Legnano non perdona, anche Chieti paga dazio al PalaEuroImmobliare

di La Redazione

Al PalaEuroImmobiliare i Legnano Knights, reduci dalla sconfitta di Matera,cercano di far valere il fattore campo ricevendo la visita della Proger Chieti che arriva invece dalla vittoria casalinga contro Ravenna. Knights al completo ma un pò acciaccati visti i problemi fisici di alcuni giocatori tra cui Merchant e Krubally,che in settimana non hanno potuto allenarsi al meglio. Legnano dunque si schiera col quintetto base che vede Di Bella in regia,Merchant guardia,Milani ala piccola,Arrigoni ala grande e Krubally centro. Chieti,a sua volta al completo,risponde con Monaldi playmaker,Sollazzo guardia,Cardillo e Saffold ali e Ancellotti centro.
Tutto esaurito al PalaEuroImmobiliare,con presente anche una rappresentanza di tifosi ospiti giunti dal lontano Abruzzo.

Legnano parte bene,sbloccando il punteggio con Di Bella che mette a segno un tiro dalla media distanza. Lo stesso Di Bella serve poi a Merchant l’assist del 4-0 e Krubally compie una super stoppata che fa esplodere il pubblico. Ancellotti sblocca il tabellino per Chieti da sotto misura,e sempre da sotto pareggia i conti sul 4-4. Di Bella riporta avanti Legnano con un gran canestro in transizione ed è ispiratissimo,tra punti,assist e anche una gran palla rubata. A questo punto si scatena Krubally,che fa 5 punti in fila e porta sull’11-6 i Knights. Per Chieti segna solo Ancellotti,e agli ospiti non può bastare. Legnano con Di Bella e Krubally si porta al massimo vantaggio di +9 (15-6). Il primo quarto si chiude sul 15-9 dopo la tripla di Palermo. Tanta paura per la caduta di Krubally ma lo statunitense dopo qualche minuto tornerà regolarmente sul parquet. La prima frazione è stata caratterizzata da diverse interruzioni a causa dei problemi alla sirena e ai cronometri dei 24 secondi. Legnano a +6 nonostante 0/5 da tre punti e un Merchant con le polveri bagnate (1/6 al tiro). La differenza in positivo l’ha fatta anche una grandissima intensità difensiva.

La seconda frazione inizia con un botta e risposta da due punti tra le due squadre,poi Legnano accelera,e con una tripla di Navarini e un canestro di Milani si porta al massimo vantaggio di +11 (22-11). Chieti in attacco fatica enormemente e in breve i padroni di casa volano fino al massimo vantaggio di +14 sul 27-13 cavalcando l’asse Di Bella-Krubally,con il primo che fa un assist da parte a parte per il secondo. Il parziale del secondo quarto è di 12-4 per Legnano,e lo interrompe Monaldi con una tripla. Chieti assesta un 5-0 di parziale e si riporta a -9 sul 27-18. Gli ospiti hanno anche l’occasione di portarsi a -7 con un canestro a campo aperto,ma Petrucci compie un recupero incredibile e firma una stoppata di quelle che di solito si vedono solo in NBA. Pubblico in estasi,e sulla ripartenza Petrucci va a ricevere all’angolo e infila una tripla che vale più del platino e riporta a +12 i suoi,sul 30-18. Pubblico di casa a questo punto anche oltre l’estasi,grazie a un Petrucci che dalla panchina porta un contributo “alla Ginobili” e regala un paio di giocate di rari atletismo e bellezza. Legnano però è anche piuttosto fallosa,e con diversi tiri liberi Chieti si rifà sotto,fino al 30-23. Un’altra tripla di Petrucci sancisce il nuovo +10 per i Knights,sul 33-23,e poi c’è spazio per un’altra giocata di livello altamente spettacolare:assist di Di Bella e schiacciata devastante di Krubally. Altro delirio per il pubblico di casa,e nuovo +12 sul 35-23. Chieti ha un’impennata proprio nel finale e va all’intervallo lungo sotto solo di 8 lunghezze.sul 37-25.

Il terzo quarto,pur essendo molto bello non ha tanti momenti di spettacolo come i primi due. Chieti apre le marcature con Saffold ma poi fatica di nuovo tantissimo in attacco,segna complessivamente 11 punti subendone 16 e commette due falli antisportivi su altrettante palle perse che erano state rubate da Maiocco e Di Bella. Legnano aumenta dunque il proprio vantaggio,chiudendo a +13 sul 51-38,dopo essere tornata anche a +16. Il migliore dei Knights nel terzo periodo e stato certamente Maiocco,autore di una tripla,assist e recuperi,nonché ovviamente della solita intensità incredibile. L’ultimo periodo vede il risveglio prepotente di Chieti in attacco,con un parziale di 11-2 per gli abruzzesi che tornano a -4 sul 53-49. Sollazzo sugli scudi per gli ospiti,e se Krubally mette un canestro da due che è come ossigeno,Chieti martella da tre punti con Sollazzo e Monaldi e si riavvicina fino a -2 più volte,l’ultima sul 62-60. Legnano pasticcia tanto,perde tanti palloni e arriva come contro Treviso in vantaggio di soli due punti con l’ultimo possesso a favore degli avversari. Stavolta la fortuna è coi Knights,perché Chieti non riesce ad andare a canestro né da tre né da due punti e alla fine gli ospiti perdono palla e commettono fallo su Di Bella,che quando manca meno di un secondo segna entrambi i liberi e fissa il risultato sul 64-60 finale.

Stavolta Legnano pur rischiando molto non perde una partita interamente trascorsa in vantaggio,e con questa vittoria aggancia proprio Chieti in classifica a 8 punti lanciandosi nelle parti alte di una classifica che permette di sognare e confermando che al PalaEuroImmobiliare è non dura,ma durissima per tutti. Chieti esce sconfitta ma con onore,pagando soprattutto la sterilità offensiva del primo e del terzo quarto.

Legnano
24/57 (18/37 da due,6/20 da tre)
Krubally 18,7/12 da due
Petrucci 11,(1/2,3/5)
Maiocco 5 (1/2 da tre)
Di Bella 13 (5/8 da due)
Milani 11 (4/8,1/3)
Merchant 3 (1/5 da due)
Navarini 3 (1/2 da tre)
Chieti
22/65 (15/43,7/22)
Cardillo 4 (1/3 da due)
Palermo 13 (3/4,2/5)
Paesano 2 (1/2)
Ancellotti 11 (5/8 da due)
Monaldi 10 (1/7,2/5)
Saffold 8 (3/9 da due)
Sollazzo 10 (2/11,2/3)

rimbalzi:Legnano 34,Krubally 12
Chieti 38,Ancelotti 10

assist: Legnano 12,di Bella 5
Chieti 4,uno a testa per Cardillo l,Palermo,di Emidio e Monaldi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy