Greene, Jones e difesa: Verona impone il ko alla capolista Tortona

0

Tezenis Verona-Bertram Tortona 68-62 (13-19; 34-40; 50-54)

Solida e aggressiva in difesa, brava a sporcarsi le mani in attacco: Verona infligge a Tortona il terzo ko di fila in campionato e a sua volta conquista la terza vittoria cosecutiva sulle ali di Bobby Jones e Phil Greene: 33 punti totali per la coppia di americani gialloblu. Non basta alla Bertram la gara di grande intensità di Cannon: i 22 punti segnati nel secondo tempo suonano come una condanna scritta.

Inizio scintillante di Tortona, grazie a un 7-0 rapido propiziata da Cannon e Luca Severini, oltre a una difesa aggressiva che limita la circolazione di palla veronese. Tomassini e Jones frenano l’emorragia con due triple, mentre Ramagli rinuncia a Candussi con due falli e ricalibra l’assetto con Pini. La Bertram però usa il fisico e appena può corre in campo aperto: la tripla di D’Ercole in transizione e il primo segno d’impatto di Sanders confermano il +8 (16-8) dopo 9′. Rosselli punge, Ambrosin risponde, Greene finalizza e Jones è presente: +6 (19-13) per Tortona alla fine di un primo quarto povero di punti ma ricco d’intensità.

E’ sempre la difesa a propiziare il break di 6-0 con cui la Bertram vola a +12 (25-13) a inizio secondo quarto, grazie agli affondi dell’ottimo Mascolo e di Ambrosin. Verona si affida al talento di Tomassini e ai gomiti di Pini, ma Ambrosin continua a bombardare. Jones però colpisce dalla media ed è una spina nel fianco di coach Ramondino che è costretto a chiamare timeout dopo il risveglio veronese per il -8 (22-30) a metà periodo. Il canestro pesante di Greene avvicina ancora di più la Tezenis, ma gli ospiti sanno rintuzzare e colpire in contropiede con Cannon e Sanders per il nuovo +11 (36-25). Janelidze e Giovanni Severini si fanno trovare pronti sotto canestro per gli assist di Rosselli. Tortona non molla la presa e colpisce da tre grazie a Luca Severini. Ma allo scadere è Greene a infilare la bomba: Tortona mantiene solo un +6 (40-34) dopo 20′ di gioco.

E’ la coppia Jones-Candussi a compilare il 7-0 con cui Verona risale e sorpassa (41-40) all’alba della seconda metà di gara. Tortona perde ritmo e sbaglia attacchi in serie, Rosselli trasforma il parziale in 9-0 in 3′ per il +3 (43-40) scaligero prima del timeout chiamato da Ramondino. Cannon ridà intensità ai suoi, Luca Severini sale in doppia cifa e opera il contro sorpasso Bertram (45-43). Verona però c’è, sopravvive alla vena di Mascolo, ricava canestri anche dalla spazzatura e difende con intensità. Jones con la tripla opera il nuovo sorpasso veronese (50-47). La Bertram però non è capolista per caso, riordina le idee e si appoggia ai suoi americani: break di 7-0 e +4 (54-50) ospite a fine terzo quarto.

La prima tripla di Giovanni Severini esalta la Tezenis a inzio quarto periodo. Candussi griffa dalla lunetta l’ennesimo contro sorpasso casalingo (55-54). L’accelerazione di Greene è parata da Sanders, ma adesso la partita fila via in un equilibrio difficile da scalfire. La Tezenis si appoggia con regolarità in attacco su Candussi e raccoglie buoni frutti. Rosselli gli dà una mano per il +6 (64-58) a 3′ dalla fine. L’attacco di Tortona è confuso e viene stritolato dalla pressione difensiva degli avversari: 4 punti in 9′ per gli uomini di Ramodino. La difesa però regge bene e dà speranza fino all’ultimo. Ma non è serata: Sanders stampa sul ferro la tripla del possibile -3, Jones infila i liberi del +8 (66-58) a 37″. Il pepe finale messo da Tavernelli e Sanders non basta: Verona festeggia la terza vittoria consecutiva.

Tabellini:

Verona: Tomassini 7, Greene 15, G.Severini 7, Jones 18, Candussi 9, Rosselli 6, Pini 2, Janelidze 4. All.: Ramagli.

Tortona: Mascolo 9, D’Ercole 3, Sanders 11, Cannon 15, L.Severini 11, Tavernelli 4, Gazzotti, Ambrosin 9, Morgillo. All. Ramondino.