La Stella Azzurra non completa la rimonta, la spunta l’Assigeco Piacenza

0

Terzo impegno di campionato per la Stella Azzurra Roma, che in un inizio ostico di calendario dopo il turno di riposo scende in campo al PalaBanca contro l’Assigeco Piacenza; i padroni di casa si confermano una formazione di buon livello cogliendo la vittoria, evitando un altro tentativo di recupero nell’ultimo quarto dei capitolini, per 81-72.

Primo ad andare a canestro è Kameron McGusty, con replica di Duane Wilson; si aggiungono di nuovo McGusty e Nazione con la tripla frontale per il vantaggio della Stella Azzurra Roma dopo due minuti di gioco, con solo canestri stranieri. Appoggio da sotto dell’ex Chiumenti e i capitolini si portano avanti di un possesso (4-7). McGusty guida i suoi al vantaggio, in un quarto che chiuderà a 8 punti personali: a metà quarto inerzia ribaltata con il 12-8 per i padroni di casa. La tripla dall’angolo di Innocenti fissa il pareggio nerostellato a quota 14, poi è capitan Sabatini a guidare i suoi al 7-0 di parziale (comprensivo del primo canestro da 3 punti per i padroni di casa) che fissa il punteggio a fine quarto sul 25-17 per Piacenza.

La seconda frazione inizia con la tripla di Jacopo Giachetti, la quinta per la Stella Azzurra Roma dopo le 4 (su 6 tentativi) del primo quarto; ne aggiunge un’altra dopo il canestro in backdoor dei padroni di casa, con lo scarto a ridursi a 4 punti (27-23) dopo tre minuti dalla ripresa del gioco. Accelerata successiva di Piacenza: 5-0 di parziale e punteggio sul 32-23 a poco meno di sei minuti dall’intervallo. Il ritmo si alza, e con il buon apporto dei giovani Salvioni, Innocenti e Visintin i nerostellati evitano la fuga tentata a più riprese dai padroni di casa, con la seconda frazione a chiudersi sul 42-29.

Con un parzialino di 4-0 dopo due minuti di terzo quarto, Piacenza incrementa il vantaggio, portandosi sul 48-31 e costringendo coach Bechi al pronto timeout. Il jumper di Alberto Chiumenti e il layup di Wilson risvegliano l’attacco nerostellato, con la tripla di Rullo a chiudere il controbreak di 0-7 che riporta a 10 punti tondi lo scarto fra le due squadre. E’ coach Salieri quindi a chiamare timeout, con il match ad accendersi nuovamente e le due squadre a rispondersi colpo su colpo: la distanza fra le due squadre resta nell’ordine della doppia cifra, con Chiumenti e Giachetti (con il gioco da 3 punti che vale il -7) a far pesare la loro esperienza per il 59-50 di fine quarto.

A inizio ultima frazione la tripla di Roberto Rullo riporta i nerostellati a -6, con lo svantaggio ad assottigliarsi e la partita a farsi sempre più combattuta prima di un altro break dei padroni di casa, di 5-0, per il 66-55 a sette minuti e mezzo dal termine della gara. Arriva però la nuova fiammata di Piacenza: in un minuto e mezzo i padroni di casa segnano altri 6 punti, provando la fuga sul +16 a metà quarto. Da Innocenti arrivano però due triple consecutive: i capitolini tornano a -10, e aggiungendo i 3 punti di Rullo, a -9 (73-64) a quattro minuti da fine gara. Con il passo e dentro di Giachetti, la Stella Azzurra Roma arriva a -7 un minuto e mezzo dopo. Di Wilson in layup il -5, con il viaggio di Sabatini in lunetta a interrompere il momento positivo ospite; lo stesso Sabatini aggiunge l’assist per l’appoggio di Pascolo che rimette 10 punti di distanza fra le due compagini a 50 secondi dal termine (78-68). La gara si chiude così virtualmente, con il punteggio finale ad essere di 81-72.

Assigeco Piacenza – Stella Azzurra Roma 81-72

Assigeco Piacenza:
Gajic 10, Franceschi n.e., Varaschin 8, Miaschi n.e., Joksimovic n.e., Pascolo 13, Querci 7, Skeens 6, Mc Gusty 17, Soviero, Gherardini n.e., Sabatini 20
All. Salieri
Ass. All. Farina, Manzo

Stella Azzurra Roma:
Wilson 13, Visintin 3, Chiumenti 10, Giachetti 17, Rullo 13, Pugliatti n.e., Nikolic n.e., Innocenti 11, Nazione 3, Ferrara, Salvioni 2, Mabor n.e.
All. Bechi
Ass. All. Micheletto