro di Giarelli e la bomba di Fallucca. Tutto cio’ pero’ si rivela una mera illusione, è appena questo l’apice raggiunto dai biancoazzurri, poi il decadimento e tanto graduale quanto inarrestabile. Latina non molla e confeziona la rimonta sulla Bawer con Ianes, Nardi e Reed: 11-13. Da qui si assiste un tiro alla fune con Green che si mette sulle spalle la sua squadra e Austin e Cantone che rispondono colpo su colpo, fino a quando a 1’ dalla fine viene raggiunta la perfetta parità 18-18. Ultimo minuto di marca Benacquista, ed eè ancora Banti a rendersi protagonista e chiudere il quarto sul 22-24
I primi sei minuti di secondo quarto offrono uno spettacolo inguardabili da ambo i lati. Tanti errori e solo 5 punti per parte. I biancoazzurri tornano nuovamente in vantaggio dopo la tripla di Cucco ma non riescono a scappare, anzi sciupano 3 possessi su 3 e Latina ne approfitta per il nuovo sorpasso sui padroni di casa con Banti e Nardi, che segna da sotto, dalla lunetta e da tre: 31-38. Da qui al termine c’e’ solo una squadra in campo. Nella parte finale del quarto Matera ne fa solo 3 (Greene), Latina invece trascinata dagli ex Cantone e Austin ne fa 7, e si va al riposo lungo sul 34-45.
Alla ripresa delle ostilità la Bawer sembra decisa a ribaltare le sorti del match con Fallucca e Tagliabue che ne fanno 6 in totale, ma è l’ennesima illusione di giornata, è ancora Cantone a scuotere Latina e a farsi rimpiangere dai suoi ex tifosi, seguito da Nardi e Inaes che fanno piombare l’Olimpia sotto la doppia cifra (-11, 42-53). Matera sembra incapace di reagire e Giarelli sciupa l’impossibile, non fa lo stesso Inaes che si conferma l’arma letale degli ospiti e Latina vola a + 12: 47-59. Santolamazza mette dentro il primo dei due liberi e Latina sale a + 13 a 1’39” dal termine, divario che resta immutato sino al termine del quarto: 49-62
Il quarto quarto si apre ancora con Matera che vuole far tanto, ma non raccoglie nulla, Richard e Greene riportano i locali a -9, ma appena Latina inizia a giocare i biancoazzurri sembrano totalmente incapaci di fermarli. Dalla parte opposta Austin punisce sempre da tre e Latina torna a gestire un prezioso vantaggio: 53-65. Matera in bambola, gli ex Cantone da sotto e Austin dalla grande distanza e Banti in contropiede non perdonano e Latina si porta a + 19: 53-72. Gara virtualmente già chiusa a 5? da termine ma la Bawer prova la reazione con Baldasso e il 2+1 di Circosta: 58-72. Poi Latina sfrutta l’antisportivo di un ingenuo Green e che manda coach Bianchi su tutte le furie trova altri quattro punti con Cantone: 58-76. Da qui al termine per Cantone e il suo Latina che si porta addirittura sul +20 è una vera e propria passerella. I giocatori tirano i remi in barca, il “capitano” della nave ci rinuncia anche lui sedendosi mestamente in panchina e la flotta affonda nel piu’ misero dei modi, Latina chiude la sfida a +19 e rifila un umiliante K.O alla Bawer che chiude l’anno “in bellezza”.
Bawer Matera-Benacquista Latina 62-81 ( 22-24, 34-45, 49-62)
Bawer Matera: Greene 17, Fallucca 6, Richard 3, Baldasso 13, Giarelli 9, Sacco ne., Cucco, Caceres, Circosta 7, D’agostino ne, Paparcone ne, Tagliabue 6. Coach: Bianchi
Latina: Nardi 16, Cantone 11, Austin 19, Ianes 12, Reed 10, Banti 8, Santolamazza 1, Ihedioha, Uglietti 4, Di Ianni ne. Coach Bartocci.
Arbitri: Galasso, Marota e Bongiorni
Tiri liberi Bawer Matera 11/17, Latina 7/10
Tiri da tre: Bawer Matera 3/14, Latina 8/19

Fotogallery a cura di Roberto Linzalone e Galileo De Iudicibus