Johnson ne mette 30, Udine batte anche l’Urania

Apu Old Wild West Udine – Urania Milano 83-78

di La Redazione

Apu Old Wild West Udine – Urania Milano 83-78 (28-17, 24-24, 16-17, 15-20)

Apu Old Wild West Udine: Dominique Johnson 30 (4/9, 6/8), Michele Antonutti 14 (5/6, 1/2), Nana Foulland 13 (6/8, 0/0), Vittorio Nobile 6 (0/0, 2/4), Nazzareno Italiano 6 (2/4, 0/1), Francesco Pellegrino 4 (2/3, 0/0), Joseph yantchoue Mobio 3 (1/1, 0/1), Andrea Amato 3 (0/4, 1/3), Lodovico Deangeli 2 (1/2, 0/1), Marco Giuri 2 (1/2, 0/3), Matteo Schina 0 (0/0, 0/0), John paul onyekachi Agbara 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 9 / 13 – Rimbalzi: 38 11 + 27 (Nana Foulland 11) – Assist: 22 (Dominique Johnson 7)
Urania Milano: Matteo Montano 22 (2/5, 4/12), Wayne Langston 18 (9/12, 0/1), Giorgio Piunti 14 (4/4, 2/4), Stefano Bossi 9 (2/3, 0/4), Tommaso Raspino 7 (3/5, 0/2), Nik Raivio 6 (2/10, 0/3), Andrea Benevelli 2 (1/1, 0/1), Daniele Pesenato 0 (0/0, 0/0), Vittorio Lazzari 0 (0/0, 0/0), Simone Valsecchi 0 (0/0, 0/0), Matteo Franco 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 15 – Rimbalzi: 27 8 + 19 (Matteo Montano, Giorgio Piunti 7) – Assist: 17 (Stefano Bossi 5)

Non riesce il blitz ad Urania che deve arrendersi ad Udine, 83-78. Gara sempre di rincorsa per i Wildcats che subiscono la gran serata al tiro dei padroni di casa con Johnson (30 punti con 6 triple a referto) ed Antonutti in evidenza, decisivo anche l’impatto di Foulland in area colorata. L’orgoglio ed il cuore di Milano nella ripresa con Montano, Langston e Piunti che guidano gli ospiti sino al meno 2, poi ancora Foulland e Johnson respingono gli ultimi assalti della truppa di coach Davide Villa.

LA GARA
Buon inizio della sfida per i Wildcats che rispondono colpo su colpo a Johnson e compagni, 4-6 con due morbide conclusioni di Langston a segno. E’ dal perimetro che arriva il primo mini break di Udine, ancora Johnson e Nobile con il siluro frontale per il più 6 dei padroni di casa, 12-6. Timeout di coach Villa ed immediata la reazione della sua truppa, blitz di Benevelli per il meno 2, 12-10. L’asse Johnson-Foulland funziona, compresa schiacciata volante del lungo dei friulani, si sblocca Bossi che tiene a contatto Milano con un prezioso 2+1, 16-13. Johnson non sbaglia mai dall’arco, la mano torrida dell’ex Varese spiana la strada alla fuga della Old Wild West, 24-13. Scivola sino a meno 13 Urania prima della zampata di Raspino che lascia sul 28-17 a fine primo quarto gli ospiti. Antonutti continua a far male sfruttando la sua versatilità con Udine che ha percentuali stellari in attacco, comoda schiacciata di Foulland e jumper per il massimo vantaggio, 37-23. Si scuotono i Wildcats con una giocata di Montano ma la grandinata di triple bianconera non termina, 44-28 del solito imprendibile Johnson. L’orgoglio e la grinta di Piunti e Raspino il cocktail che da nuova energia a Milano che cerca di rientrare in partita, incursione di Langston per il meno 11, 46-35. Torna sotto la doppia cifra lo svantaggio di Urania dopo l’iniziativa di Bossi, Johnson spara l’ennesimo siluro lasciando (17 punti con 5/7 da tre) ad 11 i punti di margine dei padroni di casa all’intervallo, 52-41. Uno squillo di Montano apre la ripresa con Urania alla caccia della rimonta, difesa più rabbiosa ed efficace dei Wildcats, canestro d’autore di Langston, 56-48. Terza penalità per Bossi con Montano che spreca il possibile meno 5 in transizione, Antonutti punisce con l’appoggio del più 10, 58-48. Il capitano bianconero colpisce anche dall’angolo ricacciando Milano a meno 13, fatica a rimbalzo Urania con Foullanda mattatore, vola a più 15 Udine dopo il canestro di Giuri, 65-50. Fiammata milanese in chiusura di terza frazione con Langston che sfrutta due buone assistenze di Montano e Raivio, 68-58 alla penultima sirena. Montano rianima le speranze Wildcats con due triple da fuoriclasse per aprire l’ultimo quarto, Piunti strappa un rabbioso rimbalzo d’attacco che il centro marchigiano converte nel meno 4, 70-66. Altra magia in penetrazione di Montano che riporta il match ad un solo possesso, una discutibile chiamata ai danni di Raspino regala nuova inerzia ai friulani, lay-up di Italiano per il più 7, 75-68. Palle perse e qualche conclusione frettolosa costano caro ai Wildcats, scappa via di nuovo la Old Wild West con il contropiede di Johnson, 79-68. E’ lo strappo decisivo, arriva il sigillo di Johnson per il trentello della guardia statunitense che esce dalla sfida per un doppio tecnico, 82-70.

Uff.Stampa Urania Basket

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy