Il recupero sorride ad Urania, una partenza shock condanna Biella

0
Montano Urania

Urania prosegue nel suo momento positivo, sfruttando il fattore campo e mettendo 4 punti di distacco tra sé e la zona playout. Una partenza shock per Biella, da 2 soli punti segnati in 5′ minuti abbondanti, con i milanesi che scappano tenendo la squadra piemontese ad un solo canestro dal campo. Si può riassumere così la serata dell’Allianz.
Scavando più a fondo c’è un’altra grande prova del collettivo milanese: perché se il top scorer è Thomas, con 21 punti (di cui 16 nel primo tempo), ci sono altri 4 giocatori in doppia cifra, precisamente Montano, Piunti, Nikolic (decisivo nel terzo quarto) ed un Bossi a tutto tondo (11, 9 assist, 4 rimbalzi e 3 recuperate).
Di contro, una Edilnol Biella troppo Hasbrouck-dipendente, un Davis troppo brutto per essere vero (4/16 dal campo, a poco servono gli 8 rimbalzi) ed un tenace Bertetti. Peccato aver chiuso il momento positivo, ma i piemontesi dimostrano di non mollare mai, la lotta per salvarsi sarà decisamente accesa.
Le due squadre torneranno presto in campo, con Urania già lunedì impegnata, nuovamente in casa, contro Torino.

Quintetti iniziali

Urania Milano: Bossi, Cipolla, Thomas, Nikolic, Paci
Edilnol Biella: Hasbrouck, Bianchi, Davis, Pollone, Morgillo

Primo quarto

Thomas ed Hasbrouck inaugurano la serata, ma è Bossi a dare il primo vantaggio ai suoi dai 6.75. Proprio il play triestino si dimostra in ottima condizione: prima esecuzione perfetta del pick’n’roll con Paci, poi conduzione esemplare del contropiede con assist per Cipolla. 9-2 e timeout immediato Biella dopo nemmeno 3′. L’uscita dal minuto non è però dei migliori, con l’attacco piemontese troppo statico e Davis ben disinnescato dalla difesa Urania. Morgillo sbaglia due rigori a porta vuota, e cinque punti di Thomas allargano la forbice tra le due squadre, 14-2. L’attacco biancoblu sembra privo di idee, Davis è ben contenuto da Nikolic ed il solo Hasbrouck ha punti a tabellino dopo 7′.
Il canestro in contropiede di Davis è la miccia per il timeout di Villa: 16-9, con mini-parziale ospite. Nikolic toglie le castagne dal fuoco con una bomba allo scadere dei 24”, riportando i suoi a +10, spalleggiato da altri trepunti di Thomas, e fanno 14 in 8′! Ci sono minuti per Montano, Abega e Piunti, mentre dalla panchina ospite si alzano Bertetti e Soviero. La tripla di Bertetti fissa il punteggio sul 25-13 al 10′.

Secondo quarto

Si sblocca anche Montano, su assist di Abega, un gioco da 3 punti di Soviero mantiene però invariato il distacco. Lo stesso Soviero però spende troppo rapidamente 3 falli ed è costretto a tornare in panchina. La chiave tattica sembra essere quella di cavalcare il contropiede per i piemontesi, che con Bertetti (5 punti) e Porfilio accorciano sul -6, Villa non ci pensa due volte a spendere il secondo timeout sul 31-25.
Anche Porfilio si carica velocemente di falli, ma Montano fa solo 1/2 dalla linea della carità. Morgillo segna, finalmente, su un cioccolatino servitogli da Hasbrouck, col punteggio che fa l’elastico tra il -7 ed il -10. Due triple in rapida successione, di Piunti e Montano, allargano la forbice, ma è ancora Hasbrouck a chiudere il quarto sul 42-32 Urania.

Terzo quarto

Thomas riprende da dove aveva concluso, segnando i punti 17 e 18, mentre Davis e Morgillo dimostrano di non essere nella loro serata migliore. Ci pensa Hasbrouck però, arrivando a 15 personali, prima che Davis, sfruttando una suo recupero ed un assist di Pollone, si porti a casa il ferro per il 46-39. A 4′ dalla fine rientrano in campo Montano e Bertetti, è però Nikolic, col settimo punto nel quarto, a mandare a +12 Urania.
Sempre Bertetti però a risolvere i problemi di Biella, con una provvidenziale tripla. Dall’altra parte è però sempre il solito Montano, con la terza bomba personale, a chiudere un periodo con pochi punti a tabellone: 56-42 Urania, mattatore Nikolic tra i padroni di casa.

Quarto quarto

Ingresso in campo per Vincini, Bossi rimette punti a tabellone su assist di Cipolla, il -16 obbliga Zanchi al minuto di sospensione. Biella si presenta con un quintetto giovane ed aggressivo, pronto a sfruttare la sua mobilità in difesa e l’esplosività in attacco. Urania non alza però il piede dall’acceleratore, come accaduto sabato contro Trapani, anzi costringe spesso gli ospiti a tiri forzati in equilibrio precario. Biella sfrutta esclusivamente la verve di Hasbrouck, che prima segna in penetrazione il 60-48, poi ruba un pallone a Piunti e converte nella tripla del 60-51, con Villa a fermare subito il momento sfavorevole ai suoi.
Piunti dal post basso toglie il tappo dal canestro, Davis invece continua la sua serata sottotono da 2/14 dal campo. Thomas chiude la sua gara da 21 punti con una tripla, prima di uscire zoppicando per un problema accusato nel terzo quarto e riacutizzatosi a 2′ dalla fine. Due canestri dalla lunga, del solito Bertetti e di Davis, per il finale 72-63.

Tabellini
Urania Milano: Thomas 21, Montano 14, Bossi 11, Piunti 10, Nikolic 10, Cipolla 4, Paci 2, Abega, Valsecchi ne, Manzoli ne, Pesenato ne
Edilnol Biella: Hasbrouck 22, Bertetti 18, Davis 9, Soviero 6, Infante 4, Morgillo 4, Porfilio, Bianchi, Vincini, Pollone, Loro ne