Imola implacabile in casa, cinque su cinque contro un’ottima Roseto

di La Redazione

Seconda partita di fila in casa per la Andrea Costa Imola, che oggi ospita al Ruggi gli Sharks di Roseto. La squadra di coach Ticchi è ancora imbattuta tra le mura amiche, e gli Sharks hanno totalizzato in tutto solo 4 punti quindi la gara è alla portata dei biancorossi. Solito quintetto per Imola che schiera De Nicolao, Anderson, Prato, Bartolucci e Maganza. Coach Trullo risponde con Pitts, Moreno, Jackson, De Dominicis, Janelidze.

Inizia la partita e subito Roseto segna da 3 punti con Moreno, per Imola risponde con Bartolucci in appoggio. Pessima difesa di Imola fino ad ora che continua a cercare l’anticipo senza però mai trovarlo, dal canto suo Roseto non riesce a sfruttare le opportunità concessegli. Dopo 5 minuti il punteggio è ancora fermo sol 2 a 6 quando Bartolucci si procura 2 tiri liberi e li realizza entrambi. De Nicolao porta poi con un layup il punteggio sul 6 pari. Con 3 e 30 sul cronometro entrano i panchinari di lusso di Imola, Hassan e Bushati. Ora i padroni di casa hanno serrato le linee difensive e in attacco con 4 tiri liberi di Bushati si sono portati in vantaggio. L’ultimo possesso della gara è per Roseto che segna da 3 punti lasciando però a Anderson 5 secondi per andare in palleggio arresto e tiro. Il primo quarto termina 12 a 11.

Inizia il secondo quarto con palla in mano a Roseto che trova un appoggio vicino a canestro a cui Imola non riesce a rispondere, e ancora gli abruzzesi segnano per il +3.
Dopo 4 minuti il punteggio è di 17 a 19 in favore degli ospiti. Imola ora sta iniziando a muovere la palla come vuole Ticchi e a trovare buoni tiri. Dopo un doppio timeout Hassan trova una tripla e dopo aver rubato palla un appoggio in contropiede portando il punteggio sul 24 a 20 Imola.Per 3 minuti entrambe le squadre non trovano la via del canestro fino a quando è Roseto a segnare 4 punti e riportare il punteggio in parità e costringendo Ticchi a chiamare timeout. Al rientro in campo Prato trova la via del canestro e Maganza dopo un rimbalzo offensivo lo replica, questa volta è Trullo a dover chiamare timeout. L’ultimo tiro del quarto è per Anderson che sbaglia, il primo tempo termina 31 a 26 in favore di Imola.

Andrea Costa che sta dominando a rimbalzo, con 10 rimbalzi offensivi contro i 13 difensivi di Roseto, mentre in difesa ne ha conquistati 18 concedendone solo 7; ma la differenza tra le squadre la ha fatta il modo di reagire alle seconde chance, infatti i biancorossi hanno realizzato 10 punti dopo un rimbalzo offensivo contro solo i 2 di Roseto.
Inizia il terzo quarto e nessuna delle 2 squadre riesce a segnare, poi gli arbitri assegnano un fallo tecnico a Jackson, ma Prato sbaglia il libero. Il punteggio si sblocca dopo 2 minuti quando Prato si procura e segna 2 liberi.  Ora Imola ha scavato il solco grazie a Prato che con canestri e assist ha portato i padroni di casa sul 39 a 26 con 6 minuti e 40 da giocare, Roseto ancora a secco di punti nel secondo tempo. Imola sta davvero giocando bene, difesa solida e di squadra, con anticipi al momento opportuno, e in attacco muove la palla come Tex Winter predica, e a guadagnarci è Maganza che con 10 punti è il top scorer della partita fino ad ora. Roseto è riuscita a ricucIRe il solco nella seconda metà del terzo quarto, più per demeriti Imolesi però, infatti la Andrea Costa ha smesso di difendere, non pressa più e aspetta gli avversari, che ora hanno iniziato a segnare. Quando manca 1 minuto il punteggio è 42 a 38, ma ci pensa Bartolucci con una tripla a rispedire indietro gli avversari. L’ultimo tiro è ancora per Imola che dopo aver giocato il possesso più brutto della storia ha ancora la palla in mano e con un lob Bartolucci serve Bushati che in avvitamento appoggia. Il terzo quarto termina 47 a 40.

Inizia l’ultimo periodo e dopo un ottimo possesso Imola trova Bushati libero che segna da 3 punti, risponde però il solito Pitts in appoggio, 50 a 42 dopo 1 minuto. Ancora Roseto che trova la tripla con Marini, ma subito capitan Prato realizza riportando sul +7 Imola. Quando mancano 6 minuti e il punteggio è 54 a 48 Marco Maganza commette il suo quinto fallo ed è costretto a uscire, brutta tegola per Imola; c’è da dire però che i biancorossi sono davvero massacrati dai fischi arbitrali, infatti ogni quarto è terminato in bonus. Roseto tenta ancora di riaccorciare, portandosi sul 56 a 52, Imola non trova più la via del canestro nonostante costruisca delle ottime trame offensive. Oggi Anderson è un fantasma, ma per fortuna c’è capitan Patricio Prato che segna la bomba che rispedisce Roseto a -7. Nell’ azione seguente gli arbitri fischiano fallo a Prato il quinto fallo ( davvero molto dubbio) e il capitano è costretto a uscire con 20 punti a referto. Per roseto 2 su 2 e -5. Fallo su Bushati con 40 secondi da giocare, ma ne passano altri 10 prima che Roseto arrivi in bonus. Fallo su Hassan che segna entrambi i liberi. 61 a 54 in favore dell’ Andrea Costa con 29 secondi da giocare. Roseto sbaglia la conclusione da sotto, Bushati prende il rimbalzo e subisce fallo, 1 su 2 dalla lunetta ma Hassan prende il rimbalzo e segna entrambi. Per Roseto risponde Innocenzo Ferraro da 3 punti, ma Janelidze commette fallo antisportivo su Bushati che segna entrambi i liberi. Palla a Imola che commette infrazione di campo, Ferraro pesca un fallo e segna 1 libero su 2.  La partita termina 65 a 58.

Nonostante un pessimo Karvel Anderson Imola è riuscita a trovare la W, la numero 5 in casa contro le 4 sconfitte subite tutte lontane dal Ruggi. Molto bene Prato che ha letteralmente portato la squadra al successo. Roseto era inferiore e lo ha dimostrato, ma come al solito la Andrea Costa riesce a far segnare tutti. Da migliorare quindi la difesa, anche se la scusante Perry può ancora valere ( il lungo dice che potrebbe tornare la prossima partita, o sicuramente quella dopo).

PARZIALI: 12-11, 31-26, 47-40, 65-58.

TABELLINI:
Imola: Sedioli NE, Bushati 10, De Nicolao 4, Maganza 10 ( e 12 rimbalzi), Prato 20 (MVP), Bartolucci 8, Anderson 3, Guazzaloca NE, Hassan 8, Preti 2.
Roseto: Pitts 16, De Dominicis NE, Antonini 0, Ferraro 18, Marini 7, Janelidze 7, Ippedico NE, Timperi NE, Jackson 7, Moreno 3.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy