La Bondi ci prova ma non basta, vince Udine

0

Più di così non si poteva chiedere a questa Pallacanestro Ferrara, i friulani passano al Pala Hilton Pharma ma hanno dovuto sudare le proverbiali sette camicie. Senza Yankiel Moreno, squalificato, si sapeva che per Ferrara sarebbe stata una gara improba, le condizioni precarie di Cortese ed i problemi di falli di Roderick (solo 18 minuti in campo per lui) hanno acuito i problemi della banda di coach Furlani. I friulani devono ringraziare Okoye (doppia doppia da 22 punti e 10 rimbalzi) e gli ex sassaresi Vanuzzo e Pinton decisivi dalla panchina. Alla Bondi non bastano i 29 di Bowers e l’ottima prestazione difensiva di Molinaro, male oggi i tiratori ferraresi (Cortese e Mastellari 1/15 complessivo dall’arco).

Udine parte forte con le triple di Okoye e Mastrangelo, il quintetto con Fall e Diop paga dividendi a rimbalzo per i friulani che si portano sul 3-8 dopo 3′. Ferrara è abbastanza farraginosa in attacco e segna solo con Bowers da tre e con qualche invenzione di Roderick. Ancora Okoye (13 punti nel primo quarto) si fa sentire a rimalzo col poderoso tap in in schiacciata del +9 (8-17 al 7′). Il giocatore di passaporto nigeriano colpisce anche dall’arco, replica Bowers ma Pinton manda le squadre al primo riposo sul 13-23.

Okoye e Pinton sono due rebus per la difesa di Ferrara anche ad inizio secondo quarto quando portano Udine al massimo vantaggio (14-30 al 12′). Per la Bondi si sblocca Mastellari con una tripla da lunghissima distanza, lo stesso fa Bowers che fa registrare anche un importante gioco da tre punti. La reazione dei padroni di casa è tangibile soprattutto in difesa dove Pellegrino e Roderick stoppano due volte i tiri di Udine e lo stesso Roderick va poi a schiacciare per il -3 (27-30 al 25′). Veideman tampona finalmente l’emorragia con cinque punti consecutivi ma la Bondi arriva benissimo al ferro con Molinaro e Bowers. Roderick è incontenibile in attacco e sono suoi i cinque punti finali del secondo quarto che mandano Ferrara avanti al riposo prolungato sul 36-35.

Nonostante la rimonta subita, è Udine a ripartire meglio nel terzo quarto con un 0-7 di parziale firmato da Veideman da tre, Fall e Okoye. Non finisce qui perchè Roderick commette in sequeza terzo e quarto fallo, seguito da un tecnico che ne decreta l’uscita anticipata dalla partita (36-43 al 23′). Ferrara sembra in ginocchio ma trova nuove energie difensive soprattutto grazie all’eccellente lavoro di Molinaro sugli esterni avversari. Le percentuali di entrambe le squadre si abbassano e la Bondi tenta di rifarsi sotto con la tripla di Pellegrino e l’appoggio di Bowers, i friulani rispondono con Vanuzzo e Pinton ancora letali dall’arco (46-52 19′). C’è però ancora spazio per il buzzer beater di Cortese che sancisce la fine del terzo quarto sul 48-55.

Si riprende con Fall che manda a segno il semigancio (fondamentale anche il suo lavoro a rimbalzo), Bowers ritrova ritmo dall’altra parte segnando due volte da tre consecutivamente. La zona della Bondi mette in difficoltà Udine e dalla lunetta i padroni di casa tornano ad un solo punto di distacco (56-57 al 34′). Gli ospiti tornano a segnare dopo diversi minuti col piazzato di Zacchetti che però si fa ingenuamente sanzionare un fallo tecnico. Bowers allora porta addirittura avanti i suoi (60-59 al 37′) ma ancora Pinton da tre gela i supporter ferraresi. Gli estensi perdono anche Pellegrino per fallo, Mastellari fa 3/3 dalla lunetta ed Okoye 2/2. Udine fa la voce grossa a rimbalzo offensivo e proprio Okoye lo sfrutta per siglare la decisiva tripla del +4 (63-67 al 39′). Ferrara non demorde e Cortese segna subendo fallo, il suo libero esce ma la palla è ancora in mano alla Bondi. Lo stesso Cortese però sparacchia un airball al termine dei 24′  peccando comprensibilmente di lucidità. Udine cerca il canestro della staffa, Veideman sbaglia dalla distanza ma Fall raccoglie l’importantissimo rimbalzo offensivo, palla a Vanuzzo che fa saltare Cortese con una finta ed insacca il jumper del +4 che regala la vittoria ai suoi. Per i ragazzi di coach Lardo sono due punti essenziali per sperare ancora nei playoff mentre la Bondi rimane a +4 sulla zona playout aspettando la partita di Imola di questa sera.

Mvp Basketinside: Mauro Pinton (14 punti con 4/6 da tre e 2 assist).

Bondi Ferrara – G.S.A. Udine 65-69 (13-23, 23-12, 12-20, 17-14)
Bondi Ferrara: Laurence Bowers 29 (6/12, 5/7), Terrence Roderick 11 (3/5, 1/2), Riccardo Cortese 10 (4/6, 0/8), Martino Mastellari 9 (0/1, 1/7), Francesco Pellegrino 4 (1/2, 0/0), Lorenzo Molinaro 2 (1/2, 0/1), Stefano Crotta 0 (0/0, 0/0), Nicola Mastrangelo 0 (0/0, 0/1), Francesco Ardizzoni 0 (0/0, 0/0), Riccardo Zani 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 22 – Rimbalzi: 31 10 + 21 (Lorenzo Molinaro 8) – Assist: 14 (Terrence Roderick, Riccardo Cortese 4).

G.S.A. Udine: Stanley onyekachukwu Okoye 22 (5/10, 3/9), Mauro Pinton 14 (1/3, 4/6), Rain Veideman 13 (2/8, 2/4), Manuel Vanuzzo 7 (2/2, 1/3), Abdel kader pierre Fall 6 (3/6, 0/0), Daniele Mastrangelo 5 (1/2, 1/2), Joel Zacchetti 2 (1/3, 0/1), Ousmane Diop 0 (0/4, 0/1), Andrea Traini 0 (0/0, 0/0), Vittorio Nobile 0 (0/0, 0/0), Raphael Chiti 0 (0/0, 0/0), Michele Ferrari 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 6 / 6 – Rimbalzi: 38 14 + 24 (Stanley onyekachukwu Okoye, Abdel kader pierre Fall 10) – Assist: 16 (Rain Veideman 5)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here