OF G1 – Treviso batte Trapani nel primo atto

Treviso domina per tre quarti gara 1 ma poi si fa rimontare e trema, prima che Lombardi e Burnett si carichino la squadra sulle spalle.

di Gianmarco Tonetto

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – 2B CONTROL TRAPANI 71-59 (23-17, 40-16, 58- 43)

TREVISO BASKET: Tessitori 9 (3/8, 0/2), Logan 11 (3/4 da 3), Burnett 20 (4/9, 2/5),  Alviti 5 (1/1, 1/5), Imbrò 13 (2/3, 3/10), Chillo 4 (1/2 da 2), Uglietti 1 (0/4, 0/3), Severini 4 (2/2, 0/1), Lombardi 4 (2/3, 0/1), ne: Sarto, Saladini, Barbante.

TRAPANI: Renzi 12 (6/10, 0/1), Artioli (0/1 da 2), Miaschi 8 (4/6, 0/3), Czumbel 2 (0/1 da 3), Clarke 16 (3/9, 3/6), Mollura 6 (2/5, 0/1), Marulli 3 (0/1, 1/6), Nwohuocha 4 (2/2 da 2), Ayers 5 (1/4, 1/4), Pullazi 3 (1/3, 0/3).

NOTE: pq 23-17, sq 40-24, tq 58-43. Tiri liberi: Treviso 14/22, Trapani 6/10. Rimbalzi: Treviso 47 (Lombardi 3+6), Trapani 36 (Clarke 1+5). Assist: Treviso 16 (Imbrò 4), Trapani 7 (Clarke 4).

“Stessa storia, stesso posto, stesso bar, stessa gente che vien dentro, consuma e poi va”, così cantava Max Pezzali ne “Gli anni”. Il posto è il Palaverde, il bar è il chiosco della Lidia, la gente sono i cinquemila tifosi trevigiani, la storia è Treviso vs Trapani che per la terza volta consecutiva si incrociano al primo turno dei playoff promozione, se finirà sempre allo stesso modo lo sapremo solo al termine della serie. Indubbiamente la De’ Longhi parti con i favori del pronostico, e non solo per questa serie, ma la 2B Control può dare filo da torcere avendo chili per battagliare sotto canestro e gambe per attacare con gli esterni, potenzialemente il loro unico e concreto problema è la rotazione a otto che in una serie playoff potrebbe mandare in debito di ossigeno i giocatori di coach Parente. La partita dopo un primo quarto equilibrato prende ben presto i binari trevigiani grazie all’ottima difesa ideata da Menetti, con sprazzi di pressing a tutto campo, e un attacco che non risente della zona voluta da Parente, nonostante un Tessitori sottotono. A cavallo tra secondo e terzo periodo la De’ Longi sembra mettere in ghiaccio ma il match, ma la 2B Control è brava a restare concentrata e nel quarto periodo accorcia fino al -7 firmato dalla tripla di Marulli, da qui Treviso ritrova la sua verve e riesce ad aggiudicarsi gara 1 di questa sfida playoff.

PRIMO PERIODO: il quintetto scelto da coach Menetti è costituito da Logan, Imbrò, Burnett, Lombardi e Tessitori, mentre coach Parente va con Clarke, Ayers, Miaschi, Pullazi e Renzi. Il piano partita di Trapani è chiaro fin da subito: difesa a zona, alternando da prima una box and one con la marcatura a uomo su Logan e quando quest’ultimo non è in campo passare ad una classica 2-3. Il ritmo è intensissimo con la 2B Control a controllare i rimbalzi e ad affidarsi soprattutto a Renzi per i fatturato offensivo, Treviso si incapponisce invece con i tentativi dalla lunga, inizialmente raccogliendo dividendi ma poi abbasando le percentuali, con Tessitori a faticare sotto le plance e Lombardi e Severini a due falli, quando lo staff casaligo opta per un time out (17-16, 1:30). Rientrati in campo Menetti schiera il quintetto basso con Chillo unico lungo e Alviti da 4, il parziale degli ultimi 90 secondi recita 6-1 per la De’ Longhi che si aggiudica il primo quarto per 23-17.

SECONDO PERIODO: la seconda frazione si apre con un parziale trevigiano di 4-1, soprattutto grazie alla tripla di Alviti, ma è la musica che sembra cambiata con una Treviso più intensa su tutti i 28 metri del campo e una Trapani che commette un po’ troppi errori perchè Parente non interrompa il gioco con un time out (27-18, 7:40). I siciliani sembrano a corto di fiato e TVB con estremo cinismo accelera ulteriormente con un altro parziale di 8-4 che ancora una volta per essere chiuso necessita del minuto di sospensione richiesto dai granata (35-22, 3:00). Gli ultimi tre minuti proseguono sulla medesima falsariga con la De’ Longhi a tenere saldamente in mano le redini della contesa, cosicché al termine del primo tempo guida il punteggio di 16 lunghezze (40-24).

TERZO PERIODO: la 2B Control sembra rimasta negli spogliatoi, mentre Treviso, guidata da Burnett, piazza un pariale di 10-5 figlio più degli errori difensivi degli ospiti, che porta i padroni di casa al massimo vantaggio di +21 (50-29, 6:45). Trapani prova a recuperare e arriva fino al -15, ma la partita sembra proprio in ghiaccio e il solo Renzi, spalleggiato un po’ da Miaschi, non è sufficiente a dare il la ad una rimonta e allìalba dell’ultima frazione il tabellone dice 58-43 per la De’ Longhi.

QUARTO PERIODO: la quarta frazione si apre con due punti di Nwohuocha e una Treviso un po’ assopita al che Menetti non ci pensa due volte a chiamare time out per dare una svegliata ai suoi con due belle urlate (58-45, 8:50). Al rientro in campo la musica non cambia, TVB sembra essersi raffreddata, in attacco si accontenta di un tiro da tre punti il più delle volte non costruito, mentre in difesa permette ai siciliani di tornare a -10 e sulla tripla sbagliata di Tessitori, Menetti ricorre al suo secondo time out (59-49, 7:00). Ma rientrati in campo Marulli piazza la tripla del -7 da distanza siderale, il Palaverde torna ad alzare i decibel per scaldare l’atmosfera e i ragazzi biancocelesti trovano nuovo coraggio ed energia per rispedire i granata a -12 grazie ad un super Lombardi (66-54, 3:00). Negli ultimi tre giri di lancette ad un canestro trevigiano ne risponde un altro trapanese, TVB ritrova il proprio spirito e l’inerzia necessaria per vincere gara 1 con il punteggio di 71-59.

MVP BASKETINSIDE: Dominez Burnett 20 punti, 4 rimbalzi, 6 falli subiti, 23 di valutazione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy