Martinoni protagonista, Novipiù Monferrato regola Urania

0
Foto: Maurizio Dalla Zuanna

Serata opaca per la Wegreenit Urania Milano che cade a Casale Monferrato, Gara sempre controllata dai padroni di casa trascinati da Martinoni, Kelly e Pepper, non bastano le fiammate di Potts prima ed il duo Landi-Piunti poi ai Wildcats.

LA GARA
Sono Pepper e Potts a realizzare i primi squilli del match, botta e risposta tra i due realizzatori per il 5-5 in avvio. Seconda penalità prematura per Cavallero ma coach Villa continua con lo starting five iniziale, Martinoni inizia a farsi largo in area colorata per il più 6 Novipiù, 11-5. La Wegreenit per ora è solo Potts, Martinoni continua ad imperversare, fuga dei padroni di casa dopo il botto di Fabi, 16-8. Lievita sino alla doppia cifra il margine degli uomini di coach Di Bella, ancora Fabi a referto, un lay up di Landi sigla il meno 9 alla fine del primo quarto, 21-12. Prova a reagire Urania in apertura di secondo periodo, qualche libero di troppo steccato ma tanto agonismo da parte dei rossoblu ospiti, fiammata del trio Landi-Amato-Montano, tripla del Principe che vale il meno 3, 23-20. Buon momento per i Wildcats con Severini che trasforma la transizione offensiva nel sorpasso, immediata la punizione dei padroni di casa con la percussione di Pepper e Kelly, 28-22. Brani di zona per la Novipiù che prova a bloccare gli esterni milanesi, altra spallata di Casale con il duo Pepper-Kelly, piemontesi avanti 43-37 a metà gara. Dopo la pausa lunga terzo fallo immediato di Amato, polveri bagnate per la Wegreenit che affonda di nuovo a meno 11 dopo la tripla frontale di Calzavara, 48-37. Due stoccate di capitan Piunti non cambiano l’inerzia del match, Martinoni resta un rebus irrisolto nella metà campo difensiva, 53-42. Quarta penalità, assai dubbia, di Amato e momento difficile per Milano che si aggrappa al totem Piunti, 59-51. Poco gioco e tanti falli anche nel finale di quarto, tecnico per flopping a Landi che non molla siglando sei punti filati, 68-62 alla penultima sirena. Splendida battaglia tra spada e fioretto nel duello Piunti-Martinoni in avvio di ultima frizione, non riescono ad alzare l’intensità difensiva i Wildcats che subiscono l’ennesimo colpo da Martinoni, 76-66. Si spegne la rimonta milanese in un clima surreale con chiamate spesso misteriose dei trio arbitrale, di Martinoni e Calzavara i canestri che sigillano la vittoria di Casale, 87-77.

Novipiù Monferrato Basket – Wegreenit Urania Milano 97-83 (21-12, 22-25, 25-25, 29-21)

Novipiù Monferrato Basket: Niccolo Martinoni 27 (7/12, 2/4), Dalton Pepper 21 (6/12, 2/9), C.j. Kelly 20 (1/1, 5/9), Andrea Calzavara 15 (4/6, 1/2), Agustin Fabi 6 (0/0, 2/3), Tommaso Fantoma 5 (1/2, 0/0), Raffaele Romano 2 (1/2, 0/0), Dario Zucca 1 (0/0, 0/0), Nicolo Castellino 0 (0/0, 0/1), Karl markus Poom 0 (0/0, 0/0), Tommy Pianegonda 0 (0/0, 0/0), Alessandro Baj 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 21 / 24 – Rimbalzi: 34 7 + 27 (Dalton Pepper 11) – Assist: 15 (Dalton Pepper 6)

Wegreenit Urania Milano: Giddy Potts 21 (5/6, 3/9), Giorgio Piunti 18 (4/6, 1/2), Aristide Landi 18 (2/4, 4/5), Andrea Amato 11 (1/4, 3/8), Matteo Montano 10 (1/4, 1/4), Giovanni Severini 5 (0/4, 1/2), Matteo Cavallero 0 (0/0, 0/0), Davide Bonacini 0 (0/3, 0/1), Romeo Ciccarelli 0 (0/0, 0/0), Theo Anchisi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 18 / 26 – Rimbalzi: 26 6 + 20 (Giorgio Piunti 6) – Assist: 13 (Andrea Amato 4)