L’Urania Milano doma Treviglio e aggancia la quarta posizione

0

Wegreenit Urania Milano – Gruppo Mascio Treviglio 81-79 (31-22, 11-21, 21-23, 18-13)

Wegreenit Urania Milano: Giorgio Piunti 17 (6/7, 1/3), Giddy Potts 14 (1/4, 1/3), Matteo Montano 14 (0/2, 3/8), Aristide Landi 11 (1/5, 3/6), Giovanni Severini 8 (1/1, 2/3), Andrea Amato 7 (3/4, 0/7), Ion Lupusor 6 (0/0, 2/5), Davide Bonacini 4 (2/2, 0/2), Romeo Ciccarelli 0 (0/0, 0/0), Matteo Cavallero 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 17 / 20 – Rimbalzi: 27 7 + 20 (Giorgio Piunti 10) – Assist: 17 (Giddy PottsAndrea Amato 4)

Gruppo Mascio Treviglio: Tommaso Guariglia 25 (10/13, 1/2), Federico Miaschi 18 (2/6, 4/8), Simone Barbante 13 (5/6, 0/0), Marco Giuri 10 (2/5, 2/4), Terrell Harris 7 (2/4, 1/3), A.j. Pacher 4 (2/3, 0/0), Bruno Cerella 2 (1/1, 0/0), Matteo Pollone 0 (0/0, 0/2), Brian Sacchetti 0 (0/0, 0/1), Leonardo Falappi 0 (0/0, 0/0), Giacomo Carpi 0 (0/0, 0/0), Luca Vitali 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 7 / 9 – Rimbalzi: 26 2 + 24 (Tommaso Guariglia 6) – Assist: 18 (Terrell Harris 6)

Una Wegreenit Urania Milano da battaglia vince la sfida con Treviglio, 81–79. Gara vibrante con i Wildcats che, sotto di 12, non mollano la presa e rimontano trascinati da capitan Piunti e dai ruggiti di Landi e Potts. Non bastano alla Gruppo Mascio la gran serata di Guariglia (25 punti) e le fiammate di Miaschi (18 alla sirena).

LA GARA

Il botta e risposta tra Miaschi e del rientrante Lupusor apre il match, scalda la mano anche Severini, un blitz di Amato serve il più 3 rossoblu, 8-5. Treviglio si affida al talento di Guariglia in area colorata, Potts con una prodezza balistica tiene avanti i padroni di casa, 11-9. Mini fuga Wegreenit dopo gli squilli di Potts, Severini è on fire e sigilla il più 9 milanese, 18-9. I Wildcats steccano un paio di opportunità per allungare, immediata la replica ospite con Harris letale in penetrazione, 18-13. Piunti prova a suonare la carica per Urania, 5 punti filati ed un eccellente rimbalzo offensivo per il capitano che Montano tramuta nel primo vantaggio in doppia cifra, 26-15. Harris resta un rebus complesso per la difesa milanese, restano al comando gli uomini di coach Villa grazie anche alla zampata di Landi, 31-22. Altro botto rossoblu, questa volta del Principe Montano, in una gara ad altro ritmo, la Wegreenit vola sino al più 12 prima della rimonta dei bergamaschi guidati dal solito Miaschi, 34-29. Prosegue la rimonta del Gruppo Mascio, Barbante è un fattore in vernice, Milano soffre il pressing degli uomini di coach Finelli, Guariglia schiaccia in transizione prima il pallone e poi quello del sorpasso, 36-38. E’ un commovente capitan Piunti a tenere a contatto Urania alla pausa lunga, 42-43 dopo l’incursione di Bonacini. Il tandem Miaschi-Guariglia continua ad imperversare anche dopo l’intervallo, Giuri sigilla il break ospite, 42-51. Scivola a meno 11 la Wegreenit che cerca di restare aggrappata alla partita, Lupusor e Piunti per il meno 7, 48-55. Troppi gli errori dall’arco per i Wildcats con Amato non in serata, arriva però una bella fiammata sull’asse Potts-Montano-Landi che tiene accese le speranze alla penultima sirena, 63-66. Montano accende il PalaFitline con la bomba della parità, un enorme Piunti ha ancora la forza per mettere la freccia. Urania mette sul ferro due volte il possibile più 4 ma lotta con rara ferocia, prezioso Potts ma è Landi a griffare 5 punti d’autore. Nel finale c’è tempo per l’ultimo assalto ma la difesa rossoblu mura la penetrazione di Harris, 81-79.

uff.stampa urania milano