Matera festeggia la salvezza vincendo in volata su Omegna

0

Siamo giunti ai titoli di coda e, dopo una stagione tormentata, l’orgoglio Bawer Matera sale finalmente in cattedra a dettar legge e regala l’ultima gioia stagionale (di poche) ai suoi tifosi. Nell’ultima giornata del campionato di Lega Due Silver la Bawer Matera chiude in bellezza e cancella la serie negativa costellata da undici sconfitte consecutive grazie al successo casalingo contro Omegna. Dopo la salvezza / promozione acquisita aritmeticamente al termine della penultima giornata di campionato, la gara contro i piemontesi è stata l’occasione per festeggiare insieme lo storico traguardo raggiunto della serie A2 Unica.

Apre subito in vantaggio la Bawer con Migliori che rompe il ghiaccio, dopo 2 lunghi minuti ci pensa l’ex Iannuzzi a ristabilire la parità, ma l’Olimpia innesca un break di 5-0 portandosi sul 7-2. I rossoverdi ci mettono un po’ ad ingranare la marcia, poi però nella seconda parte del quarto iniziano a macinare gioco e punti realizzando un portentoso break di 2-12. A 3’ dal termine del primo parziale il punteggio dice 9-14. I locali però non ci stanno e colpo su colpo riportano in equilibrio il match sino al colpo di Tagliabue a 32” dal termine che vale il -1 (16-17); sulla sirena però è Smorto a gelare il Palasassi con una tripla che fissa il primo quarto sul 16-20.
Il secondo quarto vede ancora l’allungo iniziale di Omegna con i due punti di Masciadri, poi per i piemontesi è black out totale e la Bawer ne approfitta anche se con non pochi problemi ed errori sotto canestro. A portare il match sul -2 è Greene che buca il canestro per 3/3 dalla lunetta. Da qui un vero e proprio tiro alla fune che però premia gli ospiti che trascinati da Resca si vedono allungare di nuovo (+6) quando siamo a metà del quarto. Vantaggio che la Paffoni riesce a mantenere invariato sino a 3’ minuti dal riposo lungo, poi la Bawer torna con imponenza sul match e in pochi possessi si riporta, con Bonessio e Cucco su tutti, addirittura in vantaggio (33-32) quando manca poco piu’ di un minuto all’intervallo. Sino al suono della sirena gli ospiti riescono a mettere a segno con Iannuzzi e Resca ben 5 punti, la Bawer invece solamente 3. Si va al riposo cosi’ sul 36-37 ancora in favore degli ospiti.

Terzo quarto che vede ancora i rossoverdi partire a razzo e mettere a segno dopo 2 minuti con Iannuzzi e Conger un break di 1-5. L’Olimpia non ci sta e inizia a fare la voce grossa con i due gioielli a stelle e strisce che cominciano e terminano la rimonta: 44-44 quando siamo quasi alla metà del 3 quarto, poi con Migliori i biancoazzurri si riportano in vantaggio ma non riescono a scappare con Omegna che riesce a tamponare gli attacchi avversari sino a 2’ dalla sirena e restare a galla, poi però Richard e Fallucca suonano la carica e siglano il +5 quando mancano poco piu’ di 30”. Ultimi secondi che la Bawer dimostra di non saper gestire, 2 palle perse e altrettante messe a segno da Dip consentono nuovamente agli ospiti di riportarsi in parità, poi ci pensa Migliori dalla lunetta a chiudere il quarto in vantaggio sul 55-53.

Quarto quarto meno spettacolare dei 3 visti sino ad ora, si apre con i punti di Fallucca e Baldasso che mettono a segno quello che è il secondo massimo vantaggio di giornata: 59-53, poi replicano al min. 4 (66-58) per un +8, assoluto massimo vantaggio, che fa ben sperare quando mancano 5’ al termine. Nella seconda parte del quarto Omegna trascinata dai giovani Cappelletti e Smorto tentano il tutto per tutto e mettono i brividi ai tifosi locali: quando mancano 51” al termine sembrano quasi aver completato la rimonta, portandosi sul -1 (66-65). Questa volta però la Bawer non ci sta a regalare un’altra vittoria immeritata all’avversario e serra ogni varco, andando poi ad attaccare rapidamente canestro. Questa risulta essere l’arma giusta negli ultimi istanti della contesa.
L’Olimpia Matera infatti vince la gara chiudendo la pratica sul 70-67, salutando cosi’ nel migliore dei modi la A2 Silver e proiettandosi adesso verso un futuro che anni fa appariva come un lontano miraggio: un’A2 Unica diventata realtà.

Matera-Omegna: 70-67 (16-20, 21-16, 18-17, 15-14)

Matera: Fallucca 7, Richard 6, Bonessio 11, Caroldi 6, Migliori 11, Cucco 3, Greene 9, Baldasso 6, Tagliabue 11, Sacco, Paparcone, Dagostino. Coach: Di Lorenzo.
Omegna: Iannuzzi 26, Cappelletti 3, Conger 4, Masciadri 11, Saddler 8, Resca 6, Dip 4, Smorto 5, Vildera, Gurini. Coach: Magro.

Fotogallery a cura di Roberto Linzalone