Matera lotta per 10′, Legnano vince sul velluto

0

Per la settima giornata di ritorno del campionato di A2 silver,la EuroPromotion Legnano ospita al PalaEuroImmobiliare la Bawer Matera,per uno scontro di fondamentale importanza nella lotta per la salvezza. Entrambi i team sono reduci da tre sconfitte consecutive e devono assolutamente cercare di vincere,Matera per ridurre il distacco dalla zona salvezza,Legnano per tornare in una situazione di classifica tranquilla che nelle ultime settimane è venuta meno. Entrambi gli allenatori sono alle prese con rotazioni accorciate. Per Legnano,Mattia Ferrari deve rinunciare all’ultimo minuto a Petrucci,che ha rimediato un problema alla caviglia in allenamento,mentre per gli ospiti Di Lorenzo come previsto deve fare a meno di Jordan Richard.

Per Legnano il quintetto iniziale è rivoluzionato,e vede a sorpresa Merchant partire dalla panchina. Per i Knights,che si affidano ai lunghi,c’è dunque Di Bella in regia,Frassineti guardia improvvisata,Arrigoni ala piccola altrettanto improvvisata,Maiocco ala grande e Krubally centro. Matera risponde con Greene playmaker,Fallucca guardia,Bonessio e Migliori sulle ali e Tagliabue centro. Si gioca in un PalaEuroImmobiliare gremito e caldissimo,con il pubblico Legnanese accorso in massa per sostenere i Knights.Inizia il match,Legnano sbaglia i primi tiri, ed è Matera a segnare il primo canestro,con Tagliabue da sotto misura Arrigoni pareggia i conti con 2/3 ai liberi,e dopo un altro botta e risposta che porta il punteggio sul 4-4 arriva il primo vantaggio per i Knights,con Frassineti che infila una tripla dall’angolo.
L’equilibrio continua,Greene segna 5 punti consecutivi per il nuovo vantaggio ospite,sul 7-9. Matera arriva fino al +4,sul 8-12 ma da qui Legnano prende il comando. Frassineti in versione cecchino firma tre canestri consecutivi,per un totale di sei punti che regalano il primo vantaggio a Legnano,sul 14-12. I Knights vanno al primo riposo avanti di tre punti,sul 19-16.

Il secondo quarto inizia in maniera a dir poco traumatica per Matera,che per ben 5 minuti consegna nemmeno un punto,sbagliando tutti i tiri tentati,compresi due liberi. Legnano ne approfitta assestando un mortifero 12-0 di parziale che porta il vantaggio dei padroni di casa a +15,sul 31-16. Se Krubally è abbastanza tranquillo rispetto ai suoi standard abituali (all’intervallo 4 punti,ma anche 10 rimbalzi),è Frassineti a essere scatenato,segnando ben 9 dei 12 punti del parziale. Splendida la tripla segnata sullo scarico di Navarini,che conclude con un assist pregevole un coast to coast iniziato dopo avere catturato un rimbalzo. Matera inizia a segnare qualche punto,ma sembra essere totalmente nelle mani di Josh Greene,l’unico a produrre azioni e giocate di buon livello. Gli ospiti recuperano qualche punto ma all’intervallo lungo Legnano è ancora avanti di 9 punti,sul 41-32,grazie a un Di Bella ispirato a penetrare continuamente nel pitturato e segnare da sottomisura.

Il terzo quarto comincia come il primo,con due punti di Tagliabue,questa volta dalla lunetta,che riportano a -7 Matera sul 41-34. Ma il copione non cambia rispetto al primo tempo,e nonostante un buon apporto di Migliori,gli ospiti precipitano nel punteggio arrivando fino al massimo svantaggio di -18,sul 63-45. Il mattatore è sempre Frassineti,davvero fenomenale in ogni tipologia di tiro. Intanto Krubally si sblocca anche su azione e ottiene l’ennesima doppia doppia stagionale. Si va all’ultimo intervallo con Legnano avanti di 16,sul 63-47 e con le mani sulla partita.

Ma Matera non ci sta,e sfruttando l’attacco inceppato dei padroni di casa,inizia a recuperare punti,
assestando un parziale di 8-0 con sei punti consecutivi di Greene. Legnano,che vede ridursi il proprio vantaggio a +8 (63-55),segna i primi punti dopo oltre 4 minuti,grazie al canestro da due di Frassineti. Greene continua a macinare canestri,e riporta i suoi fino a -7,sul 67-60. Ma la rimonta di Matera non si spinge oltre,perché di Bella con una tripla riporta i Knights a +10,e con una regia veramente saggia ed equilibrata gestisce i palloni più caldi del match,ottenendo anche i tiri liberi che nel finale fissano il punteggio sul definitivo 73-61.
Vince Legnano dunque,meritatamente,godendo di un Frassineti strepitoso,dell’esperienza di di Bella,l’affidabilità di Krubally ma anche dello straordinario apporto in fatto di energia e lavoro “sporco” di Arrigoni e Maiocco,elogiati anche da Mattia Ferrari in conferenza stampa. I Knights dopo questa vittoria sono quasi salvi,mentre Matera è sempre inguaiato al penultimo posto e oggi è apparsa troppo dipendente da un pur stratosferico Greene e priva di altre soluzioni offensive.

Europromotion Legnano-Bawer Matera 73-61 (19-16,41-32,63-47)

Legnano 24/64 (18/41,6/23)

Krubally 13 (2/6 da due)
Maiocco 7 (0/5 da due,1/4 da tre)
Frassineti 28 (7/10 da due,4/9 da tre)
Arrigoni 8 (3/5 da due)
Di Bella 15 (5/12,1/4)
Locci 2 (1/2 da due)

rimbalzi 44 (30+14,Krubally 21)
assist 8 (3 Maiocco)

Matera 24/63 (19/45,5/18)

Greene 32 (9/16,4/10)
Baldasso 4 (2/3 da due)
Bonessio 4 (2/3 da due)
Tagliabue 10 (3/9 da due)
Migliori 11 (3/8,1/2)

rimbalzi 28 (21+7,Tagliabue 10)
assist 6 (3 Greene)