La Fortitudo domina, poi controlla: Verona ko

Clinic su due lati del campo dei bolognesi che poi si rilassano ma non rischiano mai

di Jacopo Burati

Tezenis Verona-Consultinvest Bologna 54-67

La Fortitudo impone esperienza e talento superiori, costringendo la Tezenis al secondo stop stagionale davanti ai propri tifosi.

L’inizio gara è a basso punteggio. Verona inverte la rotazione dei lunghi, proponendo in quintetto i giovani Totè e Nwohuocha. Due infrazioni di 24″ e una stoppata da highlights di Nwohuocha nei primi 3′ rafforzano il concetto. Il più in palla è Fultz, dall’altra parte Totè risponde presente: 6-6 dopo 5′. Jones fa le veci di Greene, costantemente raddoppiato e isolato dalla partita, ma Fulz da tre e Rosselli in transizione colpiscono coronando un parziale di 11-0 per il +9 Fortitudo (17-8). Amato e Jones provano a far risalire i gialloblu, ma Mancinelli col sesto punto personale fissa il vantaggio bolognese a fine primo quarto (19-12).

Verona alza il ritmo a inizio secondo quarto, approfittando del mastodontico ma un po’ compassato quintetto Fortitudo con Amici da guardia. Ne nasce un break di 7-2 nei primi 3′ che riporta a -2 la Tezenis (19-21) grazie a un Jones in palla. La Consultinvest accelera di nuovo con la regia di Fultz al posto di uno spento McCamey: il play italiano sale a quota 13 punti spingendo i suoi prima a +10 (31-21), poi al massimo vantaggio della prima frazione di +16 (44-28) al termine di 20′ solidi in attacco e perfetti in difesa.

La Tezenis prova a scuotersi a inizio terzo periodo: Udom segna col fallo, Greene manca la tripla del possibile -12. Dall’altra parte la Fortitudo è in assoluto controllo e vola a +22 (55-33) illuminata da Italiano, Gandini e Cinciarini: un clinic da parte della squadra di coach Boniciolli (peraltro ancora assente). Greene si sblocca, Jones accelera in transizione: il break di 7-0 costringe al timeout i bolognesi. Al rientro la tripla ancora di Jones regala la speranza alla Tezenis: +12 (55-43) per la Fortitudo dopo 30’.

Greene fa esplodere l’Agsm Forum aprendo subito il quarto periodo per il -10 (45-55). La difesa veronese sale di livello, ma Bologna attacca con pazienza, McCamey batte due colpi e con Rosselli ripropone un rassicurante +17 (62-45). Quando la Consultinvest si ferma un po’ e raffredda le percentuali, Verona non ne approfitta e sparacchia da tre, Mancinelli dall’angolo e Fultz in entrata chiudono di fatto la contesa sul +15 (67-52) a 2’ scarsi dal termine.

Tabellini.

Verona: Palermo 5, Greene 6, Jones 16, Totè 5, Nwohuocha, Udom 11, Poletti 6, Ikangi 3, Amato 2.

Montegranaro: Fultz 15, Cinciarini 13, Italiano 6, Chillo, Gandini 4, McCamey 5, Amici 5, Mancinelli 11, Rosselli 4, Pini 4.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy