Monday night da urlo per Urania: terza in fila, è Torino ad inchinarsi

0
Portannese Urania

Terza vittoria in fila, tutte casalinghe: dopo Trapani e Biella, Urania affonda sotto i suoi colpi una Torino corta e rimaneggiata, che perde pure Landi in corso d’opera. Il solito terzo quarto stellare, da 12 punti, di Thomas; un Bossi decisivo in difesa nelle azioni cruciali; un Portannese a tutto tondo (16 punti, 4 rimbalzi, 4 assist, 2 rubate). Insomma, la solita prova collettiva che permette ad Urania di fare un passo decisivo per togliersi dalla zona playout.
Di contro, una Torino che è arrivata all’Allianz con soli 7 effettivi (assente Trey Davis). Un Alibegovic da 6/26 dal campo, a cui non bastano gli 11 assist per considerare la sua partita positiva. I 17+9 di Scott sono troppo isolati, e la superiorità a rimbalzo è vanificata da percentuali decisamente troppo basse (41% dal campo, 28% da 3 punti).

Quintetti iniziali

Urania Milano: Bossi, Portannese, Thomas, Nikolic, Paci
Reale Mutua Torino: Oboe, Alibegovic, Scott, De Vico, Landi

Primo quarto

Bossi e Scott si scambiano i primi colpi in penetrazione, è il mascherato Portannese a dare il primo vantaggio Urania. Alibegovic lucra due liberi su leggerezza di Thomas, Landi ed ancora Scott firmano il primo sorpasso ospite sul 6-7; ma Portannese dall’angolo prima segna e poi fa segnare intelligentemente Thomas. Toscano entra benissimo in partita con una tripla frontale e, subito dopo, la bissa dopo una terrificante stoppata di Scott: 13-16 e timeout Urania. Storie tese tra Alibegovic e Piunti, che non intaccano però l’attenzione del bosniaco.
Cipolla, Montano e Pagani fanno il loro ingresso in campo, Torino sfrutta tanti extra possessi (ben 7 i rimbalzi offensivi) dopo tiri ben costruiti, che gli valgono il massimo vantaggio sul 15-20, ma non capitalizza un libero per tecnico a coach Villa. Un fallo di Montano a tempo scaduto frutta due liberi a Toscano, che chiude il quarto sul +6 ospite.

Secondo quarto

L’invenzione di Scott regala due punti a Pagani. Si iscrivono a tabellino anche Nikolic e Cipolla, un 3/3 ai liberi di Montano restituisce un possesso di distanza, ma Pagani arriva a 6 realizzati in un amen. Rapidamente quanto Devon Scott, che raggiunge quota 3 falli dopo 3′ nel quarto. Il bonus speso rapidamente da Torino dona tanti viaggi in lunetta prematuri ad Urania, con l’aggancio che viene mancato da perse banali in attacco. È allora Alibegovic a ridare il +7 ai piemontesi, ci pensa Montano a ricucire con un piazzato dei suoi. Piunti ha spesso mismatch in post basso contro Toscano, che spesso però non capitalizza a dovere. La bomba a fil di sirena di un De Vico fin lì silente sigla il 32-39 al 20′. 14-22 il computo complessivo dei rimbalzi, vero ago della bilancia, con le squadre che tirano con percentuali basse sia da 2 che da 3.

Terzo quarto

Un gioco da 3 punti di Thomas ed Urania è nuovamente lì, ma sul possesso successivo un passaggio mal calibrato di Bossi ridà palla a Torino, con Alibegovic che al quinto tentativo si sblocca dai 6.75, replicato subito da Nikolic. Anche Oboe contribuisce ad alzare le percentuali da 3 (su ennesimo rimbalzo offensivo concesso da Urania), ma Thomas piazza Urania a -3, sul 42-45. Si viaggia su vantaggi minimi ed un continuo elastico tra i 3 ed 5 punti, prima che Nikolic sparigli i conti ed impatti sul 47, con coach Casalone costretto al timeout.
Toscano esce ottimamente dal minuto con un nuovo vantaggio ospite, col match che diventa un 1vs1 con contendenti Thomas e Scott. La tripla di Portannese vale il -1, ed una recuperata sempre di Thomas costringe Alibegovic al fallo antisportivo: 2 liberi, tripla e Urania vola sul 57-53. Pagani tenta di ridurre lo scarto, ma 5 punti a fila di Paci mantengono avanti Urania al 30′, col punteggio sul 60-57. 12 punti nella frazione per Thomas, 8 per Scott, con la forbice a rimbalzo che si mantiene invariata (22-30).

Quarto quarto

Toscano fondamentale anche a rimbalzo offensivo e canestro seguente, due liberi di Landi e Torino torna avanti. Due liberi di Thomas, controsorpasso Urania, prima che un brutto infortunio a Landi tenga tutto l’Allianz col fiato sospeso, uscito portato a braccia dallo staff medico. Alla ripresa sono Oboe e Scott a firmare un miniparziale ospite, se non fosse per la sciocchezza di Pagani: quinto fallo e tecnico per proteste, con Urania che sfrutta appieno e pareggia a 65. Sempre Toscano, l’uomo della provvidenza gialloblu, come dall’altra parte Portannese è imprescindibile e firma l’ennesima parità a 68. La partita diventa bellissima, Oboe e Montano si scambiano triple ed il punteggio non si schioda dalla parità.
Una tripla ben costruita porta ad una tripla di Bossi, che però beffardamente gira più volte sul ferro ed esce, Alibegovic su una gamba forza l’ennesimo tiro e si entra in parità nell’ultimo minuto. Ci pensa Thomas con un long-two a dare il vantaggio ad Urania, incrementato da due liberi del solito Portannese. La lotteria dei liberi premia Milano, col distacco che resta di 4 punti: 77-73 il finale dall’Allianz.

Tabellini
Urania Milano: Thomas 20, Portannese 16, Montano 11, Nikolic 10, Paci 9, Piunti 4, Bossi 4, Cipolla 3, Manzoli ne, Pesenato ne, Abega ne, Valsecchi ne
Reale Mutua Torino: Scott 17, Toscano 13, Alibegovic 12, Oboe 11, Pagani 8, Landi 7, De Vico 5, Pirani ne, Raviola ne, Canistro ne