L’Alma si conferma rullo compressore e asfalta pure Recanati

I giuliani, guidati da un super Baldasso, trovano la sedicesima vittoria nelle ultime diciannove partite e si confermano in seconda posizione. Per i marchigiani una sconfitta pesanti che li lascia a 4 punti da Chieti.

di Marco Novello

32770822370_1ed2b50005_zI giuliani, guidati da un super Baldasso, trovano la sedicesima vittoria nelle ultime diciannove partite e si confermano in seconda posizione. Per i marchigiani una sconfitta pesanti che li lascia a 4 punti da Chieti.

Primo quarto che comincia con Dalmasson che propone come quintetto iniziale Bossi, Parks, Pecile, Da Ros e Green; dall’altra parte il pari ruolo Sacco schiera sul parquet Rush, Maspero, Bolpin, Bader e Marini. Primo canestro del match che porta la firma dell’ex Marini con un bel semi gancio in post basso (0-2) a cui segue il centro di Da Ros in avvicinamento per il 2 pari. Bolpin converte due dei tre tiri liberi guadagnati su fallo ingenuo di Parks e riporta in vantaggio i leopardiani (2-4). Vantaggio ospite che dura l’arco di una azione, ci pensano Bossi, con una tripla, e Green, con il primo volo sopra il ferro di giornata, a consegnare la prima leadership della partita a Trieste sul 7-4. Bader ricorda ben presto al pubblico di casa di essere un ottimo tiratore sugli scarichi e piazza la bomba del nuovo pareggio (7-7) con 6 minuti ancora sul cronometro da giocare. Green inchioda la seconda schiacciata del primo quarto ed incendia il pubblico di casa che prova a trascinare i suoi beniamini alzando i decibel del tifo. Ci pensa il duo Infante-Rush a spegnere i facili entusiasmi dei sostenitori alabardati firmando il contro sorpasso sul 11-12. Trieste non ci sta minimamente ad andare sotto tra le mura del PalaRubini e ribalta l’inerzia grazie ai canestri di Green e Da Ros scrivendo il +3 sul tabellone luminoso (15-12). Rush, grazie al suo talento, guida la reazione marchigiana e con 4 punti consecutivi riconsegna il minimo vantaggio ai viaggianti (15-16), prima che i giuliani prendano il largo con le loro folate costituite da una difesa intensa ed un attacco equilibrato. Pecile-Bossi-Parks firmano il break di 9-1 con cui l’Alma vola sul +7 a poco più di due minuti dal termine (24-17). I sigilli finali di Parks-Da Ros da una parte e di Infante-Rush dall’altra concludono il primo quarto sul 28-21 per il team di Dalmasson.

Seconda frazione che riprende con la premiata ditta Parks-Bossi a bucare la retina avversaria per il primo vantaggio in doppia cifra dei giuliani (32-21). Recanati sblocca il proprio tabellino grazie al solito Infante, ma dall’altro lato del campo Simioni, con una tripla piedi per terra, ristabilisce subito le distanze tra le due contendenti (35-23). Sorrentino prova a scuotere i suoi col canestro del -10 in penetrazione, ma Recanati viene letteralmente travolta dalla raffica del cecchino di Venaria Reale, che con 3/3 dai 6 e 75, caccia i recanatesi addirittura sul -14 (44-30). Baldasso sembra essersi messo alle spalle il momento no che perdurava da qualche partita ed oggi è rovente quanto una stufa infilando per fino la quarta tripla del suo quarto e regalando così alla città con l’alabarda il nuovo massimo vantaggio; 49-31 con due minuti ancora da giocare. Frazione che si concluderà poco dopo sul punteggio di 49-33 col canestro di Rush.

Terzo periodo vede in campo Da Ros, Pecile, Parks, Bossi e Ferraro da una parte; Rush, Marini, Bolpin, Maspero e Bader per gli ospiti. Parks, con un’inchiodata nel cuore dell’area, diventa il terzo giocatore della partita ad andare in doppia cifra, prima che Maspero si iscriva alla partita con due triple consecutive inframezzate dalla bomba di Bossi (54-39). Canestri che si susseguono con buona continuità con Rush e Pecile che scrivono ripetutamente il loro nome sul tabellino dei marcatori prima che la conclusione da distanza siderale di Bolpin metta fine a questa monotonia (58-44). Marini scrive quattro punti consecutivi sul tabellino dei viaggianti riconducendoli sul -11 (59-48), ma Green sembra conoscere bene la cura per uscire da questo momento di stallo ed infila cinque punti rimettendosi così in gara. Rush e Marini continuano a migliorare le loro statistiche personali, ma il 2/2 dalla linea della carità di Baldasso chiude il periodo sul punteggio di 66-54.

Quarto ed ultimo quarto che ricomincia col canestro di Infante a cui Simioni replica immediatamente (68-56). Nuovamente il lungo in forza ai marchigiani recupera un rimbalzo dalla spazzatura trasformandolo in altri due punti per il nuovo -10. Prandin, in penetrazione, mette una pezza al tentativo di rimonta ospite grazie anche all’imprecisione di Rush dalla linea della carità (70-59). Parks segna altri due punti dai liberi e riporta i giuliani ad un più tranquillo +13 prima che coach Sacco chiami un time-out per parlare coi suoi. Minuto purtroppo inutile perché la guardia piemontese in forza all’Alma, con la quinta tripla, aggiorna il punteggio sul 75-59 di metà frazione che sembra scrivere già i titoli di coda alla sfida. Bader non vuole saperne di alzare bandiera bianca riconducendo gli ospiti a 13 lunghezze di margine, ma questa è la partita di Lollo Baldasso che con altri due liberi scrive il suo high stagionale e dà la vittoria all’Alma. Prima della fine c’è tempo per il debutto dei giovani Schina e Deangeli oltre che l’abbraccio virtuale per il figlio di casa Fossati. Match che termina sul punteggio di 83-66 col buzzer di Ferraro da metà campo.

MVP di Basketinside.com: Lorenzo Baldasso. La guardia piemontese risponde con una grande prestazione e spazza via tutte le critiche piovutegli addosso nell’ultimo periodo. Tabellino che recita 19 punti, con 5/7 dalla lunga e 3 rimbalzi.

Alma-Agenzia per il Lavoro Trieste: J. Parks 15 (5/13 da 2, 0/4 da 3, 5/5 tl), S. Bossi 13 (2/3 da 2, 3/7 da 3, 0/0 tl), J.D. Green 11 (4/5 da 2, 1/2 da 3, 0/2 tl), M. Schina 0 (0/0 da 2, 0/1 da 3, 0/0 tl), M. Ferraro 3 (0/1 da 2, 1/2 da 3, 0/0 tl), A. Pecile (K) 7 (2/4 da 2, 0/2 da 3, 3/4 tl), L. Baldasso 19 (0/2 da 2, 5/7 da 3, 4/4 tl), L. Deangeli 0 (0/0 da 2, 0/1 da 3, 0/0 tl), A. Simioni 5 (1/4 da 2, 1/2 da 3, 0/0 tl), R. Prandin 4 (2/3 da 2, 0/0 da 3, 0/0 tl), M. Da Ros 6 (2/4 da 2, 0/2 da 3, 2/4 tl), A. Cittadini n.e. all. E. Dalmasson

US Basket Recanati: E. Rush 19 (6/14 da 2, 1/4 da 3, 4/7 tl), T. Bader 9 (1/3 da 2, 2/8 da 3, 1/2 tl), L. Marini 10 (5/6 da 2, 0/0 da 3, 0/0 tl), A. Pierini (K) n.e., F. Loschi n.e., R. Bolpin 5 (0/1 da 2, 1/4 da 3, 2/3 tl), G. Sorrentino 2 (1/3 da 2, 0/1 da 3, 0/0 tl), M. Fossati 0 (0/0 da 2, 0/1 da 3, 0/0 tl), F. Infante 10 (5/8 da 2, 0/1 da 3, 0/0 tl), G. Maspero 8 (1/2 da 2, 2/4 da 3, 0/0 tl), S. Spizzichini 3 (1/4 da 2, 0/0 da 3, 1/2 tl), all. G. Sacco

Fotogallery a cura di Dario Cechet

Baldasso

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy