L’ Assigeco si esalta nella ripresa, Mantova piegata

UCC Assigeco Piacenza – Staff Mantova 82-70

di La Redazione

Grazie ad un secondo tempo magistrale l’Assigeco centra la quarta vittoria consecutiva battendo la Staff Mantova per 82-70, in una partita che, in maniera molto simile alla trasferta di Casale Monferrato, la squadra ha recuperato con fiducia e personalità dopo essere stata anche sotto di 10 lunghezze. Protagonista assoluto della partita è Luca Cesana che con 20 punti ha tenuto lì la squadra nel momento di maggiore difficoltà, ma è da sottolineare la prova corale di un gruppo che giorno dopo giorno sembra sempre più coeso

LA CRONACA – E’ Mantova a partire forte nel primo quarto grazie a Cortese e Weaver che mettono in difficoltà la difesa piacentina sia nel pitturato che sul perimetro. Il centro americano è bravo a ricevere spalle a canestro e ad usare i suo fisico per trovare i due punti, mentre l’ex Fortitudo è puntuale per tre volte a farsi trovare sul ribaltamento e ad infilare altrettante bombe che scavano il primo vero solco nella partita, con l’Assigeco che precipita a -10 (14-24) dopo 8 minuti. I ragazzi di Salieri trovano molte conclusioni aperte dall’arco che non ne vogliono sapere di entrare, ma McDuffie con un bel canestro in area accorcia sul 16-24. Nel secondo periodo Mantova prova ancora ad allungare grazie a Ghersetti sul 36-26, ma una tripla di Cesana e un canestro di Poggi in contropiede permettono ai padroni di casa di rientrare sul -5. Gli Stings però non si lasciano intimidire e trovano con continuità Weaver e Ghersetti, che con un paio di liberi sigla il 40-32 di fine primo tempo. Al rientro dagli spogliatoio i biancorossoblu cambiano completamente faccia e alzano il ritmo del loro gioco sui due lati del campo: nel terzo quarto sono Carberry e Cesana da farla da mattatori, mentre Poggi in difesa da unico lungo è clamoroso nel tenere con efficacia ogni cambio sistematico sui blocchi. L’Assigeco firma così un parziale portentoso di 32-15 che le permette di portarsi in vantaggio addirittura di 9 lunghezze (64-55), prima che Cortese firmi con un una tripla il -6 sullo scadere. Piacenza però non perde fiducia e all’inizio dell’ultimo quarto è Gajic a trovare la bomba del nuovo +9; sotto canestro Weaver non riesce più a conquistare un rimbalzo grazie alla difesa di Molinaro e allora Formenti con un altro tiro pesante pesca addirittura il canestro del 71-68. Gli Stings provano a rientrare con Cortese e James, ma negli ultimi 4 minuti Formenti con due giocate fondamentali e McDuffie sono bravi a sigillare il risultato per i padroni di casa che continuano a risalire la classifica.

MOMENTO CHIAVE – Il terzo quarto in cui Piacenza prima recupera lo svantaggio e poi scappa in maniera definitiva aumentando il livello della sua difesa e trovando quei canestri in transizione che erano mancati nel primo tempo.

PROTAGONISTI BIANCOROSSOBLU – Luca Cesana conclude la sua gara con 20 punti con 5/8 da tre cui aggiunge 8 rimbalzi e due assist per un 25 totale di valutazione e un plus-minus di +18, il più alto della formazione. Ci sono 22 punti invece per McDuffie e 14 per Tobin Carberry, ma una menzione d’onore va fatta anche a Poggi e Molinaro che negli ultimi due periodi hanno chiuso la via del canestro ai lunghi avversari

STATISTICHE BIANCOROSSOBLU – L’Assigeco ripropone una difesa da urlo che tiene a soli 70 punti segnati gli ospiti, di cui soli 30 nel secondo tempo. I ragazzi di Salieri si dimostrano ancora una volta efficaci a rimbalzo con 36 palloni conquistati contro i 32 mantovani, mentre un buon 9/24 da tre (il 38%) compensa l’ennesima prova così e così in lunetta (19/28, il 68%). Ancora una volta la circolazione di palla si dimostra ottima, come dimostrato i 17 assisti distribuiti, mentre le palle perse sono state limitate a 11, segno di una squadra che si fida sempre di più dei proprio meccanismi.

IL DOPO PARTITA – Luca Cesana, autore di 20 punti, è ovviamente molto soddisfatto: “Credo che anche questa sera abbiamo dimostrato grande maturità – spiega – quando dopo l’intervallo ci siamo guardati in faccia e abbiamo cominciato a giocare la nostra pallacanestro. Sono molto contento per la quarta vittoria consecutiva, ma soprattutto perché difensivamente siamo riusciti ad adeguare quello che non aveva funzionato ad inizio gara. Abbiamo girato la gara con due ottimi quarti e ora vogliamo andare a Milano a giocarci le nostre carte: all’andata ce la siamo giocata, ora vogliamo continuare su questa strada e provare a portare a casa altri due punti”. Coach Stefano Salieri individua nella difesa la chiave della vittoria: “Nel secondo tempo abbiamo aumentato l’intensità con qualche cambio sistematico che ha minato tutte quelle certezze che avevano consentito a Mantova di giocare un primo tempo quasi in controllo. Sono molto contento perché abbiamo dato continuità ai risultati centrando la quarta vittoria consecutiva, aumentando la fiducia e la consapevolezza dei nostri mezzi. Ora dobbiamo affrontare la trasferta di Milano, dimostrando che tra le due partite che abbiamo giocato contro di loro e la prossima, qualcosa in noi è cambiato a livello di autostima. Devo ringraziare tutti i ragazzi perché con grande energia hanno portato a casa una vittoria importantissima, contro una squadra difficile da affrontare perché molto fisica ed esperta”.

ASSIGECO PIACENZA-STAFF MANTOVA 82-70
(16-24, 16-16, 32-18, 18-12)

PIACENZA: Voltolini ne, Perotti ne, Poggi 5, Molinaro 7, Formenti 7, Carberry 14, McDuffie 22, Gajic 3, Massone 2, Guariglia 2, Cesana 20, Jelic ne. All. Salieri

MANTOVA: Infante, Mirkovski ne, Ceron 10, James 9, Ferrara, Albertini ne, Ghersetti 5, Maspero, Cortese 20, Bonacini 4, Weaver 22. All. Di Paolantonio

Flavio Suardi
Responsabile Comunicazione e Ufficio Stampa
UCC ASSIGECO PIACENZA

Fotogallery a cura di Paola Ponti

McDuffie

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy