Johnson stende Mantova: Cantù si prende la vetta solitaria

0

Folle Cantù. La formazione di Sodini crolla fino al meno diciannove, poi con un quarto periodo monumentale tiene Mantova a soli otto punti a referto e piazza la rimonta, con Johnson che a due secondi dalla fine manda in delirio il PalaDesio. Mantova si mangia le mani, mentre Cantù si prende la vetta solitaria del girone Verde.

Cantù: Johson, Allen, Severini, Da Ros, Bayehe
Mantova: Laganà, Cortese, Stojanovic, Thompson, Iannuzzi

Cronaca – Parte forte la formazione ospite, con Laganà e Cortese a bombardare dall’arco scrivendo il 4-13 iniziale. Bayehe sblocca Cantù ma gli Stings continuano a trovare triple su triple e con Stojanovic volano sul 6-16. Stefanelli dall’arco ridà ossigeno ai canturini (11-18), ma Mantova con Stojanovic rimane a debita distanza. Sergio e Johnson danno la scossa, Stefanelli in lunetta accorcia ulteriormente insaccando il 18-22 a tabellone. E’ ancora Stefanelli a spingere Cantù, mettendo cinque punti in fila che valgono il 23-24 dopo dieci minuti. Nel secondo periodo si riparte così come si era finito, con Stefanelli a segnare il sorpasso. Bucarelli fa più tre, ben supportato da un Sergio molto pericoloso offensivamente e protagonista del break che vale il 34-29. Ferrara riavvicina lo Staff, Stojanovic impatta con l’equilibrio a farla da padrone. Cantù però riesce a chiudere avanti spinta da Johnson andando al riposo sul punteggio di 45-42.

Dopo l’intervallo è Laganà dall’arco a rimettere la parità sul tabellone. Mantova ha una faccia diversa e in un amen si rimette avanti, con Stojanovic prima e Iannuzzi poi a segno per il 49-53. Allen torna a segnare e Cantù si rimette a contatto, sul 51-53. Thompson e Stojanovic scavano ulteriormente il margine sul 51-57, con la formazione di casa che fatica offensivamente. Non fatica Stojanovic, che tutto solo insacca il 51-59 che obbliga Sodini al timeout. Al rientro Iannuzzi sigilla la doppia cifra di scarto, con i lunghi di Mantova che continua a dominare. Cantù sbanda, Thompson colpisce da tre e Mantova vola via sul 51-66. Uragano che non si placa, con Mastellari che s’iscrive alla festa per un clamoroso più diciotto a tabellone con un break in corso di 6-27. Severini e Sergio sbloccano i canturini, ma Laganà con una altra tripla fa 54-72. Copione che non cambia, con Mantova meritatamente avanti 58-73. Nell’ultima frazione Cantù si rifà sotto, tornando fino al meno otto che alza i decibel di tifo del PalaDesio sul 65-73. Cortese sblocca Mantova, ma Bayehe da sotto tiene in scia i canturini. Sale in cattedra Sergio e Cantù riapre i giochi, sul 71-76. Laganà ridà ossigeno a Mantova (71-78), ma Cantù continua a spingere e ricuce ulteriormente, con i liberi di Bayehe che valgono il 75-78. Laganà in lunetta rimette due possessi di scarto (75-83), quando si entra negli ultimi tre minuti di gioco. Johnson è anche lui glaciale e con i suoi due giri in lunetta è 79-81. Nel finale sono diversi gli errori su entrambi i lati del campo, con il punteggio che rimane immutato fino a trenta secondi dal termine. Johnson va a prendersi il fallo e in lunetta conferma la buona mano, siglando la parità a quota 81. Stojanovic sbaglia il tiro della vittoria e con sette secondi, Cantù si ritrova il possesso per vincere l’incontro. Sodini chiama timeout e al rientro è Johnson a far esplodere il PalaDesio, firmando il sorpasso a due secondi dalla fine. Di Carlo chiama minuto di sospensione, ma al rientro Iannuzzi fallisce la tripla sulla sirena dando il via alla festa canturina. La formazione di Sodini vince 83-81.

S.Bernardo-Cinelandia Park Cantù – Staff Mantova 83-81 (23-24, 22-18, 13-31, 25-8)

S.Bernardo-Cinelandia Park Cantù:
Robert Johnson 23 (7/9, 0/2), Jordan Bayehe 16 (4/6, 0/0), Luigi Sergio 15 (4/6, 1/4), Francesco Stefanelli 13 (3/4, 2/4), Lorenzo Bucarelli 6 (2/5, 0/1), Trevon Allen 4 (2/6, 0/3), Giovanni Severini 4 (1/3, 0/1), Matteo Da ros 2 (1/4, 0/1), Marco Cusin 0 (0/0, 0/0), Stefan Nikolic 0 (0/1, 0/1), Davide Brembilla 0 (0/0, 0/0), Guglielmo Borsani 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 26 / 32 – Rimbalzi: 27 5 + 22 (Jordan Bayehe 6) – Assist: 17 (Robert Johnson, Lorenzo Bucarelli, Matteo Da ros 3)
Staff Mantova: Marco Lagana 21 (3/5, 4/9), Vojislav Stojanovic 19 (7/14, 1/2), Hollis Thompson 13 (5/7, 1/4), Antonio Iannuzzi 10 (4/8, 0/1), Riccardo Cortese 9 (0/1, 3/7), Martino Mastellari 5 (1/1, 1/3), Matteo Ferrara 4 (2/3, 0/1), Manuel Saladini 0 (0/0, 0/2), Armando Verazzo 0 (0/0, 0/0), Beniamino Basso 0 (0/0, 0/0), Moustapha Lo 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 7 / 11 – Rimbalzi: 33 6 + 27 (Antonio Iannuzzi 9) – Assist: 18 (Vojislav Stojanovic 7)