Il derby è giallorosso, Ravenna rimonta e batte Forlì

Dopo aver subito 46 punti nel primo tempo ed essere tornati negli spogliatoi sul -11, i giallorossi alzano l’intensità difensiva e si guadagnano il successo incassando appena 21 punti nella ripresa.

di Luca Bolognesi, @lucabolla33

OraSì Ravenna – Unieuro Forlì 68-67 (19-21, 35-46, 58-56)

Ravenna: Scaccabarozzi ne, Montano 5, Sgorbati 4, Giachetti 16, Chiumenti 4, Raschi 2, Esposito ne, Masciadri 12, Cinti ne, Vitale 2, Rice 10, Grant 13. All. Martino.
Forlì: Diliegro 9, Castelli 9, Fallucca 6, Naimy 14, Campori, Jackson 13, Gellera ne, Bonacini 3, Severini 13, Thiam, Ravaioli ne, De Laurentis. All. Valli.

Arriva al termine di una grande rimonta il successo dell’OraSì Ravenna nel derby romagnolo contro l’Unieuro Forlì. Dopo aver subito 46 punti nel primo tempo ed essere tornati negli spogliatoi sul -11, i giallorossi alzano l’intensità difensiva e si guadagnano il successo incassando appena 21 punti nella ripresa, oltre che dominando il dato dei rimbalzi per 45-30. Nonostante un Rice sotto ai suoi standard (10 punti), i canestri di Masciadri (12) e Grant (doppia doppia da 13+13) firmano la rimonta nel terzo parziale. Per gli ospiti non basta la doppia cifra di Severini (13) che si unisce alla coppia americana Naimy-Jackson (14 e 13 rispettivamente), e le 7 bombe del primo tempo, è la grinta e la difesa di squadra a portare il derby a Ravenna.
LA PARTITA

Alla palla a due Coach Valli sceglie il quintetto piccolo con Fallucca in campo da ala forte con Diliegro, Severini, Jackson e Naimy, mentre Coach Martino conferma il classico starti grazie five con Giachetti, Rice, Sgorbati, Masciadri e Grant. Ravenna parte con intensità, ma sono gli ospiti a portarsi avanti sul 2-5 grazie alla tripla di Fallucca. L’OraSì supera sul 7-5 con una bomba di Giachetti prodotta grazie all’ottima circolazione di palla, ma la risposta di Forlì è immediata e Severini firma il 7-8. L’ingenuo fallo di Rice sul tentativo da dietro l’arco dello stesso Severini lancia il primo allungo ospite sul 13-18, ma dopo il timeout richiesto da Martino l’OraSì stringe le maglie in difesa e torna avanti sul 19-18, prima che la seconda tripla di Fallucca fissi il punteggio del primo quarto sul 19-21.
Il secondo periodo è aperto dalla bomba di Jackson per il 19-24, ma è Montano a chiudere le strappo segnando a sua volta dalla lunga distanza il 26 pari. Forlì ha però la mano caldissima e scappa via con i canestri da tre di Jackson e Castelli per il 26-32. Giachetti prova a rispondere per il 29-32, ma l’OraSì muove troppo poco la palla in attacco, mentre gli ospiti grazie al bonus velocemente raggiunto e ai liberi di Naimy trovano la doppia cifra di vantaggio sul 29-39. Forlì raggiunge il massimo vantaggio di +11 sul 31-42 grazie alla terza tripla di Jackson e lo mantiene fino all’intervallo lungo ancora grazie ai tiri liberi di Naimy, che mandano in archivio il primo tempo sul 35-46.

Ravenna rientra in campo con grande aggressività e ottimo piglio e torna subito a -5 sul 41-46. Alla tripla di Severini per il 41-49 risponde subito Masciadri per il 44-49 e la squadra giallorossa ricuce il divario a un singolo possesso sul 48-51. Forlì riesce a mantenersi avanti aumentando a sua volta l’aggressività difensiva, ma l’Inter zia della partita è ormai girata. I canestri di Rice tengono a contatto i padroni di casa nella parte centrale del quarto e a 1’ dalla sirena del terzo quarto due liberi di Capitan Raschi firmano la parità a quota 56. Masciadri segna il sorpasso sul 58-56 facendo esplodere il Pala De André e all’ultimo intervallo l’OraSì è incredibilmente avanti nonostante le difficoltà del primo tempo.
Le già basse percentuali al tiro del terzo quarto calano ulteriormente nel quarto, dove entrambe le difese prevalgono nettamente sugli attacchi. Masciadri con la bomba griffa il 63-59, ma per svariati minuti il punteggio resta bloccato. Le stoppate di Grant e dello stesso Masciadri sigillano il canestro di casa, poi l’americano trova la gran schiacciata del 68-63 a rimbalzo d’attacco a 2’ dalla sirena finale. Diliegro riapre la partita con il canestro e fallo del 68-66 a 50’’ e Ravenna perde una sanguinosa palla su uno rimessa a metà campo. Naimy conquista i liberi del potenziale pareggio ma sbaglia il secondo e con 30’’ sul cronometro Valli sceglie di non commettere fallo. Giachetti sbaglia il canestro della staffa, ma Masciadri cattura il rimbalzo che chiude la partita per 68-67 in un Pala De André festante.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy