Matera, secondo ko di fila, impresa Viola

0

VIOLA – MATERA 80-76

PARZIALI: 18-11/35-34/ 63-47

VIOLA: Fabi 14, Monaldi 5, Dia 12, Ammanato 6, Azzaro, Hamilton 26, Caprari, Sorrentino 17, Spera, Sabbatino. All. Ponticiello

MATERA: Iannuzzi 7, rezzano 8, Jones 22, Cantone 7, Austin 9, Vico 10, Maganza 13, Bolletta, Toscano, Basso. All. Benedetto.

ARBITRI: Bonisegna di Milano, Trafiletti di Messina e Mancini di Caserta

Ottava giornata del girone di ritorno per l’Adecco Silver. La Viola chiude questo mese di febbraio ospitando il fortissimo Matera, formazione che punta al salto di categoria e che vuole fare punti in riva allo stretto.

Il match termina con la grande affermazione dei ragazzi del presidente Muscolino che conquistano il quarto successo consecutivo contro la vice capolista del campionato ed affacciandosi per la prima volta in stagione in piena zona play-off. ancora una volta i reggini confermano l’ottimo stato di forma e sfoggiano un Hamilton MVP ed un Sorrentino in serata di grazia.

Settimana di lavoro normale per la Viola che vuole punti per continuare a lottare per la salvezza anche se le tre vittorie consecutive hanno allontanato i reggini dai bassi fondi ed, in qualche modo si strizza gli occhi alla zona play-off quindi ogni gara diventa importante anche se l’avversario è di quelli da prendere con le molle. I lucani allenati dall’ex Gianni Benedetto sono un ostacolo che sembra insormontabile ma i reggini non vogliono fare la parte della vittima sacrificale e quindi preparano l’incontro con grande attenzione. Matera non vuole fare regali e sa comunque di dover affrontare una squadra che, nonostante la differenza in classifica, può metterli in difficoltà soprattutto quando gioca in casa. Fra l’altro si affrontano le due squadre che, nella classifica del girone di ritorno, sono appaiate al secondo posto dietro alla corazzata Agrigento.

E si comincia dunque con il primo quarto che dice che la Viola parte fortissimo e sfodera una grande prestazione difensiva; dopo dieci minuti, solo undici punti concessi ad uno dei migliori attacchi del campionato. Più sette per la viola anche perché, in fase offensiva, lo staff tecnico si gode i punti di un super ispirato Sorrentino che spegne le voci di una possibile partenza con una grande prestazione. Rimonta dei lucani nella seconda parete della gara dopo che Gianni benedetto si arrabbia con i suoi che scendono in campo più concentrati e ritornano in gara difendono con più intensità e cercando spesso in attacco uno scatenato Jones, autore di diciassette punti nel primo tempo chiuso con la Viola in vantaggio di un punto ed un match tutto da giocare. Si rientra dagli spogliatoi e si rivede una grandissima Viola; la formazione neroarancio richiude il canestro e ritrova ritmo offensivo con un Hamilton di nuovo immarcabile e con un ottimo contributo di Fabi ma tutta la squadra risponde bene ed, infatti, il vantaggio diventa importante. Si comincia l’ultimo periodo con un eloquente più sedici per i padroni di casa che mettono a referto quasi tre punti nel terzo periodo e si prendono l’inerzia del match con grande autorità. E’ chiaro che una compagine del calibro di Matera non si arrende facilmente ed, infatti, comincia la rimonta degli ospiti che si riportano in gara con i punti della panchina. Match che si riapre e che si decide nei possessi finali quando Matera riduce a due i punti di svantaggio. Serve concentrazione ed attenzione su due lati del campo ma la Viola si affida sempre a super Hamilton che non sbaglia nulla e trascina la sua squadra verso un successo che definire d’oro è un autentico eufemismo con i reggini che si allontano sempre di più dalle zone calde della classifica.
Va in archivio dunque anche questo match per una Viola che oggi si riposa ma domani tornerà subito in campo perché domenica si dovrebbe andare a Lucca, in Toscana i reggini cercheranno di migliorare il rendimento in trasferta anche se ormai il peggio è passato dopo le due vittorie esterne consecutive ma il viaggio di domenica prossima è a rischio a causa della possibile esclusione dei toscani per motivi economici ma intanto, i reggini si godono un fine settimana..da playoff…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here