Incredibile Cortese sulla sirena: Ferrara sbanca Bologna in un finale assurdo

Dopo 40 minuti di confusione ed emozioni, l’ex Fortitudo brucia la sirena per pochissimi centesimi e costringe la Virtus al terzo KO in fila. Ferrara vince con merito.

di Matteo Capelli

Tra mille emozioni e clamorosi sconvolgimenti, la Bondi Ferrara sbanca l’Unipol Arena con il punteggio di 85 a 88 grazie ad una bomba siderale di Riccardo Cortese, infliggendo così la terza sconfitta consecutiva alla capolista Segafredo Bologna. Un finale simile a quello dell’andata, in cui era stato Moreno con un’altra tripla allo scadere (sulla tripla di oggi di Cortese restano dubbi) a mandare le squadre all’overtime. La formazione di coach Furlani ha condotto dall’inizio alla fine, sfruttando ottime percentuali al tiro (11/19 da 3 e 56% totale dal campo) e la pochissima intensità messa in campo nel primo tempo dalla Virtus. Decisivi i punti del poker d’assi estense con Roderick, Cortese, Bowers e Pellegrino tutti abbondantemente in doppia cifra. Per la Virtus una prestazione decisamente insufficiente, nonostante la formazione di Ramagli abbia poi avuto la chance di vincere la partita nell’ultimo minuto: non può bastare la scusa degli acciacchi (Lawson nel secondo tempo non ha giocato).

MVP Basketinside.com: Riccardo Cortese

Quintetti

Virtus: Spissu, Umeh, Rosselli, Lawson, Bruttini.

Ferrara: Moreno, Roderick, Cortese, Bowers, Pellegrino.

Davanti a poco più di 4000 persone, sono gli ospiti a partire meglio (11 – 19 al 6′) grazie alla fisicità di Roderick e Pellegrino, sfruttando anche le evidenti difficoltà difensive della Virtus. Spissu e Spizzichini provano a guidare la reazione bianconera, che però manca di intensità e così Ferrara, spinta dalle triple di Mastellari e Bowers (6/8 da 3 per la Bondi finora), termina il primo quarto in vantaggio 23 a 33. Dopo una pausa dovuta ad un malore che ha colpito uno spettatore delle prime file, le Vunere provano a scuotersi con l’apporto difensivo di Penna e Spizzichini, ma gli estensi quando alzano la mano non sbagliano mai con Pellegrino e Bowers che restano un rebus e tengono i biancazzurri a +11 (32 a 43 al 15′). Penna e Rosselli rispondono colpo su colpo alle due triple in fila di Cortese, riportando la V a – 7 (44 – 51 al 19′), prima che l’ex Fortitudo metta i liberi che tengono Ferrara a + 10: squadre al riposo sul 44 a 54. Alla ripresa, un Rosselli sontuoso prova a suonare la carica per la Virtus, che torna a – 5  (56 a 61 al 26′), approfittando di alcuni errori incredibili (lay-up e tiri liberi) degli ospiti. Spizzichini con 5 punti in fila impatta la partita (61 pari al 27′), ma Ferrara non si scompone e grazie a un break griffato da Pellegrino e Cortese mantiene un buon margine sul 61 a 70 della terza sirena. Bologna  prova a mettere sul campo maggiore aggressività e, pur concedendo alla Bondi tanti tiri liberi frutto di una scarsa lucidità, torna a – 6 (69 – 75) a 5′ dal gong, dopo una dubbia interferenza di Roderick su un timido lay-up di Spissu. Lo stesso play sardo, assieme a Umeh, riporta la Virtus a – 3 (74 – 77 al 37′), prima che un 2+1 di Bowers riporti gli estensi a distanza di sicurezza sul 74 a 80 al 28′. Rosselli con 4 punti consecutivi fa 78 a 80, prima della tripla di Cortese per il 78 a 83 a 2′ dalla fine. Le Vunere tornano a – 3 ma poi sprecano due contropiede in modo incredibile e il tap in di Bowers riporta Ferrara a + 5 (80 a 85). All’uscita dal timeout succede di tutto: Umeh e Michelori riportano i bolognesi a – 1 (84 a 85 a 30″ dalla fine); dall’altre Bowers sfonda e prende tecnico. Umeh pareggia dalla lunetta ma poi pasticcia e Cortese con una tripla assurda sulla sirena la vince per la Bondi. Finisce 85 a 88.

Segafredo BolognaBondi Ferrara 85 – 88 (23 – 33; 44 – 54; 61 – 70)

Bologna: Spissu 13, Umeh 18, Pajola, Spizzichini 10, Petrovic NE, Rosselli 21, Michelori 8, Oxilia 2, Penna 9, Lawson 4, Bruttini. All. Ramagli.

Ferrara: Soloperto, Mastellari 3, Ardizzoni NE, Zani NE, Mastrangelo NE, Cortese 25, Bowers 23, Moreno 2, Pellegrino 17, Roderick 17, Ibarra, Caridi NE. All. Furlani.

Fotogallery a cura di Pierfrancesco Accardo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy