Omegna demolisce Treviglio, torna la vittoria per la Paffoni

0

Omegna vince una gara di fondamentale importanze nel proprio cammino verso i playoff. Una gara che era praticamente già chiusa all’intervallo lungo sia per il punteggio sia per l’atteggiamento delle squadre in campo.

La Paffoni non si presenta al meglio con Gurini che lamenta problemi per un virus intestinale e Farioli che a Matera ha subito un colpo al ginocchio, entrambi sono della sfida comunque. Dopo i doverosi saluti del palasport ai due ex Marino e Rossi e la standing ovation per Bertolazzi si parte.

Le due squadre iniziano la sfida con James, Gurini, Shepherd, Masciadri e Paci per la Paffoni mentre Treviglio risponde con Marino, Kyzlink, Krstovic, Ihedioha e Rossi. Il primo canestro del match è griffato Gurini con appoggio al vetro. Si passano quasi due minuti senza canestri fino alla schiacciata di Shepherd per il + 4 dei piemontesi. Marino da tre riduce le distanze e segna il primi punti per gli orobici. La partita non è bella, arriva il secondo fallo di Paci e a metà quarto 4-3 per la Fulgor. Ihedioha da sotto per il sorpasso lombardo con Rossi che mette il tap in per il +3. Risponde da tre Saccaggi ed è parità a 7 quando mancano 3’40” dalla prima sirena. Alessandri in contropiede riporta avanti la Remer, risponde Farioli dalla lunetta. Le due squandre giocano punto a punto con molti errori da parte di entrambe sotto i tabelloni in fase di tiro. Masciadri da tre firma il sorpasso Paffoni a 87 secondi dal decimo minuto. Imitato da James per il +4 paffoniano. Anche Shepherd va a segno da tre sulla sirena regalando il massimo vantaggio ai lupi. Al decimo è 18-11 per la squadra di Di Lorenzo con 5 punti ciascuno di Shepherd e Marino.

Saccaggi apre il quarto segnando in penetrazione e regalando ai suoi il massimo vantaggio +9. Treviglio è bloccata in attacco, e James segna il +11 (22-11 a 8 dall’intervallo lungo). Le triple di Farioli e De Nicolao segnano il +17 e il parziale di 19-0 dei lupi con Treviglio che continua a non segnare. la partita sembra finita con ancora due quarti e mezzo da giocare. Krstovic interrompe l’astinenza da canestro di Treviglio che a cavallo dei due quarti è durata 8 minuti e 4 secondi. A metà della seconda frazione il tabellone recita 28-14 Paffoni. Quattro punti consecutivi di Borra riportano a +18 i lupi. Terzo fallo di Krstovic. Carnovali dalla distanza cerca di rianimare i ragazzi do coach Vertemati che sembrano essere già con la testa negli spogliatoi. Il siluro bergamasco è un fuoco di paglia perché a 2’30” dalla sirena Rossi e compagni sprofondano a -19. La Remer chiama time-out ma all’uscita dal minuto finisce sotto di 21 punti per il canestro di James. Al ventesimo è 38-17 per la Paffoni con 8 punti di Shepherd e 5 di Marino ma la gara ha tutta l’aria di essere già segnata.

L’inizio del secondo tempo ricalca l’andamento della prima parte di gara. Paci va a segno dalla lunetta ed è massimo vantaggio Paffoni +23. Rossi e le triple di Marino e Flaccadori segnano un parzialino di 8-0 per Treviglio. Terzo fallo di Paci. La tripla sulla sirena dei 24” di Ihedioha porta a -14 la Remer. La tripla di rimbalzo sul ferro di Saccaggi sembra riportare l’inerzia della gara verso la Fulgor. Mentre Shepherd si esibisce in uno slalom speciale utilizzando come paletti i giocatori di Treviglio e per poi inchiodare un bimane, è +19 ancora Paffoni. A metà del terzo quarto Paffoni in controllo sul 48-28. Treviglio si inceppa nuovamente in attacco, non è proprio serata per i ragazzi di Vertemati, e la Paffoni sembra giocare senza affondare troppo i colpi. Dopo oltre cinque minuti senza segnare, e con la fulgor che arriva vicinissima al trentello (+28) la Remer manda a bersaglio dalla distanza Carnovali. Alla terza sirena Paffoni in surplace sul 60-33 con 14 punti di Saccaggi e 8 di Marino.

Nell’ultimo quarto il siluro di Shepherd proietta la Paffoni sul +31. La partita sembra ormai non esserci da tempo. Nell’ultimo quarto si gioca solo per le statistiche con coach Di Lorenzo che concede la passerella al Mvp del match Jevhon Shepherd che esce con il pubblico del palasport di verbania che si alza in piedi per applaudirlo. Vertemati lascia spazio ai giovani con in campo il 95 Spatti e il 96 Flaccadori. la partita termina con la Paffoni che si impone per 80-51.

PAFFONI OMEGNA – REMER TREVIGLIO 80-51

Paffoni: James 7, Borra 4, Farioli 8, Saccaggi 17, De Nicolao 10, Shepherd 15,
Bianchi ne, Masciadri 3, Paci 4, Gurini 12. All: Di Lorenzo.

Treviglio: Alessandri 6, Carnovali 9, Krstovic 5, Kyzlink 2, Gaspardo 4, Marino 8, Flaccadori 3, Spatti 4, Ihedioha 5, Rossi 5. All: Vertemati.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here