Mantova lotta, ma concede la nona vittoria a Tortona

di Alberto Carmone

La Staff Mantova lotta per oltre 38 minuti contro la capolista Tortona, ma la Bertram è inarrestabile e centra il nono successo stagionale.

Avvio molto equilibrato con Mantova e Tortona che alzano subito i ritmi in difesa e in attacco. Tortona parte meglio con Cannon e Mascolo, ma la Staff risponde presente con James l’inossidabile Ghersetti. Mantova prende fiducia e stacca gli avversari trovando una buona fluidità offensiva arrivando fino al +6. La Bertram non molla e sempre con Cannon si rende pericolosa sotto le plance. A cambiare la partita per i piemontesi è però Lorenzo Ambrosin che sigla 10 punti in meno di tre minuti consentendo ai suoi di tornare in vantaggio (19-21 all’8’). Nel finale Mantova ritrova il pareggio e al 10’ il tabellone recita 23-23.

Nel secondo quarto inizia meglio la Bertram. Gli uomini di coach Vanni Talpo chiudono le maglie in difesa e caricano di falli gli avversari biancorossi. Nonostante le rotazioni ridotte dall’assenza per infortunio di David Weaver, gli Stings tengono comunque alta l’intensità. Gazzotti sigla 8 punti in pochi minuti, ma Ghersetti e James tengono in piedi la Staff con alcuni tiri forzati. Nel finale del periodo di gioco, gli Stings crescono ancora migliorando la difesa (Sanders tenuto a 0 punti nel primo tempo). Maspero e Bonacini firmano il vantaggio di Mantova a fine primo tempo (44-42 al 20’).

Il secondo tempo comincia con gli stessi ritmi dei primi due quarti. Tortona e Mantova non si risparmiano con Ghersetti e James che mantengono viva la Staff. La Bertram è però implacabile in attacco e supera gli avversari affidandosi a Cannon, il quale continua a sfruttare il mismatch sotto le plance. Ambrosin e Tavernelli migliorano iul parziale staccando Mantova fino al +10 (53-63 al 28’). Al rientro dal timeout di coach Di Paolantonio, la Staff ricomincia a girare e accorcia le distanze fino al 57-63 al 30’.

Nell’ultimo quarto si manifesta ancora di più il calo fisico di Mantova che riduce le proprie percentuali. Tortona, pur con fatica, tiene il distacco con gli avversari,  ma non chiude l’incontro. Maspero e James si ergono a protagonisti realizzando canestri e giocate fondamentali per permettere agli Stings di rimanere in partita. La tripla di Maspero porta la Staff a -4 (64-68 al 34’). Sanders (grande assente del match per buona parte dell’incontro) segna una bomba pesantissima che riporta sul +7 Tortona. James è l’ultimo a mollare, ma la nuova bomba di Tavernelli e un altro canestro difficile di Sanders segnano la fine delle speranze di Mantova. Gli Stings attaccano comunque fino alla fine chiudendo la partita nella metà campo avversaria per limare il passivo finale.

Staff Mantova – Bertram Tortona 72-81 (23-23, 21-19, 13-21, 15-18)
Staff Mantova: Christian James 24 (6/9, 3/6), Mario jose Ghersetti 17 (5/6, 1/5), Davide Bonacini 13 (3/5, 2/4), Riccardo Cortese 7 (2/9, 1/5), Lorenzo Maspero 5 (0/0, 1/5), Luca Infante 4 (2/2, 0/0), Matteo Ferrara 2 (1/2, 0/0), Lorenzo Ziviani 0 (0/0, 0/1), Andrea Albertini 0 (0/0, 0/0), Franco Flan 0 (0/0, 0/0), David Weaver 0 (0/0, 0/0), Bogdan Mirkovski 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 10 / 16 – Rimbalzi: 24 2 + 22 (Christian James 8) – Assist: 9 (Lorenzo Maspero 3)
Bertram Tortona: Jalen Cannon 19 (7/8, 1/1), Lorenzo Ambrosin 17 (4/6, 2/6), Riccardo Tavernelli 11 (1/1, 2/4), Bruno Mascolo 9 (3/8, 1/2), Jamarr Sanders 9 (2/8, 1/5), Giulio Gazzotti 8 (1/1, 2/3), Luca Severini 5 (1/1, 1/3), Matteo Graziani 3 (0/1, 1/2), Alessandro Morgillo 0 (0/0, 0/0), Samuel Sackey 0 (0/0, 0/0), Agustin Fabi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 10 / 16 – Rimbalzi: 37 7 + 30 (Jalen CannonBruno Mascolo 10) – Assist: 15 (Bruno Mascolo 7)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy