Omegna altro stop, Recanati trascinata dal duo Zanelli – Mosley

di Fabrizio Carbonetti

Basket Recanati 94 – Paffoni Omegna 81

(25-15, 14-24, 32-22, 23-20)
Basket Recanati: Sykes 12, Zanelli 19, Pierini 15, Gurini 2, Lauwers 12, Terenzi, Galmarini, Eliantonio 2, Mosley 23, Gueye 6. All. Sacco
Paffoni Omegna: Iannuzzi 11, Vildera, Cappelletti, Conger 3, Masciandri 10, Gurini 22, Dip, Tavernelli 15, Smorto, Saddler 20. All. Magro
arbitri: Nicolini di Bagheria (PA), Loscalzo di Potenza, Sansone di Aprilia (LT)

Squadra dotata tecnicamente ed anche ben strutturata fisicamente quella di Omegna e con un Recanati tatticamente ben disposto ne esce una partita vibrante che si decide nelle due frazioni finali dopo che Omegna era andata al riposo lungo avendo riacciuffato i padroni di casa che erano partiti forti nel primo periodo e diligentemente condotto fino a metà del secondo, quando Omegna ha addirittura messo un paio di volte la testa avanti di una lunghezza.

Sotto i tabelloni, ma anche in altre zone del campo, non si sono fatti i complimenti e sul piano della fisicità Omegna in più frangenti ha saputo far valere questo peso ancor prima di quello tecnico.

Quando Recanati ha preso le misure agli avversari neanche la fisicità è bastata ad Omegna. E nella valutazione finale il 116 contro 63 di squadra a favore di Recanati la dice lunga.

E al PalaCingolani esce il tris: di vittorie consecutive per Recanati, di sconfitte in fila per Omegna.

Recanati vola verso i piani alti della classifica (“tutti a Ferrara” urlano i tifosi in estasi), Omegna esce fortemente ridimensionata, almeno nei risultati visto che rimane comunque uno squadrone che non molla, come nei secondi finali quando Iannuzzi, a risultato oramai acquisito ha aggredito la retina come se giocasse la palla del successo (e Omegna era sotto di 13 …).

Parte subito forte Recanati che piazza nella prima frazione anche un importante parziale di 11-0 tutto “stelle e strisce” con Zanelli in mezzo. Omegna soffre le penetrazioni di Mosley, Sykes, Zanelli e limita il passivo a dieci lunghezze.

Fino a metà della seconda frazione, Recanati tiene saldamente le redini del gioco, poi improvvisamente qualcosa non gira più come dovrebbe e sulla sponda piemontese la coppia Iannuzi-Tavernelli spinge forte Omegna fino a piazzare un mini break di 0-9. E per pochi secondi Saddler fa metter la testa avanti di una lunghezza gli ospiti. Si va al riposo lungo sul pari.

Ma al rientro dagli spogliatori è Recanati la squadra che prende subito l’iniziativa, Omegna non sta a guardare e nel complesso è la fase dove saltano le difese tanto che saranno ben 54 i punti fatti dalle due squadre in 10’. Una tripla di Lauwers apre le ostilità e Recanati da quel momento sarà sempre avanti (vantaggio minimo +2, massimo 10). In questa parte della gara Masciandri-Iannuzzi-Tavernelli cercano di mantenere agganciata Omegna ai padroni di casa che hanno in Mosley e Zanelli i mattatori. Recanati che affronta il rush finale da +10.

Omegna ci prova in tutti i modi con Gurini, Saddler e Tavernelli ma Recanati ha in mano il quadro dei comandi e progressivamente allarga il solco tra se e gli avversari con capitan Pierini che infila da più posizioni mentre Mosley e Sykes danno spettacolo per il trionfo finale che lancia i leopardiani verso le posizioni d’elite.

Il presidente Pierini gongola, “vede” quell’obiettivo che la società si è prefisso: almeno un turno dei play off.

Il PalaCingolani saluta con una festosa coreografia il successo dei padroni di casa ed inizia l’operazione trasferta Ferrara.

Con 23 punti e 31 di valutazione Mosley il migliore in assoluto. Per Omegna 20 di valutazione per Tavernelli e 22 punti per Gurini. Cinque uomini di Recanati in doppia cifra (Sykes, Zanelli, Pierini, Lauwers, Mosley). Altrettanti i frombolieri di Omegna: Iannuzzi, Masciandri, Gurini, tavernelli e Saddler.

Per la panca di Recanati c’è stata rotazione per tutti anche perché in un frangente Sacco ha dovuto fare i conti con la gestione dei falli degli uomini di punta. I vari Gurini, Terenzi e Galmarini si sono fatti trovare pronti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy