Grandinano triple su Latina, la Wegreenit Milano domina 96-82

0

Nonostante l’assenza per febbre di Amato, la Wegreenit Urania Milano si appoggia sulla solidità del proprio gruppo e centra la prima vittoria casalinga dell’anno.
Il 96-82 finale rende pieno merito ai Wildcats, che trovano protagonisti diversi in ogni momento del match e vanno in affanno solamente in avvio di secondo tempo, quando Latina si porta sul -1 con una scaricata di Gaines. Lupusor però è preziosissimo dal primo all’ultimo secondo, e chiuderà la sua gara da top scorer con 23 punti e 5 rimbalzi; Potts scavalla il ventello con 8 punti e 2 assist nel quarto finale; Severini aggiunge 16 punti e 4 triple, tra cui quella che ricaccia indietro Latina nel momento di maggiore difficoltà.
Ma ci sono anche i 13 a testa di Landi e Montano e la prova da all around di Piunti, 6+9+6. Urania ritrova percentuali infuocate dall’arco (16/36 alla fine), recuperando dall’anemia casalinga contro Agrigento e Trapani.
Latina resta ancora a secco, nonostante i 21 di Gaines ed i 15 di Moretti.

Wegreenit Urania Milano: Bonacini, Potts, Severini, Piunti, Lupusor
Benacquista Latina: Romeo, Gaines, Alipiev, Cicchetti, Moretti

LA GARA

Bonacini parte in quintetto al posto di Amato. La verve dei Wildcats ricalca quella della bella prova a Vigevano di una settimana fa, Lupusor battaglia con Moretti sotto le plance, ma sono due bombe di Severini a scavare il primo solco con Latina sul 14-8. Alipiev e Gaines danno la parità agli ospiti, costringendo coach Villa al primo timeout.
L’ingresso di Landi spariglia le carte del match: il lungo ex Torino trova 8 punti a fila, aggiungiamoci tre liberi di Montano ed alla prima sirena il tabellone recita 29-22.
Mladenov riavvicina i biancoazzurri, ma Lupusor in versione gladiatore stoppa ogni tentativo di rientro, peraltro essendo al posto giusto al momento giusto in attacco, garantendo extra possessi preziosi a Milano. Ancora Severini, su assist visionario di Landi, dona il massimo vantaggio sul +9, prima che Cicchetti e Moretti scuotano la Benacquista, rientrando sul 42-36. Il massimo sforzo viene però vanificato dai soliti moschettieri Lupusor-Potts, e col canestro di Bonacini al 20′ il punteggio è 49-37.
Al rientro l’unico momento di appannamento dei Wildcats, imprecisi da 3 e frettolosi nelle scelte offensive. Aggiungeteci un paio di invenzioni di Gaines da lontanissimo e Latina mette il fiato sul collo ad Urania, quando al 25′ siamo sul 55-54. Ci pensa il solito Severini a ridare tranquillità agli uomini di Villa, che sulle ali di Montano e Landi riallungano e da fine terzo quarto non si voltano più indietro.
L’ultimo quarto è un lungo monologo Wildcats, che dal +12 del 30′ aggiornano più volte il massimo vantaggio, tra triple di Potts, magate di Montano, la terza tripla di Landi e l’ingresso dei giovani Anchisi, Ciccarelli e Solimeno: Lupusor brucia la sirena per il 96-82 finale, Urania sale 3-2 e si prepara al derby contro Cantù nel migliore dei modi. Appuntamento a sabato prossimo!

Tabellini
Wegreenit Urania Milano: Lupusor 23, Potts 21, Severini 16, Montano 13, Landi 13, Piunti 6, Bonacini 4, Cavallero, Anchisi, Ciccarelli, Solimeno
Benacquista Latina: Gaines 21, Moretti 15, Fall 13, Alipiev 12, Romeo 9, Cicchetti 8, Mladenov 4, Amo, Collazo ne, Viglianisi ne