La Segafredo Bologna passa a Recanati, ma quanti rischi nel finale…

0

AMBALT RECANATI 83 – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 87
(18-21, 24-24, 14-23, 27-19)

Recanati: Reynolds 17, Bader 19, Marini 6, Pierini 5, Loschi 14, Bolpin 5, Andrenacci, Sorrentino, Fossati, Maspero 15, Spizzichini 2, Renna. All. Sacco

Bologna: Spissu 19, Umeh 20, Pajola 3, Spizzichini 9  Petrovic, Ndoja, Rosselli 4, Michelori 7, Oxilia 2,  Penna, Lawson 23. All. Ramagli

Arbitri: Brindisi di Torino, Maffei di Preganziol (TV), Dori di Venezia

Recanati ultima, Virtus Bologna prima. Recanati con il morale sotto i tacchi e con il “nuovo” coach Sacco che ha avuto appena 6 giorni per rimettere in sesto una squadra in serie negativa da otto turni. Ospiti che arrivano da leader con l’ex Lawson ed al seguito una massa di tifosi da far paura.  Sia nei canestri fatti che in quelli subiti ci sono quasi 100 punti di differenza tra le due squadre, a vantaggio dei felsinei. Insomma peggior avversario per tentare un rilancio (considerato disperato) in questo momento non poteva esserci.

Ma Sacco prima di palla a due parla di “motivazioni forti per i suoi e dove dimostrare di avere gli attributi”. Per il terzo anno consecutivo l’Ambalt Recanati ha aderito al “Progetto Scuola di Special Olympics” nell’ambito della manifestazione European Basketball Week 2016. Prima dell’inizio del match tra Ambalt Recanati e Segafredo Virtus Bologna scende in campo una rappresentativa di Atleti Special Olympics delle Marche per il giuramento dell’Atleta Special Olympics:” Che io possa vincere ma se non riuscissi che io possa tentare con tutte le forze”.
A fare il tifo in questo delicatissimo momento per il Basket Recanati anche il conte Vanni Leopardi.

Recanati inizia con Reynolds, Bader, Pierini, Loschi, Sorrentino. Bologna risponde con Spissu, Umeh, Petrovic, Rosselli, Lawson. Regge bene due periodi la squadra di Sacco. Vince nettamente l’ultimo, deve riflettere sul terzo che ha compromesso la gara. Avvio subito forte degli uomini di Sacco. Bologna inizialmente subisce poi con Recanati gravata di falli mette la testa avanti dopo aver inseguito per cinque minuti. A 3′ dal primo stop 15-19  e Bologna che può spendere ancora due falli. Recanati improvisamente si smarrisce e va sotto di sei. Una bomba di Pierini ed un intercetto in difesa ridanno ossigeno in un momento delicato. Sul ferro esterno la tripla del possibile pari. Nel secondo periodo Recanati infila un 4-0 che gli consente di tornare avanti di 1. Una tripla per parte in rapida successione e Recanati mantiene il minimo divario. Partita molto equilibrata e molte palle da ambo le parti non lavorate a dovere. Una tripla di Bader fa esplodere il palas e Recanati va avanti di 4. La formazione di Sacco lotta accanitamente su tutte le palle evidenziando tra lacune anche progressi. Loschi e Spizzichini da tre e il divario rimane minimo, +4 per i leopardiani. Maspero infila ad 1′ 50″ il massimo vantaggio dei due periodi: +5. C’è sempre però l’ex Lawson a ricucire e con 50″ al riposo 42-42. Il sorpasso arriva con una tripla di Lawson. I 7″ finali non portano cambiamenti.

Dal riposo lungo Recanati non rientra con le idee chiare e Bologna ne approfitta per il primo allungo importante della partita. Reynolds non si arrende facilmente sotto le plance ma è Lawson il tormento dei leopardiani che iniziano a subire il maggiore tasso tecnico degli avversari che approfittano di uno sbandamento generale. A metà periodo Bologna avanti di 13. Sacco chiama time out.  Punteggio che si cristallizza e Recanati che non trova più la via della retina mentre Bologna dispone del campo a piacimento. Recanati scompare e gli ospiti volano a + 17. Servono tanti minuti per vedere un canestro in penetrazione di Loschi in una situazione fortemente compromessa dal solco tracciato dai felsinei. Bologna non perdona il minimo errore e sin dalle prime battute, nonostante Recanati ci metta orgoglio e passione, dimostra di controllare agevolnente il periodo finale potendo amministrare a cinque dalla sirena finale 12 lunghezze. Cinque punti di Maspero ringalluzziscono Recanati che prova la rimonta. Una tripla di Loschi porta Recanati a -6 e il ferro stoppa la tripla del clamoroso -3. Ci pensa Lawson a scuotere Bologna ma arriva la tripla di Bader. 75-80  e 1′ 37″ sul cronometro. Partita sul finale emozionante e la tripla di Maspero con 14″ accende la gara sull 80-82. Dalla lunetta Bologna va a + 3. Recanati ha tredici secondi per cercare la tripla dell’overtime. Fallo di Bologna, Maspero firma il -2 con 11″. Gioco in mano a Bologna. Tutto il palas, sponda Recanati in piedi. La lunetta dice però ancora Virtus. Replica Bolpin al 50 %. Sono secondi da fallo sistematico in cui Bologna va a + 4 e chiude la gara. Recanati deve solo rammaricarsi del disastroso terzo periodo. Bologna si conferma capolista e raccoglia il tripudio del centinaio di tifosi in curva. Migliore in assoluto l’ex Lawson con 26 di valutazione e 23 punti. Sulla sponda Recanati Reynolds 25 di valutazione mentre porta a casa 19 punti Bader.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here