Il rush finale premia l’Urania, JB Monferrato sconfitta

Urania Milano – Novipiù JB Monferrato 81-77

di La Redazione

Si ferma a tre vittorie consecutive il filotto della Novipiù JB Monferrato che contro l’Urania Milano si vede superare con il punteggio di 81-79. Gara in bilico fino alla fine decisa dai viaggi dalla lunetta in un ultimo minuto ad alta tensione. I ragazzi di coach Ferrari ancora orfani di Donzelli sul finire di secondo quarto si sono visti privare anche dell’apporto di Redivo che ha dovuto abbandonare il campo anzitempo. Miglior marcatore di giornata Sam Thompson con 17 punti. Sotto le plance un super Camara con 14 rimbalzi.

Lo scambio Redivo-Camara vale i primi punti di giornata. Il senegalese è caldo e trova nuovamente il canestro con una giocata di prepotenza. Raivio parte a rilento e in questa fase è Montano dare ossigeno a Milano. Preciso ai liberi, poi bomba da tre punti. Il canestro da sotto di Langston vale il sorpasso ma la JBM sembra trovare subito il bandolo della matassa. Tripla di Redivo e due belle giocate di Thompson valgono il sorpasso. Tomasini è ispirato. Prima una bellissima penetrazione. Poi con il suo assist dietro la schiena per Camara. Zucchero filato. Langston e Montano accorciano sul finire di quarto. 14-21.

Parte fortissima dai blocchi la Novipiù. Prima con un’invenzione da sotto di Redivo. Poi tripla a del bentornato per Fabio Valentini. Il canestro volante di Martinoni che vale il parziale di 7-0 costringe coach Villa a chiamare time out. Si risveglia Raivio. La sua tripla e quella di Piunti riportano a sole 10 lunghezze il distacco. 20-30. È una fase combattuta dell’incontro. Raspino e Piunti sono due spine del fianco. L’attacco Novipiù non riesce più a trovare il canestro con le stesse percentuali iniziali. Redivo si infortuna e deve lasciare la contesa. Tomasini e Fabio Valentini dalla lunetta riportano JBM sul +9. Benevelli dall’angolo trova un canestro importante ma sull’ultima azione Sirchia innesca Thompson che con la sua schiacciata chiude i conti sul 31-39.

Tornati in campo Raivio con un missile dei suoi infiamma l’orgoglio Urania. Bossi è ago della bilancia. Prima da tre, poi con un contropiede. La Novipiù sbaglia qualcosina di troppo e da un errore in disimpegno Montano impatta sul 41-41. La JB dopo aver dominato i primi due quarti si trova di colpo all’angolo. Ma sa incassare i colpi senza cadere al tappeto. Capitan Martinoni da sotto canestro non sbaglia mai. Nonostante Bossi e Benevelli continuino a trovare punti da fuori i rossoblu non hanno intenzione di farli scappare. Due triple di Fabio Valentini servono per riportarsi a contatto. Risposta dalla distanza ancora di Benevelli ma con il gancio di Martinoni si va sul 60-57 all’ultima frazione.

I liberi di Tomasini valgono il -1 con cui si apre il quarto. Schiacciata di Camara e sorpasso sul 60-61. L’Urania non ci sta ma incassa la tripla di Luca Valentini. Pronta risposta di Bossi da distanza notevole. 65-64. Langston fa due canestri importanti facendosi aiutare dal ferro. 67-64. Raspino segna dall’area e poi è perfetto dai liberi. Urania sul +7. Sembra la parola fine anticipata dell’incontro invece la tripla di Thompson a 2’ dal termine riporta a -4 i ragazzi di coach Ferrari. Entrambe le squadre sono in bonus ed ogni viaggio dalla lunetta diventa decisivo. Thompson risponde a Raivio. 77-74 a 19” dal termine. Bossi e Raivio ne lasciano entrambi uno sul ferro. Ne approfitta a metà però la JB. Prima Fabio Valentini segna in penetrazione ma sul viaggio successivo in lunetta fa soltanto 1/2. Così Bossi ha fra le mani il destino del match. La sua precisione vale l’ 81-77 con cui si chiudono le ostilità.

Urania Milano – Novipiù JB Monferrato 81-77 (14-21, 17-18, 29-18, 21-20)

Urania Milano: Raivio 13, Piunti 7, Bossi 17, Langston 14, Montano 16, Valsecchi n.e., Pesenato, Chiapparini n.e., Cavallero n.e., Benevelli 8, Franco n.e., Raspino 6. Coach: Villa.

Novipiù JB Monferrato: Thompson 17, Camara 8, Martinoni 15, F. Valentini 16, Tomasini 7, Giombini n.e., Lomele n.e., Donzelli n.e., L. Valentini 7, Redivo 7, Sirchia, Cappelletti n.e. Coach: Ferrari.

Coach Mattia Ferrari: “Un po’ di amaro in bocca resta per l’infortunio di Redivo. Comunque abbiamo giocato una partita punto a punto fino in fondo, dove si può vincere e si può perdere. Già senza Donzelli, logico che il contraccolpo psicologico di Redivo che si fa male così è un problema. Dobbiamo andare avanti a lavorare, questa è l’unica cosa”.

Uff.Stampa JB Monferrato

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy