La Luiss Roma festeggia ancora, battuta l’altra neopromossa Vigevano

0

Vigevano incassa la seconda sconfitta in campo contro Luiss Roma sul campo neutro di Rieti pagando caro un inizio di partita balbettante e un blackout sanguinoso a cavallo dell’ultimo miniriposo che consente alla formazione capitolina di rimanere sorprendentemente ma con merito a punteggio pieno in classifica. Presentatasi al Palasejourner in formazione rimaneggiata (all’assenza scontata di D’Alessandro si è aggiunta quella di Strautmanis per un ematoma ad un polpaccio) e con Wideman limitato dai falli sin dal primo tempo, la ELAchem ha subìto la veemenza iniziale dei padroni di casa, volati sul 10-2 dopo 3′ minuti grazie alle iniziative del lettone Miska che costringono coach Pansa a chiamare time pout dopo 3′.

La pausa obbligata permette a Vigevano di ricucire lo strappo con 5 punti filati di Smith, ma Vigevano fatica in attacco, mentre Luiss scappa sul +11 con le iniziative di Fallucca. Ci pensa Battistini a ridare vita alle speranze ospiti, con 8 punti che tengono a galla Vigevano fino all’intervallo lungo. Allinizio della ripresa si vede Wideman con 4 punti filati dalla lunetta, che rimarranno purtroppo l’unico squillo in tutta la partita, ma i ducali sanno stringere i denti in difesa e recuperano punto dopo punto, fino al primo e unico sorpasso ospite con Battistini del 27′ sul 56-57.

Un flash che rimane tale, perchè ELAchem si infila in un tunnel lungo 6′ in cui perde palle a ripetizione e non realizza più un punto, al contrario di Luiss che riprende fiducia e scava il parziale decisivo con la striscia vincente di Legnini che segna definitivamente la partita. Il prossimo appuntamento di campionato per i gialloblu è fissato per mercoledì 11 ottobre in casa contro Novipiù Monferrato alle ore 21.00.   

Luiss Roma-ELAchem Vigevano 79-71 (21-16, 44-38, 63-57)

Luiss Roma: Fallucca 13 (4/4, 1/4), Pasqualin 8 (0/0, 2/5), Cucci 14 (4/5, 2/4), Badmus 9 (0/4, 1/5), Jovovic 2 (1/1, 0/0), Murri 3 (1/1, 0/2), Miska 15 (6/8, 1/1), Legnini 10 (2/3, 2/3), D’Argenzio 5 (1/3, 1/2), Salvioni, Villa (0/1, 0/0). All: Paccariè. Tiri da due 19/30, tiri da tre 10/28, tiri liberi 11/18, rimbalzi: 33 (9+24), assist 15, palle perse 12.

Elachem Vigevano: Wideman 5 (0/2, 0/1), Bertetti 13 (2/3, 1/5), Battistini 16 (6/8, 1/5), Peroni 13 (3/3, 2/8), Smith 17 (5/10, 2/4), Rossi 2 (0/1, 0/2), Leardini 5 (0/1, 1/2), Bettanti (0/0, 0/1), Bertoni, D’Alessandro NE, Pisati NE. All.: Pansa. Tiri da due 16/28, tiri da tre 7/28, tiri liberi 18/23, rimbalzi: 36 (12+24), assist 7, palle perse 16. Uscito 5 falli: Wideman

Arbitri: Moretti, Rudellat, Doronin

Pansa: “La luce si è spenta sul più bello, puniti su ogni nostro errore”

Il commento di coach Lorenzo Pansa al termine della partita contro Luiss Roma. “Abbiamo subito 44 punti nel primo tempo che non sono accettabili, commettendo cinque volte lo stesso errore allo scadere dei possessi, che si è tramutato in altrettanti canesatri degli avversari. Nel secondo tempo la squadra ha profuso tante energie per rientrare in partita e nel momento in cui abbiamo messo il naso avanti, tre brutte scelte offensive hanno permesso a Roma di ribaltare l’azione e punirci puntualmente. In quel momento si è spenta la luce e la partita è finita. Dobbiamo diventare molto più consistenti nelle situazioni sporche. Wideman è stato condizionato dai falli e nello stesso tempo i compagni non siamo stati bravi a innescarlo. A questo punto la prossima partita contro Monferrato diventa molto importante, loro giocano abbastanza a campo aperto, senza pensare a particolari sistema di gioco in attacco. Le attenzioni individuali faranno la differenza, sarà fondalmentale sbloccarci”.

Ufficio stampa Nuova Pallacanestro Vigevano 1955