Imola firma il poker casalingo, neanche la Viola infrange l’imbattibilità al PalaRuggi

di La Redazione

Ottava partita in A2 Silver per la Andrea Costa Imola che oggi, domenica 16 novembre, ospita al Ruggi la Viola Reggio Calabria ancora senza Jesse Perry recentemente eletto miglior giocatore della Silver per ottobre e premiato questa sera. Quintetto classico per la squadra di casa che scende in campo con De Nicolao, Anderson, Prato, Bartolucci, Maganza. Gli ospiti rispondono con Rossi, Deloach, Rush, Rezzano e Ammannato. Gli arbitri della gara sono Galasso, Radaelli, Perciavalle.

Inizia il primo quarto e la palla a due è vinta dalla Andrea Costa che però non riesce a trovare il fondo della retina, Deloach invece segna in penetrazione per Reggio Calabria, poi la tripla di Prato porta il punteggio sul 3 a 2. Risponde Ammannato appoggiando al vetro, ma Prato non ci sta, segna 2 triple consecutive, ruba in difesa e lancia Bartolucci per l’ 11 a 4 che fa esplodere il PalaRuggi, timeout Viola con 7 minuti da giocare nel primo quarto.
Ottima la difesa di Imola in questo primo quarto che in attacco gioca la Triple Post in maniera eccellente, trovando spesso l’alto-basso Bartolucci-Maganza, alternato alle penetrazioni di Karvel Anderson. Molto freddo Erik Rush che non sta incidendo affatto fino ad ora. Mancano 3 minuti il punteggio è di 19 a 8 quando esce Karvel Anderson osannato dai suoi tifosi, al suo posto entra Bushati, e subito la pressione difensiva porta Reggio Calabria a buttare fuori il pallone, sul ribaltamento di fronte Patricio Prato segna la sua quarta tripla in altrettanti tentativi. Tutti i giocatori in maglia biancorossa hanno la mano infuocata, infatti Bushati spara 2 triple in rapida successione che portano il punteggio sul 28 a 8, l’ ultima azione è per la Viola che affida il pallone a Deloach il quale subisce fallo e segna entrambi i liberi. Alla fine del primo quarto il punteggio è di 28 a 11.

Inizia il secondo quarto e subito Hassan segna due triple contro la zona calabrese, a cui risponde il solito Deloach. Bisogna sottolineare che in tutta la stagione non si è mai vista una Andrea Costa così pronta a sacrificarsi in difesa guidata dal suo leader Anderson. Quando mancano 7 minuti il punteggio è di 34 a 17 in favore dei biancorossi che sostituiscono l’ottimo, come al solito, Bushati. Ora la partita è molto confusa, le due squadre non riescono più a trovare la via del canestro, anche perché in campo è rimasto il solo Bartolucci del quintetto titolare. Timeout di coach Ticchi che reinserisce il suo quintetto, e di nuovo il volume difensivo si alza, ma ancora gli unici punti di questo quarto per i padroni di casa sono le 2 triple di Hassan. Quando mancano 2 minuti nel secondo quarto Maganza riesce a metter fine al parziale di 13 a 0 che Reggio Calabria aveva imposto grazie alla zona difensiva. E’ Marco Maganza che si è caricato la squadra sulle spalle in questo finale di primo tempo procurandosi anche un fallo antisportivo ma segna solo 1 libero su 2. L’ ultimo possesso del quarto è per la Viola che trova Rezzano da 3 punti il quale, però, sbaglia; il secondo quarto si conclude 37 a 29.Ottima la Andrea Costa che fino ad ora ha espresso una ottima difesa, un ottimo attacco contro la uomo ma non altrettanto contro la zona, grazie alla quale Reggio Calabria si è riavvicinata. La differenza tra le due squadre la ha fatta fino ad ora la % da tre punti, 1/11 per gli ospiti contro l’ 8/17 dei padroni di casa.

Inizia il terzo quarto con palla in mano a Reggio Calabria che non trova il canestro ma Imola fa lo stesso, poi Anderson segna una tripla a cui risponde Deloach in penetrazione. Ora si fa sentire la mancanza di Jesse Perry sotto i tabelloni, infatti la Viola sta surclassando i padroni di casa nei pressi del ferro. Quando sono passati 4 minuti il punteggio è 42 a 38, con i calabresi che stanno dominando vicino a canestro, ma De Nicolao segna in penetrazione e Hassan segna una bomba molto importante per ridare entusiasmo alla Andrea Costa, 47 a 38 per Imola quando mancano 4 minuti alla fine del terzo quarto. L’ ingresso di Hassan ha ridato energia a Imola, che grazie a lui e a Anderson è riuscita a recuperare alcuni palloni importanti, ma Hassan commette il suo terzo fallo e la Viola ne approfitta con una tripla su cui il n.17 biancorosso è in ritardo, risponde però immediatamente Prato con la sua quinta tripla di serata.Durante l’ultimo minuto De Nicolao si fa rubare palla in palleggio ( deviazione di piede invocata da tutto il Ruggi) e Rush vola a schiacciare in contropiede; durante l’ultima azione Norman Hassan si ricorda di essere un tiratore e spara una tripla in avvitamento da 8 metri. Il terzo quarto termina 53 a 47.

Inizia l’ultimo quarto ed è subito Reggio Calabria a trovare la via del canestro, risponde Anderson che si guadagna e segna 3 tiri liberi, la replica è di Ammannato che appoggia al vetro da sotto. Quando mancano 6 minuti e 50 alla fine della partita De Nicolao trova un importante canestro in penetrazione grazie al quale porta Imola sul +7. Timeout Reggio Calabria. Al rientro dal timeout Erik Rush trova una tripla concludendo un ottimo schema disegnato da coach Benedetto, risponde però Maganza appoggiando al tabellone. Nell’ azione seguente Imola perde palla e Deloach trova la tripla che riporta Reggio Calabria a-1. Quando siamo a metà dell’ ultimo quarto Anderson commette un (dubbio) fallo antisportivo su Rush che segna 1 solo tiro libero, 60 pari. Poi entrambe le squadre trovano una tripla e due grandi difese della Viola permettono 2 appoggi in contropiede, timeout Imola. Primo vantaggio Reggio Calabria dopo 37 minuti di gara con il punteggio sul 63 a 67. Al rientro Marco Maganza trova 2 punti e Bushati segna la tripla che riporta in vantaggio Imola, risponde però subito Rush con un’ altra bomba, 68 a 70 in favore degli ospiti. Quando mancano 2 minuti Franko Bushati pesca il quinto fallo di Deloach in penetrazione e segna entrambi i liberi, pari 70. E’ Franko Bushati il go to guy dell’ Andrea Costa, che gli affida il possesso, e il numero 7 in maglia biancorossa non tradisce la fiducia segando una tripla. Sul ribaltamento di azione Deloach trova il fallo e segna entrambi i liberi. Per Imola Bushati spara da 3 punti, sbaglia, il rimbalzo è di Maganza che subisce il fallo, 0 su 2 per il centro. Ultimo possesso affidato a Rush che batte l’uomo ma sbaglia, Bartolucci prende il rimbalzo, subisce il fallo e segna entrambi i liberi, 75 a 72 Imola con 0.3 sul cronometro. Reggio Calabria si affida a Rossi, che lancia in aria la preghiera ma non va. Vince Imola che rimane imbattuta davanti al suo pubblico, anche se questa sera ha davvero faticato, facendo rientrare in partita la Viola. La Andrea Costa ha tirato 15 su 30 da tre punti, Reggio Calabria ha invece dominato sotto le plance sfruttando l’assenza di Perry. Buona la difesa di Imola nei primi 2 quarti, insufficiente invece nella seconda parte di partita.

Andrea Costa Imola Basket – Viola Reggio Calabria:  75-72  (28-11; 37-29; 53-47; 75-72)

Imola: Sedioli, Bushati 14, De Nicolao 4, Maganza 10, Prato 15, Bartolucci 7, Anderson 10, Guazzaloca, Hassan 15, Preti. All. Ticchi.

Viola Basket: Deloach 17, Casini 13, Azzaro, Rezzano 6, Lupusor, Rossi 5, De Meo, Rush 22, Spera 1, Ammannato 8 . All. Benedetto.

Arbitri: Galasso di Siena, Radaelli di Rho (MI) e Perciavalle di Grugliasco (TO)

Fotogallery a cura di Edgarda Valgimigli

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy