Lucca sempre più in alto: Agrigento sconfitta al PalaTagliate

0

Arcanthea Pallacanestro Lucca – Moncada Agrigento 89-78

ARCANTHEA: Deloach 18, Panzini 8, Sgobba ne, Valenti 25, Santarossa 2, Motta, Banti 10, Parente 12, Conger 14, Di Giacomo ne. All. Mecacci
MONCADA: Vaughn 16, Anello 2, Mian 10, Di Viccaro 19, Portannese, Chiarastella 6, De Laurentiis 9, Giovanatto 2, Mocavero 10, Piazza 4. All. Ciani
ARBITRI: Caforio, Caruso, Barilani
NOTE: parziali 30-28, 61-46, 79-55. Spettatori 1000 circa. Fallo antisportivo di Anello al 9’44”, Fallo tecnico alla panchina di Agrigento all’11’48”. Uscito per 5 falli Mian al 28’56”.

Splendido successo dell’Arcanthea che batte Agrigento e centra il terzo successo consecutivo, un risultato mai raggiunto nelle ultime due stagioni. Una partita giocata su alti ritmi, che l’Arcanthea ha saputo addomesticare nel secondo e terzo quarto grazie a una grande prestazione difensiva che ha innescato le bocche da fuoco biancorosse.
Una bellissima prestazione dei ragazzi di coach Mecacci che in avvio accettano di giocare a viso aperto. Ne viene fuori un incontro giocato su ritmi altissimi in cui si segna tantissimo e si procede punto su punto. Una tripla di Deloach scava il primo solco (23-19) ma Vaughn risponde con 5 punti di fila che riporta l’inerzia in perfetto equilibrio. Il capolavoro però si compie nel secondo e nel terzo quarto con la difesa lucchese che inizia a stringere, Santarossa che segna il +6 (34-28) e l’Arcanthea che scappa nel punteggio raggiungendo la doppia cifra grazie a un giro in lunetta di Panzini (46-35) e poi continua ad allungare. Sulla sirena Di Viccaro segna il 61-46 ma ormai i lucchesi sono in ritmo e nel terzo quarto scappano addirittura sul +28 (79-51) che è il massimo vantaggio dell’incontro. Nell’ultimo periodo arriva la reazione dei siciliani che piazzano un parziale di 9-0 e provano a ridurre lo svantaggio. I lucchesi tengono botta e gestiscono il finale senza troppi patemi.

Un Mecacci sereno si presenta presto nel dopo partita: «Devo dire grazie a tutti i miei giocatori, sapevo di allenare bravi giocatori, ma anche brave persone. Siamo stati tatticamente ineccepibili per 35 minuti contro una squadra forte, completa e sottolineo, anche ben allenata. L’anormalità era di essere avanti di 22 a cinque minuti dalla fine; poi un po’ di stanchezza è venuta fuori. I miei giocatori hanno eseguito benissimo quanto avevamo preparato in settimana pur allenandoci a ranghi ridotti fino a giovedì. Volevamo negare facili uscite dai blocchi e tenere fuori partita Piazza e ci siamo riusciti molto bene. Abbiamo cominciato bene in attacco e male in difesa, ma strada facendo siamo cresciuti moltissimo fino a concedere solo 9 punti ad Agrigento nel terzo quarto. L’unico neo, penso che siano stati i liberi sbagliati che, purtroppo, stanno diventando una costante.
Questa vittoria, che è la terza consecutiva e che non ci era mai riuscito in questa stagione, ci dà una botta di energia notevole».

Fotogallery a cura di Claudio Tosi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here