Inarrestabile Cantù, Luiss spazzata via

0
Credits: Walter Gorini

Cantù torna a sorridere. Dopo il passo falso contro Treviglio, l’Acqua S.Bernardo spazza via una Luiss opaca che dopo un buon primo quarto, si scioglie come neve al sole. Dieci minuti appunto in equilibrio, poi è monologo brianzolo con Hickey che fa la voce grossa e spacca la partita già a metà gara segnando 17 dei 59 punti dell’intervallo. La ripresa è così una formalità per i canturini, che amministrano e allungano ulteriormente i diciannove punti di scarto superando quota 100 mandando ben sei giocatori in doppia cifra (Young 20, Bucarelli 17, Nikolic 17, Hickey 17). Per i capitolini menzione per la prova di Miska, che chiude con 25 punti come top scorer del match.

Cantù: Hickey, Bucarelli, Nikolic, Young, Burns
Luiss: Pasqualin, Fallucca, Badmus, Cucci, Miska

CRONACA – Parte subito bene Cantù con l’asse Hickey-Nikolic che regala spettacolo con la schiacciata del 3-2. Miska replica con cinque punti in fila (5-7), ma due triple di Burns e Hickey spezzano l’equilibrio per il 13-7. Miska e Badmus tengono in scia gli ospiti, mentre Fallucca riequilibra l’incontro sul 15-14. Baldi Rossi colpisce dall’arco, ma Miska c’è e continua a far male alla difesa brianzola con l’appoggio a canestro del 20-18. Trama che non cambia con Cantù e Luiss a rispondersi colpo su colpo decretando il 23-21 del primo periodo. Nella seconda frazione Jovovic realizza il meno uno Luiss (25-24), ma Nikolic prima e Berdini poi ridanno ossigeno ai locali, sul 31-24. Baldi Rossi e Bucarelli tornano a colpire, lanciando la fuga canturina sul 36-26 che costringe al timeout Paccariè. Sale in cattedra anche Hickey, con Cantù che tocca il più tredici sul 43-30. Cucci prova a limitare i danni, ma la formazione di Cagnardi è in totale controllo con la tripla di Bucarelli e il canestro di Burns che valgono il 48-34. Hickey continua a dominare (51-35), con gli ospiti che non riescono a tenere a bada il play americano. Finale tutto di marca canturina con Nikolic che sulla sirena trova il 59-40. Si ricomincia con la stessa sinfonia, con la tripla di Young e quella di Bucarelli per il 65-42. I capitolini sbandano e Cantù aumenta ulteriormente il margine con Young e l’inchiodata di Burns a segno per il 74-46 dopo venticinque minuti. I lombardi non si fermano e al trentesimo il punteggio è di 88-59. L’ultimo quarto è garbage time, con Cantù che concede minutaggio anche ai propri giovani con Clerici che trova i primi due punti in stagione. A Desio finisce 108-77.

MVP BASKETINSIDE.COM: Hickey

ACQUA S.BERNARDO CANTÙ – LUISS ROMA 108-77 (23-21, 36-19, 29-19, 20-18)

Acqua S.Bernardo Cantù: Baldi Rossi 12, Berdini 12, Nikolic 17, Nwohuocha 2, Meroni, Bucarelli 17, Hickey 17, Burns 9, Young 20, Clerici 2.

Luiss Roma: Murri 4, Badmus 9, Fallucca 3, Pasqualin 2, D’Argenzio, Jovovic 12, Miska 25, Barbon 3, Basso, Cucci 10, Salvioni 9.

Arbitri: Maschio, Barbiero, Giovannetti.