La Proger si ferma contro il muro Treviglio: finisce 85-90

0

Dopo tre vittorie consecutive in casa, la Proger Chieti perde terreno contro una Remer Treviglio solida e cinica. Sbalorditive le percentuali al tiro dai tre punti per i lombardi, con Kyzlink e Carnevali sugli scudi che hanno fatto del tiro dai 6.75 la chiave per la vittoria di un match equilibrato e deciso solo negli ultimi due minuti di gioco. Non basta a Chieti un Diego Monaldi immenso, autore di ben 18 punti con il 75% da due e l’80 % dall’arco, e di un Ancellotti che ha saputo tenere bene la classe e l’esperienza del dirimpettaio Emanuele Rossi (applauditissimo dal PalaLeombroni). Chieti ha da rammaricare la poca freddezza mostrata nel tenere in vantaggio sul momento più bello dell’incontro, sebbene sia stata sotto anche di 16 punti durante i primi due quarti. Conrtinua per Chieti il tabù Treviglio: anche l’anno scorso, i lombardi si imposero sia in casa che in trasferta a dispetto dei biancorossi.
Il prossimo incontro vedrà la Proger affrontare la Viola Reggio Calabria.
PRIMO QUARTO– A palla a due, Chieti si presenta con Monaldi play, Saffold e Sollazzo sugli esterni, Cardillo e Ancellotti sotto le plance; risponde la Remer con Marino a impostare, Gaspardo e Kyzlink sulle ali, Rossi e Carnovali sotto le plance. Alle prime battute del gioco, Chieti si mostra appannata in attacco e poco decisiva in difesa, così Treviglio concretizza al meglio le occasioni avute prima con Kyzlink da 3 e poi con Carnovali (0-5). Monaldi suona la carica e realizza da tre punti accorciando le distanze (3-5). Saffold e Ancellotti recuperano e passano (8-5) ma Treviglio piazza un incredibile parziale di 13-0 (complice anche le amnesie difensive della Proger) che costringe coach Galli al primo timeout del match dopo 6 minuti, sul 18-8 per gli ospiti. Successivamente Chieti accorcia grazie ad Ancellotti e Sollazzo (11-18), ma Carnovali e Gaspardo allungano il passivo (13-23). Il primo quarto si spegne sul 13-26, dopo un canestro pazzesco da 3 di Carnovali. Alla fine del quarto, Carnovali totalizza la bellezza di 11 punti.
SECONDO QUARTO– Il secondo quarto si apre con un tiro da 3 di Turel che porta Treviglio sul + 16 (13-29). Sollazzo accorcia dalla lunetta ma l’ex Rossi realizza i primi due punti pesonali dell’incontro. Treviglio in attacco è cinica, giocando molto sui suoi laterali che sono in giornata dall’arco dei 6.75; Chieti concentra il suo gioco su Sollazzo, vera mina vagante nell’area lombarda. Rossi fa 19-33, ma Matteo Palermo ha la mano calda e da 3 accorcia, portando Chieti sul -11 (22-33). Continua la serie di errori in difesa per la Proger e Turel e Sabatini fanno volare Treviglio (22-38) ma Cardillo prima e Sergio prima accorciano il passivo (26-38), portando alla chiamata del timeout di coach Vertemati. Continua la “mano calda” degli ospiti con Turel (26-41), Cardillo accorcia con una penetrazione (28-41).  A questo punto, gli ospiti allentano un pò la pressione ma Chieti non riesce ad essere pungente. Gaspardo allunga ulterirormente (28-43) ma Chieti, sfruttando il solito Ancellotti, si porta a -11 (32-43) proffittando delle carenze offensive di Treviglio. Monaldi fa esplodere il PalaLeombroni realizzando due triple di fila, portando Chieti sul 38-45.
TERZO QUARTO– Alla ripresa dall’intervallo lungo, Chieti e Treviglio si ripresentano col quintetto di partenza. Monaldi pareggia subito i conti realizzando prima un tiro sull’area pitturata e poi una tripla (43-43), mettendo a segno il 14simo punto personale. La Remer si riporta in vantaggio con Sabatini (43-45) ma sul capovoglimento di fronte, Ancellotti riequilibria subito la situazione (45-45). Treviglio si sveglia, riesce a chiudere gli attacchi della Proger e  grazie al solito Carnevali si porta sul +8 (45-53), costringendo Chieti al timeout. Alla  ripresa dalle ostilità, Luigi Sergio sale in cattedra, anellando ben 5 punti che avvicinano Chieti (52-55) quando mancano 3 minuti al trentesimo; dalla lunetta, è sempre l’ala di Maddaloni che prima avvicina Chieti (54-55) e poi pareggia i conti (55-55).  Gaspardo gela il PalaLeombroni con una bomba dai 6.75 e sul successivo capovolgimento di fronte Ancellotti prima e Sollazzo poi materializzano il primo vantaggio Proger (59-58). Kyzlink realizza l’ennesimo tiro da 3 di Treviglio (59-61) ma Sollazzo tiene a galla i suoi (61-61). La partita si gioca su ritmi equilibrati e concitati, Kyzlink da solo porta Treviglio sul +5 (61-66) ma Sollazzo è immenso prima dalla lunetta e sulla sirena realizza una bomba da centrocampo, pareggiando i conti (66-66).
QUARTO QUARTO- Negli ultimi 10 minuti, il PalaLeombroni diventa un’autentica bolgia tanto che i fischi degli arbitri si riescono a malapena a sentire:  Paesano sfrutta al meglio un assist di Sollazzo (68-66), sul capovolgimento di fronte Gaspardo dalla lunetta non concretizza il pareggio. La tensione fa da padrona per entrambe le squadre, Treviglio appare stanca ma resiste comunque agli attacchi biancorossi. Sergio dalla lunetta fa due su due (70-66), Treviglio si sveglia e Kyzlink prima e Gaspardo poi concretizzano il sorpasso ospite (70-72). Coach Galli chiama tiemout per rivedere qualcosa dal punto di vista difensivo: alla ripresa dei giochi, la “premiata ditta” Monaldi-Ancellotti mettono la freccia e sorpassano i lombardi (74-72), Carnovali non ci sta e da 3 (tanto per cambiare!) riporta la Remer in vantaggio (74-75). Il solito Monaldi fa 76 per Chieti, Gaspardo e Kyzlink ringraziano gli spazi concessi da Chieti e portano Treviglio sul 76-81, quando mancano due minuti e tredici secondi alla fine dell’incontro. Slanina dalla lunetta allunga ulteriromente (76-83), Palermo non ci sta e dai 6.75 piazza una tripla che tiene vive le speranze della Proger (79-83). Ancellotti avvicina ancora la Proger ma non basta: Treviglio rimane lucida fino alla fine, vincendo per 85-90 portando a casa due punti fondamentali e portando Chieti alla sconfitta dopo 3 risultati utili consecituvi in casa.
PROGER CHIETI REMER TREVIGLIO 85-90
PROGER CHIETI Monaldi 4, Palermo 11, Di Emidio ne, Paesano 2, Ancellotti 18,Sergio 14, Monadli 18, Di Giacomo ne, Saffold 2, Sollazzo 16
REMER TREVIGLIO Sabatini 12, Kyzlink 20, Slanina 2, Marusic ne, Pasqualin ne, Gaspardo 12, Marino 9, Carnovali 23, Rossi 4, Turel 8

Fotogallery a cura di Giampaolo Rosati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here